Ewan McGregor è diventato uno degli attori più apprezzati dai fan di Star Wars dopo aver interpretato un giovane Obi-Wan Kenobi nella Trilogia Prequel. Un ruolo che gli ha garantito un posto nel cuore del fandom, tanto da convincere Lucasfilm a produrre una serie tutta sua, le cui riprese si stanno svolgendo proprio in questi giorni.

L’attore scozzese è recentemente apparso in una serie Netflix nel ruolo dello stilista americano Halston, che ha lottato con la dipendenza, ed uno dei ruoli che lo hanno lanciato nel mondo del cinema è stato proprio quello del tossico Mark Renton nel cult del 1996 Trainspotting.

Parlando a Variety l’attore scozzese ha riflettuto sulla sua passata dipendenza dall’alcol, e sui suoi 21 anni da sobrio:

[Ai tempi di Trainspotting] non mi rendevo conto che avrei finito con l’avere davvero problemi di dipendenza. Sono diventato sobrio nel 2000. Quindi ora, quando guardo i personaggi che sono dipendenti, li guardo con occhi diversi, per comprenderli maggiormente. Una parte della mia quotidianità riguarda l’essere sobrio […] Ma è una parte piuttosto importante perché mi ha dato tanta gioia, felicità e pace in un modo che non credevo essere possibile prima di essere sobrio. È interessante recitare fingendo di farmi tutte quelle righe di coca e tutte quelle sigarette e shot che si faceva Halston, sapendo che non sono reali. Sono felice di questo.

Siamo felici che McGregor abbia raggiunto questo importantissimo traguardo, e non vediamo l’ora di rivederlo nei panni di Obi-Wan Kenobi!

FONTEVariety


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso