News

Guide

Serie

Live

HomeGuide al CanonLa Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali - Guida all'Alta Repubblica

Leggi anche

La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica

Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

La Luce dei Jedi è un romanzo di introduzione dell’epoca dell’Alta Repubblica che presenta popoli, persone, navi spaziali, armi e Jedi per delineare sin dalle fondamenta la nuova era. Costruisce un intero universo. In particolare, introduce alcune navi spaziali con caratteristiche molto diverse rispetto a quanto siamo abituati con le altre epoche di Star Wars.

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

Vediamo quindi tutte le navi spaziali menzionate ne La Luce dei Jedi.

Third horizon

Incrociatore della Repubblica di classe Emissary usato per l’evacuazione di massa da Hetzal Prime.

Vector

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

Sono navi monoposto o biposto usate dai Jedi e, all’occorrenza, dai loro Padawan. I Vector sono davvero essenziali: pochi scudi, quasi nessun’arma, poca assistenza dei computer. Tutte le navi sono essenzialmente identiche e in teoria intercambiabili tra i loro operatori Jedi. Sono piccoli e agili e i loro sciami vengono chiamati dalla gente Corrente dei Vector. I Jedi all’interno coordinano i loro movimenti attraverso la Forza, raggiungendo un livello di precisione che nessun droide o pilota comune avrebbe mai potuto eguagliare. I Vector sono progettati per trasmettere fino all’ultima vibrazione e scossone ai Jedi al loro interno, così che la Forza potesse guidarli verso la migliore reazione. In questa epoca pacifica sono i Vector le vere spade laser dei Jedi. Inoltre, le armi sul Vector possono funzionare solo tramite una spada laser usata come chiave, un modo per assicurarsi che non fossero usate dai non Jedi e che ogni volta, in caso di uso, l’azione fosse ben ponderata. Alcune delle funzioni dei Vector possono essere azionate in modo remoto tramite la Forza, il che consente in casi estremi a un singolo Jedi di pilotare contemporaneamente due Vector.

I Vector si muovono come spettri, lanciandosi, schivando e facendo cose impossibili. Come i Jedi, in fin dei conti. Altre navi in dotazione alla Repubblica sono gli Incom Z-28 Skywing e gli incrociatori di pattuglia di classe Pacifier, ognuno dei quali con equipaggio di cento persone e con i propri Longbeam e squadriglie di Skywing.

I Vector hanno un equivalente terrestre, conosciuto come Vanguard o Ruota-V. Ogni avamposto Jedi ha almeno un Vanguard come dotazione standard e la macchina è stata creata per operare in tutti gli ambienti planetari in cui le stazioni sono situate. Può agire in varie configurazioni, come trasporto o speeder a repulsione per terreni in cui i cingolati non possono muoversi. Un Vanguard ha un’utilità limitata in configurazione anfibio o sommergibile, essendo in grado di sigillarsi completamente se necessario. Può fare di tutto tranne che volare. L’estetica è simile a quella dei Vector con linee levigate ed eleganti, con curve e bordi dritti integrati in una forma geometrica accattivante. Dietro i sedili della cabina del pilota c’è un’enorme area passeggeri polifunzionale, con spazio per immagazzinare qualsiasi equipaggiamento possa richiedere una missione. I Vanguard sono più robusti dei Vector, ma hanno alcune funzioni da Jedi molto simili a quelle dei cugini. I sistemi di puntamento si attivano tramite una spada laser e molti dei controlli sono meccanici. Inoltre, i Vanguard sono dotati di cannone laser antinave alimentato a kyber. Gli speeder Veil, invece, si costituiscono da poco più di un sedile incassato in un telaio cavo di duralluminio, con un singolo repulsore e quattro appendici a forma d’ala che si aprono ai lati.

Longbeam

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

I Longbeam possono essere pilotati da un equipaggio composto da 3 persone, ma possono portarne, senza alcun problema, fino a 24: soldati, diplomatici, medici, tecnici e qualunque altro ruolo sia necessario. Queste navi hanno bisogno di pozzi gravitazionali per navigare vicino al sole. Hanno vari processori che possono fornire soluzioni di tiro verso bersagli multipli e lanciare colpi di blaster, missili whmph e contromisure difensive con un’unica raffica. Tra le misure difensive dei Longbeamtroviamo una nuvola di lamina statica progettata per presentare un falso bersaglio ai sistemi di tracciamento delle armi.

Ataraxia

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

È un’enorme nave stellare sotto il controllo diretto dell’Ordine dei Jedi. Bellissima, progettatta per evocare in modo sottile il simbolo dell’Ordine con il suo scafo e le ampie ali curve color bianco e oro. L’Ataraxia rimarrà permanentemente ancorata al Faro Starlight una volta inaugurato. È dotara di armamenti leggeri e trasporta molti Vector. Il suo comandante è il Maestro Jora Malli.

Navi dei Nihil

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

Le navi dei Nihil, grandi o piccole, sembrano pugni corazzati e acuminati pronti a saccheggiare e fare tutto a pezzi. Hanno angoli appuntiti e mancano di simmetria generale. Dai più piccoli caccia Saetta, alle più grandi Nembo e Burrasca (questi nomi identificano anche i ranghi all’interno dell’organizzazione Nihil), fino ad arrivare ai tre Smuovi Tempesta, un trio di Vascelli della dimensione di una corvetta. Kassav Milliko ha la New Elite, Pan Eyta la Elegencia e Lourna Dee chiamava la sua Lourna Dee. La più grande e potente, simile a un predatore marino, è il palazzo volante e la fortezza di Marchion Ro, l’Occhio dei Nihil. Con i suoi corridoi vuoti e riecheggianti, la Gaze Electric, questo il suo nome, è l’unica casa di Marchion Ro.

Faro Starlight

, La Luce dei Jedi: tutte le navi spaziali – Guida all’Alta Repubblica, Star Wars Addicted

La stazione sarebbe stata la prima risposta per ogni problema relativo alla Repubblica o ai Jedi in quel particolare settore spaziale. I Jedi, attraverso Jora Malli, avrebbero avuto il comando insieme a un ammiraglio della Coalizoone di Difesa della Repubblica (Pevel Kronara) e un amministratore territoriale della Repubblica, prendendo le decisioni importanti attraverso un voto a maggioranza. Il Faro Starlight appena costruito rappresenta un simbolo di vicinanza della Repubblica all’Orlo Esterno. Renderà la Repubblica più di un semplice e distante ideale che si materializza nell’Orlo Esterno quando le sue navi voleranno da quelle parti o la Repubblica proverà a raccogliere le tasse. È dotata di un sistema di comunicazione che avrebbe velocizzato i tempi di trasmissione della regione di dieci volte e di strutture mediche all’avanguardia, così come di spazi culturali che avrebbero mostrato la bellezza dei molti mondi che costituiscono il settore. Inoltre comprende un avamposto Jedi contenente il più grande contingente all’infuori dello stesso Tempio di Coruscant, in cui avrebbero potuto fare ricerche, insegnare ascoltare la guida della Forza. In altri termini, il Faro Starlight rappresenta l’Illuminismo e la pace dell’epoca in cui governa la Cancelliera Lina Soh, un simbolo che possa permettere alle generazioni future di conoscere la pace e la prosperità di cui loro godevano in quel momento. La cancelliera Soh ha altri piani per la Repubblica: la Fiera della Repubblica, la costruzione di stazioni di comunicazione in tutta la galassia, capire i segreti della coltivazione del bacta, negoziare un nuovo trattato tra Quarren e Mon Calamari, ogni tipo di innovazione tecnologica e oltre. Ma il Faro Starlight e altre stazioni pianificate della rete Faro sono il suo fiore all’occhiello. Il Faro Starlight cambierà molte cose nell’Orlo Esterno e toglierà potere a chi lo ha avuto finora, ai Nihil, con la loro capacità di spostarsi agilmente tra le rotte iperspaziali.

Per tutti i dettagli sull’Alta Repubblica consultate il nostro compendio

Senior Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Seguici in live, tutti i venerdì alle 21:00!

Ultimi articoli