The Mandalorian
The Book of Boba Fett
Obi-Wan Kenobi
Andor
The Bad Batch
HomeEditorialiThe Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe...

Leggi anche

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?

Questo articolo è un editoriale. Significa che contiene un'opinione, un parere o un'interpretazione personale dell'autore che può - eventualmente - essere diversa o discordante dalle opinioni del resto della redazione di Star Wars Addicted.

Quasi tutti i fan di Star Wars sono increduli da ciò che hanno visto nel Capitolo 6 di The Book of Boba Fett. Un episodio che, letteralmente, trascende il senso dell’intera serie, e che probabilmente ha più significato di qualsiasi altra cosa sia stata fatta negli ultimi anni per quanto riguarda Star Wars. Per certi versi, l’episodio è ancora più significativo della trilogia sequel.

È attaccato a Episodio VI, mostrandoci un Luke Skywalker db molto vicino a quello della trilogia originale, in una miriade di riferimenti, visivi, testuali e uditivi. E non solo, anche se è impossibile riassumere tutto, contempla i ritorni di personaggi sensazionali come Ahsoka Tano db, Grogu db, Din Djarin db, Cad Bane db. È quanto di più vicino al modo di fare Star Wars tipico di George Lucas e, conseguentemente, è quanto di più vicino al “vero” Star Wars. Naturalmente è una vicinanza che, oltre allo stesso Lucas, solo Dave Filoni avrebbe potuto garantire, ovvero colui che è stato scelto per espandere la trilogia prequel con The Clone Wars.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

È incredibile che tutto questo venga offerto in una serie TV, e che non venga richiesto un biglietto e la partecipazione in una sala cinematografica. Anche tecnicamente la puntata è ineccepibile, perché sicuramente non è stato facile ricreare digitalmente il giovane Mark Hamill. Ma tutti gli effetti speciali sono gratificanti, come lo è la trasposizione in chiave fotorealistica del mitico cacciatore di taglie Cad Bane. Possiamo dire che si tratta di uno dei contenuti di maggiore qualità degli ultimi anni per Star Wars, effetti speciali inclusi. Luke è, infatti, molto più convincente dei precedenti personaggi i cui attori che originariamente li interpretarono sono stati riportati in vita, come Tarkin db e Leia di Rogue One, e lo stesso Luke di The Mandalorian.

Naturalmente, come ogni cosa di Star Wars, la puntata è aperta. Non solo al finale di stagione, dove quasi sicuramente vedremo un conflitto su vasta scala che coinvolge da una parte la fazione che Boba Fett db ha radunato, con Fennec Shand db, Krrsantan db, il Rancor, Din Djarin e, forse, Luke Skywalker e Grogu? Con Grogu armato di spada laser o con indosso l’armatura di beskar? Noi scommettiamo entrambe! Come Tarre Vizsla db

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Questo perché Jon Favreau ha (finalmente) capito che la cosa più importante è alzare sempre l’asticella. Perché è troppo facile promettere troppo, e poi scontentare. E così fai del male a Star Wars, perché precludi la possibilità di portare avanti lo spettacolo: sarebbe un vero peccato rinunciare a questo crogiolo di emozioni! Con questa storia (che ormai possiamo definire The Mandalorian e The Book of Boba Fett insieme), Favreau sembra aver trovato l’equilibrio giusto tra promesse fatte agli appassionati e gratifiche concesse, all’interno di un percorso che, auspicabilmente per l’appassionato, non ha mai fine, e dove si viene sempre sollecitati a scoprire cosa viene dopo e a come si è arrivati a una certa situazione (in questo caso al ritorno di Palpatine nella trilogia sequel).

L’altra fazione sarà ovviamente composta dai Pyke, da Cad Bane e chissà chi altri (probabilmente Bossk db?). Chi ha letto i precedenti contenuti sui cacciatori di taglie e/o guardato The Clone Wars sa che quando si parla di questa speciale categoria di personaggi di Star Wars bisogna veramente aspettarsi di tutto: combattimenti roboanti e all’ultimo sangue, tanto onore e tanti colpi di scena, ma anche eroismo e un messaggio non così tanto superficiale.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Come lo è il messaggio dietro il Capitolo 6, che poi coincide con il senso di entrambe le serie, The Mandalorian e The Book of Boba Fett. Ovvero il contrasto che si è venuto a creare tra la missione dei Figli della Ronda e i precetti dei Jedi. Appartenendo a questo clan, Din Djarin è costretto a perseguire una serie di ideali legati alla tradizione millenaria di Mandalore. Tra questi ritrovare i trovatelli e proteggerli, il che prevede un rapporto di attaccamento.

Ovvero ciò che i Jedi rifuggono nella maniera più assoluta. E Grogu per i Jedi è di vitale importanza. Ricordate che siamo all’indomani della battaglia di Endor db (5 anni dopo) e di esseri sensibili alla Forza nella galassia ne sono rimasti pochissimi. Ci sono Luke, sua sorella Leia e una rediviva Ahsoka Tano. Poi nessun altro. E se Luke vuole ricostruire l’Ordine dei Jedi ha bisogno di un primo Padawan, che solo Grogu può essere.

Da una parte, dunque, la missione dei Mandaloriani (il cui pianeta è stato nel frattempo distrutto dall’Impero) e dall’altra l’esigenza di ristabilire l’Ordine dei Jedi. Con tutte le storture che questi hanno: Luke ribadisce ancora l’importanza di non cedere all’attaccamento, memore della lezione che gli ha impartito il padre, ma come può essere richiesto un tale allontanamento dai sentimenti? Come può un Maestro non attaccarsi al proprio Padawan? E viceversa? Tantissimi Jedi si sono posti queste domande, in tutta la storia, e pochi di loro hanno trovato una risposta…

Luke, nella proposta finale a Grogu, sembra ancora molto scottato dal cedere all’attaccamento, memore della storia che ha appena vissuto, ed è ancora molto lontano dal suo sé stesso che ha ceduto, dopo i nefasti fatti che hanno portato al cedimento di Ben Solo db al lato oscuro.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Grogu è un trovatello mandaloriano ora sotto la custodia di Din, come vuole il Credo dei Figli della Ronda. Come trovatello, Grogu ha diritto all’armatura in beskar, come è capitato a Din prima di lui. C’è un solo mandaloriano che ha indossato il beskar e ha impugnato una spada laser, Tarre Vizsla, circa mille anni prima rispetto a questi fatti. Luke sembra allontanare questa ipotesi perché conosce la storia di Tarre? Conosce qualche dettaglio in più rispetto a ciò che sappiamo noi? O è semplicemente spaventato dalle conseguenze determinate dall’attaccamento, come Ahsoka?

Personalmente, dopo aver stuzzicato il palato dei fan con l’accostamento della spada laser a Grogu, non credo sia opportuno che Grogu non impugni una spada laser. Anche se questo può creare un’incongruenza con un altro contenuto canonico, per la precisione il terzo numero della bellissima miniserie L’Ascesa di Kylo Ren. In questo fumetto, Ben Solo racconta ai Cavalieri di Ren, con la speranza di entrare a far parte dell’organizzazione, della sua disavventura al Tempio Jedi quando faceva parte dell’Accademia di Luke Skywalker. Ben, in particolare, si riferisce agli studenti Voe, Hennix e Tai, e dice: “Io fui il primo, ma loro arrivarono non molto dopo”.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Insomma, sembra che sia Ben il primo studente dell’Accademia di Luke, il che farebbe pensare che Grogu sceglierà l’armatura mandaloriana e rifiuterà la proposta di Luke. Ma molto spesso quando si acquisisce una posizione sul Canone, si finisce per essere smentiti. Da quel dialogo, infatti, sembra che Ben si riferisca al fatto di essere il primo relativamente al gruppo di studenti di cui rivendica l’uccisione. Cosa ci impedisce di pensare che in realtà il primo studente possa essere stato proprio Grogu e che successivamente abbia abbandonato l’allenamento costringendo Luke a ricominciare da capo, da Ben? Ricordiamo, inoltre, che il figlio di Han Solo db e Leia Organa db ha circa 4 anni durante i fatti di The Book of Boba Fett. Lui finirà per uccidere tutti e tre gli studenti, ma non sarebbe stata ancora la “buona morte” che i Cavalieri di Ren gli chiedono come prova di iniziazione per entrare a far parte del gruppo.

Uno dei momenti più emozionanti dell’episodio per me è, poi, quello in cui viene riprodotto il tema di Yoda db. Naturalmente si crea un parallelismo tra il Gran Maestro Jedi e il piccolo Grogu, e quasi sicuramente presto scopriremo di più sulla specie a cui appartengono i due, che finora è rimasta avvolta nel mistero. Uno dei momenti più emozionanti, poi, sarà con ogni probabilità quello in cui Grogu parlerà per la prima volta.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Ma come parlerà Grogu? Luke gli chiede se si ricorda come parlavano i suoi simili, perché ha intuito che Grogu ha solo rimosso alcuni dettagli sul suo passato, ma che ha vissuto molte vicende, alcune decisamente negative (come Din). Come per i suoi simili, inoltre, per Grogu il tempo fluisce diversamente (Yoda è morto a circa 900 anni).

Ci sono poi delle controversie sul destino della spada laser di Yoda, che Luke offre a Grogu. Nella serie a fumetti Darth Vader db 2017, il neo Imperatore Palpatine db decide di far mettere al rogo le spade laser dei Jedi ritrovate dopo la Purga, e tra queste anche quella del Maestro Yoda, che era stata perduta durante il duello con lo stesso Palpatine durante le vicende narrate in Episodio III, ed era rimasta nella disponibilità del Sith. In un evento pubblico, Palpatine incarica il gran visir dell’Impero, il Chagriano db Mas Amedda db, il quale impugna chiaramente la spada laser di Yoda, di distruggere le spade laser appartenute ai Jedi. Naturalmente ci possono essere tante spiegazioni rispetto a questa apparente contraddizione: Yoda può aver ricostruito una nuova spada laser su Dagobah db o potrebbe possedere più di una spada laser. Non abbiamo certezze a quale spada Luke faccia riferimento nel Capitolo 6 di The Book of Boba Fett. Allo stesso tempo, è inevitabile che dopo ogni contenuto di Star Wars si faccia un gran parlare di presunte incongruenze con il Canone, le quali molto spesso non si rivelano tali.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Venendo ad Ahsoka, la Togruta db dice a Luke che quasi sicuramente si rivedranno. Ahsoka si definisce un’amica della famiglia Skywalker e sembra conoscere Luke da molto. Nella serie TV su Ahsoka, a questo punto, c’è spazio per mostrare come i due si sono conosciuti per la prima volta (con un flashback) e perché Ahsoka non è stata presente durante le vicende della trilogia originale. E su questo punto serve una spiegazione molto convincente… (anche se probabilmente legata al finale di Rebels e al destino di Ezra Bridger db e Thrawn db) Dopo queste premesse, in altri termini, e con un ritorno tanto dettagliato di Cad Bane, possiamo aspettarci che la serie tv Ahsoka sarà come una quinta stagione di Rebels in live-action.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Non si possono non citare, poi, gli espliciti riferimenti fatti da Filoni nel corso della puntata al modo di fare cinema di Sergio Leone. Al di là del fatto che Cad Bane è una sorta di riproposizione in chiave Star Wars del personaggio del “Cattivo” de Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo, la puntata inizia con un pannello arrugginito che fa rumore al soffio del vento. È stato proprio Sergio Leone uno dei primi registi a dare grande rilevanza agli effetti sonori all’interno dei propri film (si veda la prima scena di C’era una volta il West a tal proposito).

Ci sono molti altri riferimenti a scene “leoniane”, per esempio nel modo di reagire di Cobb Vanth db alle prepotenze dei Pyke o nella sequenza dello scontro verbale tra lo stesso Vanth e Cad Bane. Cobb Vanth sta diventando un personaggio molto importante in questa fase di Star Wars, lui che nasce da un’opera prettamente letteraria, la trilogia di romanzi Aftermath di Chuck Wendig.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

È un grande piacere vedere un personaggio letterario trasposto in maniera così enfatica in live-action, anche se ci sono un paio di difformità rispetto alla storia che abbiamo conosciuto su carta. Mos Pelgo, infatti, si chiamava già Freetown quando Vanth era ancora dotato dell’armatura di Boba Fett, mentre nel Capitolo 6 ci viene detto che “adesso” si chiama Freetown. In The Mandalorian, poi, Vanth era entrato in possesso dell’armatura di Boba in una maniera che non corrispondeva perfettamente alle vicende narrate in Aftermath.

C’è qualcosa da dire anche a proposito di R2-D2 db. Al di là delle tante scene che in questa parte citano Episodio V, R2 si spegne nell’esatto momento in cui non vuole dare più aggiornamenti circa la posizione di Luke, il che sembra andare a spiegare uno degli (apparenti) principali passaggi a vuoto della struttura narrativa di Episodio VII, quando improvvisamente si sveglia nel momento in cui ritiene che Luke “non è più in pericolo”, servendo su un piatto d’argento agli sceneggiatori lo snodo cruciale per la parte conclusiva della storia. R2-D2 dimostra ancora una volta di essere un droide decisamente atipico e, in virtù della sua lunga esperienza a fianco dei Jedi, di conoscere i misteri di questi ultimi.

The Book of Boba Fett è ciò che la trilogia sequel sarebbe dovuta essere?, Star Wars Addicted

Ma a questo punto la domanda che ci si potrebbe porre è decisamente un’altra: cosa c’entrano con tutto questo i primi quattro capitoli di The Book of Boba Fett? Se penso alla differenza di qualità tra il disastroso Capitolo 3 e a questo Capitolo 6 mi vien quasi da ridere. Ed è troppo semplice rispondere “niente”. Può esserci stato un cambio di rotta in corso: sicuramente Jon Favreau e Dave Filoni hanno pensato a questa storia fin dall’ultimo episodio della seconda stagione di The Mandalorian. Forse era una storia troppo breve da inserire in una stagione a parte di The Mandalorian e sicuramente hanno altro da raccontare in The Mandalorian 3 (il ruolo di Grogu nella creazione di Snoke db e Rey db, secondo me…)

Può anche darsi che abbiano deciso di non chiamare The Book of Boba Fett con il titolo di The Mandalorian Stagione 3 per non anticipare il ritorno di Luke, che era diventato evidente con le ultime enfatiche parole di Din Djarin nel Capitolo 5. “Prima devo fare visita a un piccolo amico”.

Ma non è tanto questo che mi interessa personalmente. Sono più attratto da come i due stanno raccontando il periodo “storico” del post-Endor, incastonando gli avvenimenti dove è possibile, pensando solo a raccontare e a modellare la galassia, piuttosto che a un filo conduttore che tenga unite le serie. In The Book of Boba Fett abbiamo una prima parte con Fett e Shand, una seconda in cui Djarin diventa protagonista, e un finale di stagione che riunisce le due parti come se fosse un film unico.

E poi quel prendere il posto della trilogia sequel nei cuori degli appassionati. È fin troppo facile: qui siamo vicini al giovane Luke, siamo vicini alla fine dell’Impero e siamo vicini anche a Yoda, ai suoi insegnamenti, al baratro in cui è caduta la galassia e a Darth Vader, insomma a quanto di più amiamo di Star Wars. Chi conosce tutte le opere collaterali ha sicuramente apprezzato anche la prima parte di The Book of Boba Fett, con tutti i suoi riferimenti, ma chi è legato solo ai film ha bisogno di contenuti come il Capitolo 6. La trilogia sequel, di cui il sottoscritto non è assolutamente un detrattore, anzi, è forse voluta andare troppo in là. Una scelta che ci sta se i risultati sono questi, ovvero la possibilità di ricucire passato e presente servendosi di Disney+.


♦ DIVENTA UN SUPPORTER!

Supporta Star Wars Addicted, elimina le pubblicità e sblocca vantaggi esclusivi! Scopri come qui.

Non dimenticare di restare aggiornato

Per non perdere nessuna notizia su Star Wars seguici su Facebook, Instagram e TikTok.
Raggiungici anche sulla chat Telegram, per chiacchierare con la redazione e tanti altri fan della Saga, e non dimenticare di unirti al Canale ufficiale per ricevere in tempo reale notifiche su news e aggiornamenti!

Supervisor Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Supporter

Diventa un Supporter. Scopri come!

Film e serie tv in arrivo

5 Agosto 20225 Agosto 2022
31 Agosto 202231 Agosto 2022

Autunno 2022Autunno 2022
28 Settembre 202228 Settembre 2022

Dicembre 2023 (?)Dicembre 2023 (?)
2023 (?)2023 (?)

Primavera 2023Primavera 2023
20232023

The MandalorianFebbrario 2023
20232023

Data SconosciutaData Sconosciuta
Primavera 2023Primavera 2023

20232023
Data SconosciutaData Sconosciuta

Ultimi articoli