I primissimi minuti della prima puntata di The Bad Batch hanno fatto discutere il fandom per un cambio – diremmo quasi totale – delle origini di Kanan Jarrus, ai tempi Caleb Dume. Inizialmente narrata nella miniserie Kanan: l’ultimo Padawan, i dettagli della vicenda sono stati modificati, inserendo tra l’altro l’intervento della Clone Force 99, originariamente assente.

Una manovra che fa vacillare la coerenza del canone, finora inteso come una continuity coesa e congruente, capace di mettere sullo stesso livello film, libri, serie e fumetti.

Pablo Hidalgo, creativo e membro dello Story Group, la sezione di Lucasfilm incaricata di tenere traccia del canone, ha risposto alle perplessità di un fan su Twitter spiegando il suo punto di vista.

Secondo Hidalgo, infatti, bisogna considerare canonico l’evento, per esempio quello in cui i personaggi X e Y sul pianeta B assistono all’evento A. I dettagli di quell’evento, invece, possono piegarsi al media su cui viene raccontato, per abbellirlo e romanzarlo, come potrebbe succedere per un evento storico trasformato in un film o una serie tv.

Una condizione che probabilmente sarebbe dovuta essere chiarita prima. Ricordiamo infatti che solo nel 2016 Hidalgo, spiegando il lavoro dello Story Group, diceva:

Noi lavoriamo con tutti i creativi che desiderano raccontare una storia di Star Wars […] Non ci occupiamo solo di stabilire quante lune abbia un pianeta […] La storia che vuoi raccontare è stata già trattata? Magari è in sviluppo da qualche altra parte nell’azienda? Insomma, diventiamo una specie di punto di riferimento per impedire che venga raccontato qualcosa di contraddittorio. (intervista completa)

Sarà interessante capire quanto Lucasfilm sia intenzionata a sfruttare questa scappatoia per riscrivere e adattare vicende già narrate, o se quella di Kanan sia solo una licenza artistica più unica che rara.


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso