Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Il Leader Supremo Snoke non era solito lasciare il suo quartier generale a bordo della Supremacy. Dalla sala del trono, proiettava la sua immagine mastodontica a tutto il Primo Ordine, protetto dalle Guardie Pretoriane.

“Quello che è passato è futuro”. Questa filosofia è alla base del Primo Ordine, in una simmetria che si riflette anche nel riecheggiare il passato, attualizzandolo e rendendolo migliore. Snoke (o forse Palpatine) si è evidentemente ispirato alle Guardie Imperiali Reali che proteggevano prima il Cancelliere e poi Imperatore Palpatine nell’abbigliamento e, almeno nel loro nome, alla Guardia del quattordicesimo Imperatore Atrisian di Kitel Phard. Tuttavia, a lunghe cappe sono state preferite armature a strati che consentono una maggiore mobilità.

Le Guardie Pretoriane sono esperte nel combattimento corpo a corpo; in particolare, il loro stile sembra nascere dalla combinazione di Teräs Käsi, di tecniche “vicolo cieco” usate su Nar Kanji, di forme senza armi Echani e della “Mano Bakuni”.

Gli elmi

L’armatura è composta da strati di lamelle, altamente tecnologiche, attraversate da circuiti che generano un campo magnetico locale. Attivato il campo energetico, esso è in grado di deflettere colpi blaster e persino di resistere ad una spada laser, benché un affondo diretto possa penetrarlo.

L’esposizione al campo magnetico è fonte di continuo dolore e le placche sono pesanti; ma la lealtà ed il senso del dovere delle Guardie sono tali da far accettare loro qualsiasi sacrificio per il Leader Supremo. La copertura integrale del corpo, oltre a proteggere integralmente, simboleggia l’annullamento della individualità per la totale dedizione allo scopo.

Le armi

Quattro coppie di Guardie possiedono ciascuna una specifica arma. La simmetria che governa il Primo Ordine pervade anche la composizione della Guardia, sebbene le tipologie di elmi siano solo tre.

La frusta elettro-catena Bilari può essere usata come arma bianca simile ad una spada, oppure scomporsi in una frusta in cui le componenti sono connesse da filamenti di elettro-plasma, impenetrabili anche per le spade laser.

La vibro-voulge è un bastone che termina con una mannaia di carbonite temperata. Un generatore ad ultrasuoni che incrementa la sua affilatezza è posto, a differenza delle altre armi, nell’elsa alla base e non al centro. In corrispondenza della lama, un proiettore genera un filamento di elettro-plasma.

L’elettro bisento è una lancia lunga con la lama ricurva, anch’essa potenziata da un generatore ad ultrasuoni e dotata di una lama di plasma che la rende ancora più affilata.

Le lame vibro-arbir sono ricurve, composte anch’esse da carbonite temperata, munite di generatore ultrasonico per accrescerne la letalità oltre che da un filamento di elettro-plasma parallelo alla lama. All’occorrenza, possono combinarsi in una spada a doppia lama.

Cosa ne pensate delle Guardie Pretoriane? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!

Avatar

Appassionato di Star Wars dal 1996, quando mio padre mi regalò il primo Millenium Falcon. Da allora, continuo a seguire tutto ciò che riguarda la Galassia Lontana Lontana, con particolare attenzione al canone.


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso