Si è portati quasi naturalmente a distinguere  tra bene e male, luce e ombra, lato chiaro e oscuro della Forza. I Jedi seguono la luce e combattono i malvagi Sith, che attingono al lato oscuro. Ci è stato insegnato che i Sith sono il male e i Jedi devono distruggerli.

Questa dicotomia così netta è stata, nelle ultime opere, fortemente messa in discussione: abbiamo assistito a Ribelli pronti ad uccidere per un bene superiore; Jedi cadere vittima delle loro ambizione; abbiamo visto Sith che compiono le loro scelte perchè colmi di dolore, spinti sì da desiderio di potere, ma anche da motivi meritevoli, portati, tuttavia, ai loro estremi.

soltanto un Sith vive di assoluti

                                                     Obi – Wan Kenobi

Nella serie a fumetti  Dottoressa Aphra, precisamente nel volume 6,  Lona Aphra, madre della futura archeologa criminale, invita la figlia a non dare con troppa fretta giudizi in termini di malvagità o bontà, anche riguardo ai paurosi Sith.

I Jedi insegnano che esiste il lato oscuro della Forza, chiamato così perchè si alimenta di passioni violente, fortemente egocentriche ed egoistiche, che possono arrecare grande dolore a chi ci circonda. Temono il lato oscuro, perchè da esso non vi è ritorno.

Sono numerosissimi i casi in cui questa affermazione è stata smentita, prima fra tutte la redenzione di Darth Vader. Essa, però, ci permette di cogliere un altro aspetto: ossia che forse tutto ciò che appare o è dipinto come cattivo, non lo è fino in fondo.

sith malvagi lato oscuro, I Sith si credono malvagi?, Star Wars Addicted

Lona Aphra afferma che l’aggettivo “oscuro” non fa riferimento alla natura malvagia dei Sith o dei loro scopi. Sì, è il modo in cui i Jedi, portatori di pace e serenità, hanno voluto contrapporsi ai loro nemici. Ma è altrettanto vero che per gli stessi Sith il termine “oscuro” abbia un significato diverso, non necessariamente legato ad un indole malefica.

I Sith si muovo nell’ombra; operano in gran segreto. Benchè solo con Darth Bane e la Regola dei Due sia stato posto un vero e proprio obbligo di segretezza, i Sith, nati da una scissione dai Jedi, si sono trovati sin dalle loro origini a nascondersi da coloro che non tolleravano la loro ideologia.

le tue passioni ti danno forza.

con la forza acquisti potere.

devi rompere le tue catene.

                                                   Maul ad Ezra Bridger

I Sith si pongono come obiettivo la libertà assoluta, la liberazione dalle catene, che, come recita il Codice Sith, può realizzarsi solo attraverso un sempre maggior potere. Sono i sentimenti quali la rabbia, l’odio, il dolore a fornire quell’immediato “potere” che permette di raggiungere i propri obiettivi.

I Sith credono nell’ordine! Un ordine in cui ciascuno è libero, ottenuto proprio impiegando mezzi nascosti, agendo furtivamente, senza essere scoperti. Il lato oscuro è tale, perchè i Sith ne hanno tenuto segrete le conoscenze, così come le loro identità. Era la via giusta per uno scopo altrettanto giusto. Dal loro punto di vista, la libertà è il premio che va conquistato anche ad un prezzo salatissimo.

Portare questo ideale agli estremi, però, comporta uno squilibrio. Si inizia a mentire a se stessi per giustificare le proprie azioni. Il Conte Dooku era consapevole della corruzione in seno alla Repubblica e voleva sinceramente eradicarla;  tuttavia, l’ha solo alimentata sfruttandola a suo vantaggio per trarre maggiore beneficio nella Guerra; Anakin Skywalker pensava di portare equilibrio nella Forza e quella stessa convinzione non lo abbandonò neanche una volta abbracciato il lato oscuro, come l’antico Sith Momin gli rivelò. Nonostante l’atrocità da lui commesse e la ferma volontà di proseguire per quella strada, ancora credeva che il suo compito fosse riportare l’equilibrio.

sith malvagi lato oscuro, I Sith si credono malvagi?, Star Wars Addicted

Ad essere oscura è, in verità, la sottile linea sfumata, superata la quale l’ideale, perseguito e motore delle proprie azioni, si corrompe; quando, cioè, diviene il pretesto per assecondare impulsi non più dominabili e liberi di sfogarsi. In assenza di equilibrio, di una condizione in cui gli impulsi più violenti possono essere gestiti, in cui li si accetta e non ci si lascia sopraffare da loro, sono questi stessi sentimenti a prevalere sulle azioni, commesse in nome di un bene, non più superiore, ma puramente egoistico.

 

Vuoi restare aggiornato sulla Galassia Lontana Lontana? Ecco come restare in contatto con Star Wars Addicted!

Seguici sui nostri social: Facebook, Youtube, Twitch e TikTok.
Vieni a parlare di Star Wars con noi sul nostro gruppo Telegram.
Scarica la nostra App per Android dal Google Store.
Visita il nostro Shop: in cambio di un gadget supporterai la nostra community!