News

Guide

Serie

Live

HomeGuide al CanonBoss Nass, il leader dei Gungan - Guida al Canon

Leggi anche

Boss Nass, il leader dei Gungan – Guida al Canon

Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

La Trilogia Prequel di Star Wars uscita a cavallo dei primi anni duemila ci ha regalato momenti visivamente suggestivi ed ha ampliato la nostra conoscenza delle creature della galassia lontana lontana. George Lucas, forte di una CGI non presente al tempo dell’amata Trilogia Classica, si è decisamente sbizzarrito dando vita ad alieni sempre più particolari. Uno di questi è sicuramente il Gungan Boss Nass.

Boss Nass (il cui nome è Rugor) nacque decenni prima dell’invasione di Naboo da parte della Federazione dei Mercanti. Da giovane manifestò subito una forte indole militaresca, che assieme al suo carattere rude e deciso, lo portò a decidere di prestare servizio nella Grande Armata Gungan assieme al suo caro amico Tobler Ceel, fiero di poter difendere il suo amato popolo. Dopo anni di carriera militare Nass iniziò a scalare la piramide del potere della comunità Gungan, sino a diventarne il capo, amministrando la suggestiva città sottomarina di Otoh Gunga, posta sotto il lago Paonga del pianeta Naboo. Poco dopo la sua incoronazione con uno dei suoi primi atti ordinò la costruzione di una nuova e superba sala riunioni, destinata agli incontri con il suo Alto Consiglio, di nuovi uffici (che al tempo dell’invasione di Naboo erano pronti ma ancora non utilizzati) e perfino di nuove suite, a testimonianza di come adorasse ostentare la sua posizione di potere.

Boss Nass, Boss Nass, il leader dei Gungan – Guida al Canon, Star Wars Addicted
La città sottomarina di Otoh Gunga in tutto il suo splendore.

Invasione di Naboo:

Poco tempo dopo l’arrivo su Naboo della Federazione de Mercanti Boss Nass tenne un’udienza con due ambasciatori Jedi, il maestro Qui-Gon Jinn ed il suo padawan Obi-Wan Kenobi, durante l’incontro Rugor notò con disprezzo come le vite dei due Jedi si fossero incrociate con quella di Jar Jar Binks, un goffo Gungan che egli stesso aveva deciso di bandire dalla città poco tempo prima, che adesso conduceva maldestramente davanti a lui questi umani.

Boss Nass, Boss Nass, il leader dei Gungan – Guida al Canon, Star Wars Addicted
Jinn e Kenobi in udienza presso l’Alto Consiglio Gungan.

Il Maestro Jinn, recatosi ad Otoh Gunga per avvertire la popolazione indigena della minaccia rappresentata dalla Federazione dei Mercanti, chiese aiuto a Boss Nass ed al suo esercito ma il Gungan, credendo che la questione fosse un affare di esclusiva competenza degli abitanti della superficie, si rifiutò di farsi coinvolgere; in quegli attimi Qui-Gon Jinn esercitò il trucco mentale Jedi sulla mente del capo dei Gungan e quest’ultimo rivelò loro che il modo più rapido per raggiungere il popolo dei Naboo era attraverso il nucleo del pianeta; Boss Nass cercando di levarsi rapidamente dai piedi quegli ospiti indesiderati decise di donare loro un sottomarino bongo, per raggiungere velocemente la capitale Theed.

 “Vus aqui no può star. Set armada de makkinen las sopras se lor prabliema”

Incuriosito ed un poco allarmato dal gesto inaspettato di Boss Nass il maestro Jedi chiese lumi riguardo al fato del giovane Jar Jar e Nass rispose che, giustamente, sarebbe stato punito secondo le usanze Gungan. L’umano, ben consapevole di non conoscere la strada per la capitale, capì di aver bisogno di qualcuno che illuminasse loro la via. Seguì quindi la sua indole caritatevole e si mise in difesa di Binks, facendo notare come l’alieno aveva con lui un debito di vita, avendogli Qui-Gon salvato la vita. Il discorso di Jinn convinse Boss Nass, che permise al suo ex concittadino di partire assieme ai due Jedi e di fare loro da guida. Poco tempo dopo, nonostante il tentativo del popolo Gungan di evitare il conflitto, la Federazione dei Mercanti rivolse loro la propria attenzione, causando l’evacuazione di Otoh Gunga verso un luogo sacro e nascosto, dove Boss Nass ed i suoi cittadini sarebbero stati al sicuro. Successivamente la regina di Naboo Padmé Amidala, grazie al suggerimento di Jar Jar Binks, si recò nel nascondiglio dei Gungan con l’idea di convincere Boss Nass a stringere un alleanza. Furono momenti molto particolari e dopo che l’esca di Amidala, la sua fedele guardia del corpo Sabé, prese contatto con Nass, la regina si rivelò e cerò di guadagnarsi la fiducia di Rugor. Disse al Gungan che la Federazione dei Mercanti stava distruggendo tutto ciò per cui Gungan e Naboo avevano combattuto e faticosamente costruito in passato, spiegando lui che se non avessero lavorato assieme per il bene del pianeta quest’ultimo sarebbe presto stato dominato da questa ingorda Federazione. Lusingato dall’appello della giovane, Nass decise di mettere da parte la sfiducia del suo popolo nei confronti dei Naboo, dando vita vita ad una rinnovata fratellanza.

“Vu no se creden piu granden che nu Gungans? Me va genio Esto! Può eser che noi ora…big amigos!”

A conseguenza di questo gesto i Gungan accettarono di aiutare i Naboo ed i Jedi nella battaglia contro le forze della Federazione dei Mercanti e prima dell’imminente conflitto Nass premiò Jar Jar Binks, che di fatto aveva giocato un ruolo cruciale nell’unione dei due popoli, nominandolo bombad generale della Grande Armata Gungan.
Nello scontro successivo i Gungan giocarono un ruolo fondamentale, dirottando l’imponente esercito dei droidi della Federazione lontano dalla capitale Theed, e subirono purtroppo molte perdite, cosa che Boss Nass aveva tristemente messo in conto.

Dopo la fine della cruenta battaglia Boss Nass fu presente alla celebrazione per la vittoria su Theed, li ricevette un globo simbolico dalla regina Amidala in persona e giurò che d’ora in avanti i due popoli avrebbero vissuto per sempre in pace.

Boss Nass, Boss Nass, il leader dei Gungan – Guida al Canon, Star Wars Addicted
“Pace!”

Alla fine della Guerra dei Cloni, mentre la galassia stava muovendo i primi passi verso un lungo periodo buio e doloroso, Rugor Nass partecipò al funerale di Padmé Amidala su Naboo, dove pianse amaramente la perdita della cara amica.

Cosa ne pensate di questo personaggio? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!

Senior Editor

Classe 1990, nel 2002 scopro la saga di Lucas e me ne innamoro, con la trilogia classica nel cuore. Appassionato di cinema in tutte le sue forme, di rock, heavy metal e trekking. Lo dico e lo ripeto: sono anni meravigliosi per amare la galassia lontana lontana.

Seguici in live, tutti i venerdì alle 21:00!

Ultimi articoli