The Mandalorian
The Book of Boba Fett
Obi-Wan Kenobi
Andor
The Bad Batch
HomeEditorialiSiete pronti a rivedere Luke Skywalker?

Leggi anche

Siete pronti a rivedere Luke Skywalker?

Questo articolo è un editoriale. Significa che contiene un'opinione, un parere o un'interpretazione personale dell'autore che può - eventualmente - essere diversa o discordante dalle opinioni del resto della redazione di Star Wars Addicted.

Il Capitolo 5 di The Book of Boba Fett ha alzato, e di molto, l’asticella. Dopo questi 50 minuti le aspettative sono alle stelle per il finale di stagione, con la sensazione che un trio, e non più un duo, sarà protagonista, con Din Djarin db che affiancherà Fennec Shand db e Boba Fett db. In più, a loro potrebbero aggiungersi alleati celeberrimi dell’immaginario di Star Wars.

Il Capitolo 5 rappresenta un’inversione di rotta perentoria rispetto ai quattro episodi precedenti, che ci fa capire che The Book of Boba Fett non è in realtà una serie che si sostiene da sola, ma è strettamente imparentata con The Mandalorian, addirittura una parte di quest’ultima. Un fluire unico di avvenimenti che non guarda neanche al nome stesso della serie, puntando tutto sull’immensa vastità dell’immaginario di Star Wars. Con il rischio che i primi quattro capitoli diventino fondamentalmente inutili (pur con gli alti che abbiamo detto per il Capitolo 2 e il Capitolo 4) e che la seconda parte di stagione sia una sorta di trampolino di lancio per The Mandalorian 3.

La prima parte, nello specifico, è di difficile comprensione se non con un’enciclopedica conoscenza delle tradizioni di Mandalore e un’attenta revisione dei dialoghi. Ciò che è più importante afferrare è che Mandalore è sin dal principio fondato sulla rivalità e sull’onore basato sui duelli. Questo ha costellato la storia del pianeta di continui combattimenti, fino all’emergere di una fazione, i Nuovi Mandaloriani, che invece ha puntato sul pacifismo.

Siete pronti a rivedere Luke Skywalker?, Star Wars Addicted

Il clan a cui appartiene Din Djarin, i Figli della Ronda, è invece uno dei più conservatori e intransigenti, puntando tutto sulla tradizione di Mandalore, in quella che viene definita la Via, in un momento, appena successivo alla Grande Purga, in cui il popolo dei mandaloriani (che esiste da 10 mila anni) è stato annientato quasi completamente. I Figli della Ronda interpretano il lascito dell’antico Mandalore in maniera talmente pura da obbligare i propri affiliati a non rinunciare mai all’armatura mandaloriana e a non togliersi mai l’elmo. Il che non è necessariamente automatico per i molti altri clan di Mandalore.

Protagonista di questa prima parte dell’episodio è la Spada Oscura. “Se viene vinta secondo il Credo in battaglia è stato detto che un guerriero ne sconfiggerà venti e le moltitudini cadranno di fronte a essa. Se tuttavia questa non viene vinta in combattimento e cade nelle mani dell’indegno ci sarà una maledizione sulla nazione. Mandalore verrà distrutto e la sua gente si disperderà ai quattro venti”.

Sono le parole del fabbro, leader dei Figli della Ronda, che sembrano alludere a ciò che è successo in seguito alla decisione di Bo-Katan Kryze db. Colei che è leader dei Gufi della Notte è, infatti, entrata in possesso della Spada Oscura non in combattimento, ma perché concessale da Sabine Wren db. Poi i clan di Mandalore la legittimarono quale Reggente (perché sorella della precedente Reggente, Satine), ma appunto senza il volere della Spada Oscura.

Siete pronti a rivedere Luke Skywalker?, Star Wars AddictedIn questo eterno conflitto fra rispetto radicale delle tradizioni di Mandalore e apertura a nuovi valori è molto importante la figura di Sabine Wren. Lei, che è discendente della Casata Vizsla, ovvero la naturale depositaria della Spada Oscura, meriterebbe il possesso della spada, ma si schiera dalla parte dei valori emergenti, ovvero dalla parte delle sorelle Kryze. Dov’è finita Sabine? Perché non è presente nelle vicende del Mandaloriano? Lo scopriremo con la serie su Ahsoka?

“I canti di epoche antiche hanno predetto che il Mytosauro (il simbolo di Mandalore ndr) si sarebbe levato per annunciare una nuova era per Mandalore. Purtroppo, esso esiste solamente nelle leggende” dice ancora il fabbro. “Solo coloro che percorrono la Via scamperanno alla maledizione profetizzata nel Credo. Le nostre forze furono disperse ma la nostra adesione alla Via ha preservato la nostra eredità per generazioni fino a quando torneremo sul nostro pianeta natale”.

Con queste parole, sembra venirsi a creare un parallelismo con le profezie a cui credono gli stessi Jedi e, in particolare, a cui si ispira Qui-Gon Jinn. Inoltre, la Via, oltre che di onore, parla anche di lealtà e solidarietà. Con quest’ultima parola ci si riferisce, come abbiamo appreso dalle prime due stagioni di The Mandalorian, soprattutto alla missione di rintracciare e proteggere i trovatelli, ovvero altre vittime, come i mandaloriani, della ferocia dell’Impero.

Siete pronti a rivedere Luke Skywalker?, Star Wars Addicted

Il trovatello Grogu db è destinato a diventare un Jedi e, come tale, non può intrattenere con Din una relazione di attaccamento. Ma questo sembra in opposizione con il Credo, che impone a Din di stare al fianco di Grogu e di proteggerlo. Si noti anche che si identificano con la stessa parola la Grande Purga dei Jedi derivata dall’Ordine 66 e la Grande Purga di Mandalore.

Ma Din Djarin ha tolto l’elmo durante le vicende delle prime due stagioni di The Mandalorian. Per questo “peccato”, secondo il Credo, si può essere redenti solo nelle acque viventi sotto le miniere di Mandalore, andate tutte distrutte in seguito alla Grande Purga. Fino a quando non completerà questa missione, Din non è più un Mandaloriano.

Nella puntata ci sono tanti altri elementi interessanti, che rimandano all’universo crossmediale in vari modi, come il caccia stellare N-1 della guardia reale di Naboo db e il ritorno del percorso della gara con gli sgusci che abbiamo seguito in passato con il piccolo Anakin Skywalker db, così come BD, il piccolo droide appartenente alla stessa serie del droide di Cal Kestis db, il protagonista del videogioco Star Wars Jedi: Fallen Order.

Siete pronti a rivedere Luke Skywalker?, Star Wars Addicted

Quando Fennec Shand chiede aiuto a Din Djarin per unirsi nella lotta di Boba Fett contro i Pyke, l’episodio si conclude con queste parole: “Prima devo fare visita a un piccolo amico”. Chi ha seguito The Mandalorian, sa che equivalgono a dire: “Prima devo rivedere Luke Skywalker db.


♦ DIVENTA UN SUPPORTER!

Supporta Star Wars Addicted, elimina le pubblicità e sblocca vantaggi esclusivi! Scopri come qui.

Non dimenticare di restare aggiornato

Per non perdere nessuna notizia su Star Wars seguici su Facebook, Instagram e TikTok.
Raggiungici anche sulla chat Telegram, per chiacchierare con la redazione e tanti altri fan della Saga, e non dimenticare di unirti al Canale ufficiale per ricevere in tempo reale notifiche su news e aggiornamenti!

Supervisor Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Supporter

Diventa un Supporter. Scopri come!

Film e serie tv in arrivo

5 Agosto 20225 Agosto 2022
31 Agosto 202231 Agosto 2022

Autunno 2022Autunno 2022
28 Settembre 202228 Settembre 2022

Dicembre 2023 (?)Dicembre 2023 (?)
2023 (?)2023 (?)

Primavera 2023Primavera 2023
20232023

The MandalorianFebbrario 2023
20232023

Data SconosciutaData Sconosciuta
Primavera 2023Primavera 2023

20232023
Data SconosciutaData Sconosciuta

Ultimi articoli