The Mandalorian
The Book of Boba Fett
Obi-Wan Kenobi
Andor
The Bad Batch
HomeApprofondimentiLa stella caduta – Guida al Romanzo

Leggi anche

La stella caduta – Guida al Romanzo

La stella caduta di Claudia Gray è il terzo romanzo del filone principale dell’Alta Repubblica, dopo La luce dei Jedi e Si alza la tempesta (anche se la struttura narrativa dell’Alta Repubblica è più complessa, e comprende altri romanzi, oltre ai fumetti, come abbiamo spiegato qui). Più e più volte i feroci predoni noti come Nihil hanno cercato di consegnare l’età d’oro dell’Alta Repubblica a una fine infuocata. Più e più volte l’Alta Repubblica è emersa dallo scontro stanca e ferita ma vittoriosa, grazie ai suoi protettori Jedi… e a simboleggiare la loro causa non esiste monumento più grande del Faro Starlight.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars AddictedSospeso come una gemma nei cieli dell’Orlo Esterno, il Faro incarna l’apice delle aspirazioni dell’Alta Repubblica: un fulcro di cultura e conoscenza, una torcia splendente che rischiara l’oscurità dell’ignoto e una mano tesa che porge il benvenuto ai mondi più remoti della galassia. Quando un’ondata di profughi e sopravvissuti fugge dagli attacchi dei Nihil, il Faro e il suo equipaggio sono pronti a offrire cure e riparo. I Nihil, tuttavia, non la pensano allo stesso modo: anzi, vedono il Faro come una minaccia alla loro libertà.

I Cavalieri e i Padawan dell’Ordine dei Jedi stanziati sul Faro Starlight hanno finalmente l’opportunità di riprendersi dalle loro ferite e dal dolore delle loro perdite. Dopo la morte di Loden Greatstorm db, Bell Zettifar db deve ereditare la responsabilità del suo maestro. Elzar Mann db, invece, tenta di ricostruire il suo legame con la luce, ma la sua furia verso i Nihil e i suoi sentimenti proibiti per Avar Kriss db turbano la sua pace. Ma non solo Jedi: abbiamo anche l’insolita famiglia della Vascello, la nave che accompagna Elzar sul Faro, si gode una rara occasione di rilassarsi e di stendere le gambe (quelli che hanno le gambe, s’intende) sulla migliore stazione spaziale della galassia. Non solo per la presenza di Geode, un sasso di specie Vintian che solo apparentemente non comunica e non prova sentimenti, ma anche per la personalità di Affie Hollow, una ex schiava ora libera, e dell’estroso capitato Leox Gyasi, l’equipaggio della Vascello rimane uno degli aspetti meglio riusciti di questa prima fase dell’Alta Repubblica.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars AddictedMa la tempesta che tutti credono esaurita infuria ancora, e i Jedi si trovano nell’occhio del ciclone. Marchion Ro db, la vera mente a capo dei Nihil, si prepara a sferrare il suo attacco più temerario, il cui scopo è estinguere la luce dei Jedi.

Intanto, i Jedi sono confusi. Come abbiamo appreso nei fumetti sceneggiati da Cavan Scott, addirittura Avar Kriss si scaglia con ira, rischiando di cadere nel Lato Oscuro, contro Lourna Dee db, credendola erroneamente l’Occhio dei Nihil. La storia a fumetti della serie L’Alta Repubblica è infatti l’antefatto subito precedente all’attacco di Ro raccontato in La stella caduta.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars AddictedLa stella caduta, dunque, comincia ad azione già in corso riunendo i fili conduttori del fumetto già menzionato e anche dell’ottimo Fuori dalle ombre. Con Bell, la sua nuova Maestra, la Tholotiana Indeera Stokes, il Padawan Burryaga db e il suo Maestro, Nib Assek, impegnati a combattere i Nihil e a prestare soccorso sul Faro Starlight. Dopo che molti di loro hanno perso amici e Maestri, i Jedi ora sono rancorosi, attaccano per primi e sono animati perfino dalla vendetta. Inoltre, sentendosi finalmente in vantaggio rispetto ai Nihil, sembrano acquisire alcuni tratti comportamentali che prima erano di questi ultimi, diventano spavaldi e arroganti, fallendo a percepire quale sia la vera minaccia. E resistono alla tentazione di cedere al Lato Oscuro, pur accogliendolo in parte. Le circostanze estreme generano emozioni estreme. Rinnegarle non serve a niente. Quindi perché non usarle? D’altronde accettare l’oscurità significa conoscere l’oscurità, e conoscere l’oscurità significa iniziare a controllarla. Come già capitato in molti contenuti dell’Alta Repubblica, anche in La stella caduta facciamo i conti con alcuni concetti basilari dell’immaginario di Star Wars: vederli da una prospettiva differente aiuta a definirli meglio.

Il bersaglio dei Nihil ora è l’Ordine Jedi, e quindi il Faro Starlight. Su quest’ultimo, intanto, cominciano a capitare fatti curiosi e le comunicazioni sembrano essere disturbate. I Jedi identificano la fonte da cui parte l’interferenza alla Forza che stanno percependo: si tratta dell’hangar principale, dove si trova una nave inviata da Ro con tre sabotatori. Oltre a questo, sulla sua nave, la Gaze Electric, Ro può contare su un esercito di droidi guardie del corpo, dichiarati illegali ormai da diversi decenni, con un guardaspalle personale, KA-R9. I droidi costituiscono ora l’unico equipaggio della Gaze Electric: è come se a un certo punto del loro sviluppo tecnologico, i senzienti avessero deciso che i droidi dovevano stare al posto di loro stessi, onde evitare conseguenze catastrofiche.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars AddictedE poi abbiamo Stellan Gios db, colui che ha fortemente criticato la missione di Avar Kriss contro Lourna Dee. Lui che è tra quei Jedi che percepiscono la Forza come l’intero firmamento di stelle nel cielo. Punti luminosi di calore e di energia, apparentemente separati gli uni dagli altri da un vuoto freddo e sterminato, ma in realtà profondamente uniti. Avar, Elzar e Stellan, tre promettenti Padawan cresciuti insieme e ora tre potentissimi Jedi (nonostante l’interferenza alla Forza sul Faro Starlight), sono tre stelle della stessa costellazione.

Stellan è diventato il simbolo dell’Ordine dei Jedi dopo le sue gesta eroiche durante l’attacco dei Nihil alla Fiera della Repubblica su Valo e aver salvato la Cancelliera Lina Soh, riprese dagli organi di informazione. Se in una prima fase della narrazione dell’Alta Repubblica è stata Avar Kriss il punto di riferimento dei Jedi, dopo le tentazioni verso il Lato Oscuro a cui la ragazza sta andando incontro, Gios è diventato il nuovo cardine.  “È questa l’essenza della speranza. Non fare finta che andrà tutto bene se ci proviamo con tutte le forze. È guardare in faccia tutti gli ostacoli davanti a noi… riconoscendo i limiti del nostro potere e la possibilità del fallimento, e decidendo di andare avanti comunque. È così che dobbiamo procedere. Con speranza”, pensa il Maestro Gios.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars AddictedGios e il Faro Starlight si trovano in prossimità di Eiram, un pianeta verso il quale è stato condotto il Faro Starlight (per la seconda volta avvicinato a un pianeta dopo la sua missione di soccorso sul pianeta Dalna). Eiram sta vivendo una profonda crisi, dopo aver perso le sue strutture di desalinizzazione che fornivano al pianeta le uniche scorte di acqua fresca. Si tratta di una crisi che, se avesse colpito un pianeta indipendente, lo avrebbe devastato, obbligando gli abitanti a un esodo di massa o a morire di fame. Ma con la Repubblica al suo fianco, Eiram ha una speranza. Eiram è il pianeta che abbiamo già conosciuto per la cosiddetta crisi degli ostaggi di Eiram-E’ronoh, una missione dove Cohmac Vitus si trovò a collaborare con Orla Jareni db (qui altri dettagli). Eiram è governato da due regine consorti, Thandeka e Dima.

Ad ogni modo, i Jedi non sanno che il vero pericolo per loro proviene dalla Gaze Electric, la nave di Marchion Ro, dopo che questi e Lourna Dee, all’apice della tensione del loro rapporto, agiscono fondamentalmente come due entità separate. Quando l’Occhio dei Nihil sferra un attacco su quattro pianeti, le attenzioni dei Jedi saranno sviate dalla vera missione di Ro: infiltrare sul Faro Starlight un manipolo dei suoi uomini per compromettere le comunicazioni e le funzioni di base a bordo. L’obiettivo di Ro è quello di far credere ai Jedi che, negli ultimi loro spasmi, i Nihil si sono frammentati in vari gruppi, e per questo organizza una vasta serie di riassegnazioni tra le fila dei Nihil. Nel frattempo, le percezioni dei Jedi sul Faro Starlight si stanno erodendo e avvertono una sorta di opacità nella Forza. Proprio come nella trilogia prequel; anche se qui la loro confusione è determinata da qualcosa di più concreto, ovvero dall’arma in possesso di Marchion Ro, il Grande Livellatore.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars Addicted

Si tratta di una creatura che Ro ha liberato sul pianeta ghiacciato di Rystan, come raccontato nella parte iniziale di Si alza la tempesta, e qui Claudia Gray ci racconta con dovizia di particolari come interagisce con gli esseri sensibili alla Forza, fino a pietrificarli. La creatura non solo interferisce nel legame dei Jedi con la Forza, ma se sufficientemente vicina a un Jedi riesce a portarlo in un’altra dimensione fino a corroderlo fisicamente, ciò che i Jedi definiscono “stato di guscio”. Inoltre, apprendiamo come Orla Jareni, la Cercavia che abbiamo imparato a conoscere nei precedenti contenuti dell’Alta Repubblica, a cominciare da Nell’oscurità, è meno soggetta all’influsso del Grande Livellatore. I Cercavia sono degli individui che hanno abbandonato l’Ordine Jedi per perseguite un cammino personale. Per questo Orla, che è anche la guida di Elzar Mann, uno dei Jedi più potenti nell’Alta Repubblica ma sempre soggetto alle lusinghe del lato oscuro, è molto diversa da Stellan, per quanto entrambi abbiano un grande talento nella Forza. “Hai sempre bisogno dell’approvazione del consiglio” dice Orla a Stellan. “Senza quella, non sai nemmeno chi sei”. In altre parole, Stellan rischia per questo (oltre che per l’influsso del Grande Livellatore) di perdere l’equilibrio nella Forza. Permettendo che l’Ordine pensi per lui e ambendo ad essere il Jedi modello, Stellan si è reso debole nel momento più importante. Forse Stellan avrebbe dovuto semplicemente agire non come un Jedi, ma come un uomo. Un concetto tipico dell’immaginario di Star Wars ma che Claudia Gray qui illustra molto lucidamente.

Allo stesso tempo, il Grande Livellatore è il simbolo della caduta dei Jedi. Non solo i Jedi sono inermi di fronte alla creatura, ma in sua presenza rappresentano un motivo di debolezza per l’intero Faro Starlight visto che coloro che non sono fruitori della Forza sono immuni a questi effetti. Per questo, il disastro del Faro Starlight rappresenta il punto più basso mai toccato dai Jedi.

Da Fuori dalle ombre tornano Chancey Yarrow e Nan. Le due hanno abbandonato i Nihil e hanno stretto un sodalizio con i Graf, una famiglia di pionieri nel tracciamento delle rotte iperspaziali, prima di essere catturate dalla squadra di Avar Kriss ed essere portate proprio sullo Starlight. Chancey è la madre di Sylvestri Yarrow db, una trasportatrice coinvolta dagli strani fenomeni iperspaziali che hanno colpito il settore di Berenge, e una scienziata dell’iperspazio, alla base della tecnologia che i Nihil hanno usato per mettere a punto una nuova devastante arma gravitazionale. Nan, invece, è una giovane ragazza che è stata cresciuta da un Nihil, il saggio Zabrak db Hague. Lei ha conosciuto Reath Silas db sulla stazione Amaxine durante i fatti narrati in Nell’oscurità, quando ha manipolato il Padawan. Ora, entrambe hanno un vuoto: a Chancey manca la figlia e Nan soffre l’assenza di una tutrice, e questo dà modo alle due donne di stabilire una precaria unione. C’è, però. una differenza tra le due: Chancey, che ha usato prima i Nihil e poi i Graf per i suoi scopi, non ha bisogno di credere in un capo carismatico o in una causa superiore, mentre Nan cerca ancora l’apprezzamento di qualcuno o di qualcosa al di fuori di lei. La sua infanzia difficile e l’essere stata salvata più volte dai Nihil la inducono a credere in Marchion Ro con tutte le sue forze.

Liberate dai sabotatori Nihil, Nan e Chancey aiutano i tre a installare degli esplosivi sul nucleo del reattore del Faro Starlight: l’obiettivo dei Nihil è distruggere la stazione che estende il potere della Repubblica nell’Orlo Esterno. Tutta la seconda parte di La stella caduta segue la deriva della stazione, che ora rischia di precipitare su Eiram, e il progressivo malfunzionamento delle sue varie parti fino al distaccamento delle due estremità di cui si compone. Dunque, i Jedi si ritrovano ad affrontare una situazione di estrema emergenza come lo sono state il Grande Disastro Iperspaziale su Hetzal e l’attacco alla Fiera della Repubblica su Valo.

La stella caduta – Guida al Romanzo, Star Wars Addicted

Il Faro si divide in due parti, che ora non possono più comunicare tra di loro, né con l’esterno. Mentre La stella caduta racconta le peripezie della metà inferiore, ciò che succede alla metà superiore, dove si trovano Avar Kriss, Estala Maru db e altri Jedi, è riservato a un altro media, così come già ha abituato l’articolata narrazione dell’Alta Repubblica. Parallelamente, inoltre, i Nihil hanno portato avanti attacchi contro diversi Templi Jedi disseminati per la galassia e su certi pianeti, tra cui Corellia db. Ma, come già successo durante l’attacco dei Nihil alla Fiera della Repubblica su Valo, ancora una volta il dolore unisce la gente in un legame ancora più forte e la tragedia collettiva rinsalda i migliori presupposti della Repubblica.

In definitiva se Cavan Scott si era concentrato sull’azione con Si alza la tempesta, Claudia Gray qui basa tutto sull’introspezione psicologica dei personaggi. I due autori hanno interpretato Star Wars a modo loro, senza snaturare lo stile personale che ne ha contraddistinto la narrativa fino a oggi. Ed è giusto così. Lo stile della Gray non si adatta particolarmente bene alla narrazione serrata della prima fase dell’Alta Repubblica, e in certi momenti dà la sensazione di essere forzato. Inoltre è una storia che per essere coerente ha bisogno di continue spiegazioni tecniche sul funzionamento delle varie parti del Faro Starlight, e in più di un punto sembra che tutti questi incastri non collimino a dovere. Ma questo non vuol dire che La stella caduta non sia sufficientemente emotivo e che non sia la conclusione della prima fase che ci aspettavamo. La Gray è eccellente nel portare i personaggi a un nuovo livello, a mostrarli al lettore da altri punti di vista e a usare le situazioni di pericolo per sviscerare la più profonda personalità di ciascuno di loro. In altri termini, La stella caduta è un passaggio talmente importante della narrazione dell’Alta Repubblica che non è possibile farne a meno.


♦ DIVENTA UN SUPPORTER!

Supporta Star Wars Addicted, elimina le pubblicità e sblocca vantaggi esclusivi! Scopri come qui.

Non dimenticare di restare aggiornato

Per non perdere nessuna notizia su Star Wars seguici su Facebook, Instagram e TikTok.
Raggiungici anche sulla chat Telegram, per chiacchierare con la redazione e tanti altri fan della Saga, e non dimenticare di unirti al Canale ufficiale per ricevere in tempo reale notifiche su news e aggiornamenti!

Supervisor Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Supporter

Diventa un Supporter. Scopri come!

Film e serie tv in arrivo

5 Agosto 20225 Agosto 2022
31 Agosto 202231 Agosto 2022

Autunno 2022Autunno 2022
28 Settembre 202228 Settembre 2022

Dicembre 2023 (?)Dicembre 2023 (?)
2023 (?)2023 (?)

Primavera 2023Primavera 2023
20232023

The MandalorianFebbrario 2023
20232023

Data SconosciutaData Sconosciuta
Primavera 2023Primavera 2023

20232023
Data SconosciutaData Sconosciuta

Ultimi articoli