News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiUn punto di contatto tra i romanzi de L'Alta Repubblica e Thrawn?

Leggi anche

Un punto di contatto tra i romanzi de L’Alta Repubblica e Thrawn?

Editoriale
Questo articolo è un editoriale. Significa che contiene un'opinione, un parere o un'interpretazione personale dell'autore che può - eventualmente - essere diversa o discordante dalle opinioni del resto della redazione di Star Wars Addicted.

L’ultimo numero della serie a fumetti Star Wars, in Italia nelle fumetterie da pochi giorni per effetto della distribuzione di Panini Comics, potrebbe aver confermato un punto di contatto tra i romanzi de L’Alta Repubblica e quelli di Thrawn. Dedicato al Gran Moff Tarkin e con titolo Il Volere di Tarkin, l’arco narrativo che inizia con questo fumetto rappresenta uno splendido esempio della crossmedialità che Lucasfilm sta strutturando con le varie opere di Star Wars. Soprattutto questa pagina ne rappresenta un esempio molto esplicito.

, Un punto di contatto tra i romanzi de L’Alta Repubblica e Thrawn?, Star Wars Addicted

In poche vignette assistiamo a citazioni de L’Alta Repubblica, The Mandalorian, la trilogia originale e quella sequel, Rogue One, al romanzo dedicato allo stesso Tarkin di James Luceno e molto probabilmente anche ai romanzi di Thrawn. Tarkin manda la donna che diventerà la Tenente Comandante Zahra e rivale della principessa Leia Organa sull’Altopiano di Carrion, che gli appassionati conoscono proprio dal romanzo su Tarkin. Poi incontra il Direttore Krennic, suo rivale per il controllo del progetto che ha portato alla costruzione della prima Morte Nera (sulla quale Tarkin muore), e successivamente Darth Vader.

Quest’ultimo, riferendosi a Zahra, gli dice: “Ho sentito parlare di lei. Della tua trovatella”, un identificativo che abbiamo sentito in The Mandalorian. Qui, infatti, abbiamo appreso che il clan dei Figli della Ronda si è posto l’obiettivo di ritrovare i tanti trovatelli e orfani di guerra che i vari conflitti hanno generato. Din Djarin vede lo stesso Grogu come un trovatello.

Ma le sorprese non finiscono qui, perché qualche vignetta dopo si passa all’Alta Repubblica. Tarkin incarica Zahra di trovare un signore della guerra. “Questo signore della guerra si chiama Burnium Ro. Opera da una fortezza in un mondo dell’orlo intermedio chiamato Ikkrukk dice Tarkin a Zahra, e poi. “Questo Ro utilizza la stessa retorica e lo stesso simbolismo di una vecchia organizzazione criminale chiamata Nihil. In passato, quell’organizzazione ha portato distruzione in tante parti della galassia. Erano agenti del Caos.

, Un punto di contatto tra i romanzi de L’Alta Repubblica e Thrawn?, Star Wars Addicted

Ora, Burnium Ro è probabilmente un discendente di Marchion Ro, leader e Occhio dei Nihil ai tempi dell’Alta Repubblica. È meno chiaro il riferimento al Caos. Nei romanzi della trilogia Thrawn: L’Ascendenza, il Caos è un’area dello spazio nelle Regioni Ignote.

I Chiss, la specie a cui appartiene il Grand’Ammiraglio Thrawn, sono in grado di navigare il Caos solo con l’ausilio di quelle che vengono definite sky-walker, giovani donne Chiss che, armate di Terza Vista, possono fare da navigatrici anche in quelle aree dello spazio in cui le rotte iperspaziali non sono già state tracciate.

Ora, questo aspetto è presente anche nei romanzi de L’Alta Repubblica, in quel caso deputato ai membri del clan San Tekka e, in particolare a Mari San Tekka, navigatrice dell’Occhio dei Nihil, Marchion Ro. È grazie all’abilità di Mari San Tekka che Marchion Ro riesce a spostarsi velocemente per lo spazio, generando quelli che vengono definiti Varchi. Il Grande Disastro del 232 BBY è stato causato proprio dalla tecnologia dei Varchi, i quali permettono ai Nihil di entrare nell’iperspazio da quasi ogni luogo senza dover elaborare calcoli complessi che normalmente richiedono navicomputer. Le navi dei Nihil possono apparire e scomparire a piacimento, come spiriti possono essere ovunque in ogni istante.

, Un punto di contatto tra i romanzi de L’Alta Repubblica e Thrawn?, Star Wars Addicted

Insomma, le sky-walker Chiss e i membri del clan San Tekka sembrano condividere un’abilità che in qualche modo consente loro di spostarsi nello spazio rapidamente e senza conoscere le rotte iperspaziali, affidandosi a qualcosa di molto simile all’istinto. Le parole prima riportate pronunciate da Tarkin, inoltre, sembrano stabilire un’ulteriore connessione tra Chiss e San Tekka (ricordiamo la presenza di Lor San Tekka in Episodio VII: Il Risveglio della Forza e il suo confronto con Kylo Ren).

La sensazione è che questi contenuti stiano insistendo in maniera decisa su queste abilità. Le ritroveremo presto in opere più centrali come film e serie TV? E i romanzi de L’Alta Repubblica e di Thrawn sono destinati a convergere?

Senior Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Seguici in live, tutti i venerdì alle 21:00!

Ultimi articoli