Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Il simpatico Babu Frik è uno dei personaggi secondari introdotti da J.J. Abrams e Chris Terrio in L’Ascesa di Skywalker. Dopo aver parlato di altri personaggi marginali dell’ultimo tassello della Trilogia Sequel come Zorii Bliss ed Enric Pryde con questo approfondimento andiamo a scoprire qualcosa di più Babu Frik.

Il simpatico Babu Frik

Maschio di razza Anzelliana (Anzellan), nasce nel 50 BBY e nella sua vita è testimone di tutti i drammatici eventi recenti della galassia, dalle Guerre dei Cloni fino all’avvento del Primo Ordine.

Pochi anni prima della guerra fredda tra Resistenza e Primo Ordine Babu Frik lavorava per gli Spice Runners sul pianeta Kijimi, un gruppo di intraprendenti contrabbandieri di spezia guidati dall’umana Zorii Bliss e di cui faceva parte anche Poe Dameron. Quando quest’ultimo decise di abbandonare il gruppo per unirsi alla Nuova Repubblica il simpatico Babu Frik gli permise di portare con sé una matrice di travestimento olografico, in modo da poter sgattaiolare fuori dal pianeta senza essere scoperto. Circa un anno dopo la battaglia di Crait il pianeta Kijimi cadde sotto l’occupazione del Primo Ordine, cosa che rese la vita più difficile agli Spice Runner e di conseguenza anche a Babu e Zorii.

Un gruppo di combattenti della Resistenza composto da Rey, Finn, Poe e dal droide protocollare C-3PO si recò su Kjimi in cerca di Babu Frik e della sua esperienza di lavoro con i droidi; avevano infatti bisogno di sbloccare la capacità del droide di tradurre l’antica lingua dei Sith, per rivelare le informazioni presenti su un sinistro pugnale. Queste informazioni sarebbero poi servite per arrivare ad un puntatore Sith, unico sistema per comprendere la rotta verso il pianeta di Exegol.

Consapevole che la procedura di lavoro ad opera del piccolo alieno avrebbe cancellato per sempre la sua memoria, il droide protocollare C-3PO decise di sottoporsi ugualmente all’operazione, sapendo che stavolta non esisteva altro modo per aiutare il bene a trionfare. Babu armeggiò con l’unità di elaborazione principale di C-3PO per individuare il testo dell’iscrizione ed ignorare la programmazione che impediva al droide di pronunciare la traduzione. Mentre la “ferraglia dorata” pronunciava le antiche parole, riferendo ai compagni che il prossimo passo sarebbe stato recarsi su una luna del sistema di Endor, i suoi fotorecettori diventarono rossi e dopo aver completato la traduzione C-3PO venne riavviato, senza memoria, e lasciato solo con la sua programmazione originaria di base.

C-3PO in versione decisamente inquietante

“Il puntatore dell’Imperatore è nel caveau imperiale. A delta 3-6, transiente 9-3-6, direzione 3-2, su una luna del sistema di Endor. Dalla costa sud. è nella lama il segreto. è nella lama il segreto”

Fortunatamente poco tempo dopo l’astromeccanico R2-D2, inseparabile compagno di avventure del droide protocollare, rivelò di avere da parte un backup della memoria del suo vecchio amico e riuscì a ripristinare il C-3PO che tutti conosciamo.
Alla partenza dei combattenti della Resistenza verso le coordinate indicate da C-3PO, Babu Frik contattò Jannah ed il resto della compagnia 77 su Kef Bir, nella speranza che quest’ultimi fornissero supporto ai giovani nella loro ricerca del puntatore Sith.

Successivamente il redivivo Imperatore e Signore Oscuro dei Sith, Darth Sidious, decise di utilizzare uno dei suoi Star Destroyer di classe Xyston per distruggere Kijimi. Il pianeta coperto di neve fu obliterato dal super laser dello Star Destroyer, facendo credere a Poe Dameron che Babu Frik e Zorii Bliss si fossero aggiunti alla lunga lista di vittime di questa folle guerra perpetrata dal Primo Ordine. Ma l’Anzelliano e l’umana riuscirono a fuggire dal pianeta prima della sua distruzione, e successivamente risposero alla chiamata alle armi di Lando Calrissian, unendosi alla flotta dei popoli liberi e della gente comune della galassia.

A bordo della Comeuppance, un caccia Ala-Y modificato, tennero testa agli avversari guidati in battaglia dal Generale Alleante Pryde e riuscirono perfino a distruggere uno dei Destroyer di classe Xyston. Dopo la fine della battaglia i due si recarono sul pianeta di Ajan Kloss con il resto dei combattenti per la libertà, festeggiando assieme la ritrovata, e speriamo definitiva, pace.

Curiosità:

Babu Frik è doppiato, in lingua originale, dall’attrice britannica Shirley Henderson.
Secondo i montatori del suono David Acord e Matthew Wood la Handerson per il ruolo di Frik ha dovuto imparare a fare la burattinaia, in modo da poter improvvisare e muovere effettivamente la bocca del simpatico alieno.

Il personaggio ha avuto origine in una delle prime versioni della storia, datata gennaio 2018. Inizialmente chiamato “Babu Zazi” doveva fornire agli eroi un dispositivo che, una volta completato, avrebbe permesso loro di disattivare tutta la tecnologia del Primo Ordine.

Secondo una voce di corridoio Babu Frik sarebbe dovuto morire in Episodio IX, ed a salvarlo pare sia stato Steven Spielberg.

Cosa ne pensate del personaggio? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso