News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiLa Dea Segnapunti ed il credo dei Trandoshani - Guida al Canon

Leggi anche

La Dea Segnapunti ed il credo dei Trandoshani – Guida al Canon

Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Noti in tutta la Galassia per essere dei feroci quanto abili cacciatori, i Trandoshani venerano la caccia e la sua Dea Segnapunti, in un credo che lega i trofei alla vita ultraterrena. Alla base della società trandoshana, vi è una vera e propria religione che ruota intorno alla caccia.

Essa, perciò, non è semplicemente uno sport o la soddisfazione di un desiderio irrefrenabile di sangue, che pure non deve trascurarsi, ma lo strumento attraverso cui ci si assicura un posto privilegiato dopo la propria morte. Tanto più la preda è ambita, tanti più saranno i punti Jagannath che la Dea Segnapunti assegnerà al cacciatore.

La Dea Segnapunti ed il credo dei Trandoshani – Guida al Canon, Star Wars Addicted
Un cacciatore di taglie Trandoshano che attacca Mando su Arvala-7

I Trandoshani cacciano in gruppo guidati da un capocaccia , con l’aiuto ed il supporto dei più esperti. In caso di necessità o pericolo, attraverso un richiamo si segnala la propria posizione ai compagni, così da ricevere immediato soccorso. Nella caccia è ammesso tutto, l’uso di blaster e navi, speeder e hovercraft, armi bianche come vibrolame ed anche gli artigli; qualsiasi mezzo che sia idoneo ad uccidere il nemico permette di ricevere punti dalla Dea.

I giovani devono superare delle prove per dimostrare il loro valore, dal seguire una traccia al catturare una preda, fino, naturalmente, all’ucciderla. Tra le principali vittime dei Trandoshani vi sono gli Wookie, il cui pianeta natale Kashyyyk si trova nell’omonimo sistema, che ospita, nel settore Mytaranor, il pianeta Trandosha o Dosh,  luogo di origine della specie di rettili umanoidi.

Non c’é piacere più appagante per un Trandoshano che uccidere un odiato Wookie, anche se solo un infante. Spesso, infatti, i piccoli di Wookie vengono rapiti ed utilizzati per la prova finale di giovani Trandoshani, che possono superare uccidendo e squartando il piccolo indifeso, nel rito del cosiddetto spargisangue, sempre che ne abbiano il fegato.

La Dea Segnapunti ed il credo dei Trandoshani – Guida al Canon, Star Wars Addicted
La tragedia di Nokk

Un caso conosciuto di Trandoshano che si è sottratto alla prova, dimostrando empatia verso una preda, è Nokk. Questa sua debolezza le è costato l’esilio e la purga di tutta la sua linea di sangue da parte del capo della battuta di caccia Skikkesk. Eppure, Nokk non è l’unica Trandoshana nota ad avere intrapreso una strada diversa da quella dei suoi simili. Ai tempi dell’Alta Repubblica, uno dei più grandi (e tormentati) difensori della vita era il Maestro Jedi Skeer, assegnato al Faro Starlight. Non può farsi a meno di citare anche Feresk Tssat, soprannominato “Frisk“, membro della Squadriglia Vanguard della Nuova Repubblica, personaggio del videogioco “Star Wars: Squadrons“, che ha indubbiamente dimostrato un’indole ben più bonaria del resto della sua specie.

Non sempre, però, la prova finale consiste nel dissanguamento di una preda già catturata. L’iniziato può essere messo alla prova affrontando la preda in un corpo a corpo, provando così il proprio valore dopo aver sconfitto e, quindi, ucciso l’avversario. In questo caso, prima della grande caccia, i partecipanti si riuniscono innanzi ad un fuoco rituale ed incitano l’iniziato affinchè sia pronto.

Durante le Guerre dei Cloni, un gruppo di cacciatori Trandoshani era solito catturare prede e trasportarle sulla luna di Wasskah, dove sarebbero state messe in libertà, senza armi, per essere cacciate. Questo gruppo guidato da Garnac si dimostrò particolarmente feroce ed ambizioso, al punto di catturare Padawn, tra cui Ahsoka Tano, e il possente Wookie Chewbacca. Tuttavia, si dimostrarono ben attenti a non osare troppo. Se avessero, infatti, sfidato un Cavaliere Jedi o persino un Maestro, forse non avrebbero avuto grandi possibilità di riuscita. In ogni caso, privavano la vittima di qualsiasi arma, incluse le spade laser, per prevenire spiacevoli sorprese.

La Dea Segnapunti ed il credo dei Trandoshani – Guida al Canon, Star Wars Addicted
Garnac, il figlio Dar, e gli altri cacciatori trovano la concentrazione prima della caccia

Cosa ne pensate degli spietati Trandoshani? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!

RESTA AGGIORNATO!

Per non perdere nessuna notizia su Star Wars seguici su Facebook, Instagram e TikTok.
Raggiungici anche sulla chat Telegram, per chiacchierare con la redazione e tanti altri fan della Saga, e non dimenticare di unirti al Canale ufficiale per ricevere in tempo reale notifiche su news e aggiornamenti!

Supervisor Editor

Appassionato di Star Wars dal 1996, quando mio padre mi regalò il primo Millennium Falcon. Da allora, continuo a seguire tutto ciò che riguarda la Galassia Lontana Lontana, con particolare attenzione al canone.

Ultimi articoli