News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiRichard Marquand – I registi della Saga

Leggi anche

Richard Marquand – I registi della Saga

Richard Marquand nasce il‭ ‬22‭ ‬settembre‭ ‬1937‭ ‬nei dintorni di Cardiff,‭ ‬nel Galles.‭ Figlio di un economista e di una deputata laburista, studia alla Emanuel School di Londra e successivamente all’Università di Aix-Marseille in Francia,‭ ‬per poi spostarsi al King’s College di Cambridge.‭ ‬Durante il periodo di leva obbligatoria Marquand decide di studiare il mandarino e viene successivamente inviato ad Hong Kong.

Richard Marquand, Richard Marquand – I registi della Saga, Star Wars Addicted
Richard Marquand.

Verso la fine degli anni sessanta‭ ‬inizia la sua carriera cinematografica dirigendo documentari televisivi per la BBC,‭ ‬dove nel tempo riesce a dirigere anche alcuni episodi di serie TV come One Pair of Eyes (quattro episodi fra il 1967 ed il 1970) e Search for the Nile‭ (due episodi nel ‬1972). Nel‭ ‬1977‭ ‬realizza un film per bambini,‭ ‬Big Enry‭ ,‭ ‬vincitore di un premio Emmy.‭ ‬Successivamente collabora anche con il celebre corrispondente estero James Cameron ad una serie di lunghissima data chiamata Cameron Country.‭ ‬Nel‭ ‬1978‭ finalmente ‬dirige il suo primo lungometraggio‭,‬The Lagacy,‭ ‬ed un anno dopo realizza Birth of the Beatles, un film biografico dedicato alla nascita della famosa band di Liverpool,‭ ‬in cui incorpora diverse delle sue tecniche documentaristiche apprese durante gli anni.

Ad inizio anni ottanta, dall’altra parte dell’oceano atlantico, George Lucas dopo aver affidato la regia de L‘Impero colpisce ancora al suo vecchio insegnante Irvin Kershner‭ ha un idea molto chiara in mente riguardo chi debba dirigere il terzo,‭ ‬ed allora ultimo,‭ ‬capitolo della sua trilogia:‭ ‬il caro amico Steven Spielberg.‭ I due assieme hanno già regalato al pubblico una delle maggiori icone cinematografiche di quegli anni,‭ ‬Indiana Jones,‭ ‬e la voglia di lavorare di nuovo fianco a fianco certamente non manca.‭ ‬Proprio in quel momento si para loro davanti un ostacolo di non poco conto,‭ ‬la Director’s Gulid.‭ ‬In quel periodo il rapporto tra la Director’s Guild e Spielberg non è rose e fiori e l’unico vincolo imposto a Lucas dalla corporazione di registi cinematografici e televisivi statunitensi è proprio il divieto di affidare la sedia della regia al signor Spielberg.

Lucas si trova quindi costretto a cercare un sostituto che sia all’altezza della conclusione della trilogia,‭ ‬tenendo bene in mente la fama planetaria di cui oramai Star Wars gode.
Il giovane californiano inizia a guardarsi attorno e la sua prima scelta è quella di David Lynch,‭ ‬fresco del successo per‭ ‬The Elephant Man,‭ ‬ma Lynch,‭ ‬affermando di non avere interesse alcuno per il progetto,‭ ‬rifiuta l’offerta.‭ ‬Preso atto del rifiuto di Lynch Lucas non si perde d’animo e propone la partita a David Cronenberg,‭ ‬che rifiuta anch’esso il lavoro per concentrarsi su altri progetti personali.‭ Trovandosi a corto di tempo e valide alternative Lucas si rivolge ad un nome meno noto dei precedenti:‭ ‬Richard Marquand.‭ ‬La scelta viene operata da Lucas dopo aver visto l’ultimo lavoro del regista,‭ ‬Eye of the Needle‭ (‬1981),‭ ‬ispirato al famoso romanzo di Ken Follet.

Anni dopo, riguardo alla scelta di Marquand come regista Lucas afferma:

‭“‬Marquand aveva girato degli ottimi film di suspense ed era davvero bravo nel gestire gli attori. Eye of the Needle era il suo film che mi aveva maggiormente impressionato,‭ ‬era davvero ben girato e aveva una grande energia ed un’ottima tensione‭.”

Richard Marquand accetta il lavoro, ben sapendo che Lucas,‭ ‬riservatosi il ruolo di direttore della seconda troupe,‭ ‬sarà una presenza costante sul set, pronto a mettere l’ultima parola sulla realizzazione del nuovo capitolo della sua creatura.

‬Ironizzando su questo aspetto,‭ ‬Marquand dice:

‭“‬E‭’ ‬un po‭’ ‬come dirigere Re Lear,‭ ‬con Shakesperare nella stanza accanto‭!”

Richard Marquand, Richard Marquand – I registi della Saga, Star Wars Addicted
Regista ed Imperatore impegnati nella rilettura del copione.

Durante la lavorazione del film il rapporto fra George Lucas e Richard Marquand è particolare,‭ ‬in quanto Marquand nonostante gli accordi presi con il padre padrone di Star Wars insiste per cambiare alcuni aspetti riguardanti la trama della pellicola.
Un esempio di questi cambiamenti alla sceneggiatura originale caldamente promossi da Marquand interessa il personaggio del maestro Yoda,‭ ‬che in un primissimo momento Lucas non ha intenzione di far tornare in scena.‭ È ‬solo con l’insistenza di Marquand,‭ ‬che vede nel piccolo alieno verde una figura sicuramente essenziale,‭ ‬che Lucas si convince a far ritornare Luke Skywalker sul pianeta Dagobah.‭ ‬Una volta deciso di riutilizzare il personaggio di Yoda Lucas consulta uno psicologo infantile che afferma che il pubblico più piccolo ha bisogno di una conferma,‭ ‬da parte di un personaggio positivo,‭ ‬di quanto detto nel precedente episodio,‭ ‬ovvero che Darth Vader è il padre di Luke.‭ È ‬qui che la scena in cui Yoda conferma il rapporto familiare tra Luke e Vader vede la luce.

In tutto questo viene da chiedersi dove sia la verità,‭ ‬e se davvero attori,‭ ‬troupe e perfino lo stesso George Lucas siano contenti della scelta di Richard Marquand come regista…la risposta non è così scontata.

Richard Marquand, Richard Marquand – I registi della Saga, Star Wars Addicted
Marquand alle prese con il nostro strapezzente cafone preferito.

Durante le riprese del film,‭ ‬tra il gennaio ed il maggio del‭ ‬1982,‭ ‬il direttore della fotografia Alan Hume litiga con la produzione per il modo in cui troupe ed cast trattano Marquand, a tal punto che Hume viene licenziato e la fotografia della pellicola affidata ad un altro.‭ ‬Anni dopo,‭ ‬durante un intervista,‭ ‬Irvin Kershner dichiara che sul set del film furono in pochi a trovarsi a proprio agio con Marquand‭; ‬a causa di questo in svariate scene le indicazioni al cast‭ ‬vennero date direttamente da Lucas.‭ ‬Sempre secondo Kershner i rapporti tra Marquand e Lucas durante le riprese furono pessimi anche se,‭ ‬a volerla dire tutta,‭ ‬nel commento dell’edizione DVD del film George Lucas non risparmia lodi per la figura di Richard Marquand,‭ ‬ed in altre interviste arriva perfino ad affermare di averlo affiancato solamente perché Marquand non aveva esperienza nel campo degli effetti speciali.

Difficilmente sapremo mai come stanno le cose,‭ ‬soprattutto in un mondo,‭ ‬quello di Hollywood,‭ ‬dove vige la regola del giocare politicamente corretto più volte possibile.‭
‬Richard Marquand purtroppo ci lascia nel‭ ‬1987,‭ ‬a soli‭ ‬49‭ ‬anni,‭ ‬a causa di un ictus.
Il modo più giusto per ricordarlo e celebrarlo è quello di spegnere il dispositivo su cui state leggendo questo articolo,‭ ‬accendere la TV, pigiare play, e far partire un certo film: Luke Skywalker è tornato al suo remoto pianeta natale Tatooine,‭ ‬nel tentativo di
strappare il suo amico Han Solo dalle grinfie del malvagio bandito,‭ ‬Jabba The Hutt…

Richard Marquand, Richard Marquand – I registi della Saga, Star Wars Addicted
E vissero tutti felici e contenti, almeno fino ad Exegol!

Cosa ne pensate di questo articolo‭? ‬Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi‭!

Senior Editor

Classe 1990, nel 2002 scopro la saga di Lucas e me ne innamoro, con la trilogia classica nel cuore. Appassionato di cinema in tutte le sue forme, di rock, heavy metal e trekking. Lo dico e lo ripeto: sono anni meravigliosi per amare la galassia lontana lontana.

Seguici in live, tutti i venerdì alle 21:00!

Ultimi articoli