Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Salacious B. Crumb, il giullare di Jabba, appare per la prima volta nel Il Ritorno dello Jedi assieme a tanti altri alieni particolari che, come da tradizione, danno spessore e colore alla saga di Star Wars. Andiamo a scoprire la sua storia.

Salacious B. Crumb.

Salacious B. Crumb: il giullare di Jabba

Salacious B. Crumb era un maschio di razza Kowakiana conosciuta volgarmente nella galassia come “scimmia-lucertola“, originaria del pianeta Kowak. Salacious era noto per la sua risata stridula e per il suo strano e spiccato dell’umorismo.

Una scimmia lucertola Kowakiana assieme al suo padrone, il pirata Hondo Ohnaka.

Prima di lui molti esemplari della sua specie servirono come animai domestici per i padroni più particolari e Crumb non fece eccezione, diventando il giullare di corte del famoso e formoso signore del crimine Jabba The Hutt. Il “rapporto di lavoro” fra Salacious ed il possente Hutt ebbe inizio quando il Kowakiano si intrufolò nella nave del signore del crimine, venendo scoperto e catturato dal maggiordomo Twi’Leak di Jabba.

Crumb venne condotto davanti all’Hutt che gli propose un accordo particolare: la scimmia lucertola avrebbe dovuto divertire Jabba almeno una volta al giorno, in cambio di vitto, alloggio e protezione presso il palazzo su Tatooine; se invece non fosse riuscito a far ridere il suo padrone sarebbe stato condannato a morte. Nonostante lo strano accordo, che tutti avrebbero vissuto con particolare stress, Crumb riuscì a vivere in questo modo per più di una dozzina di anni standard, sedendo accanto a Jabba e prendendo in giro senza nessuna pietà i prigionieri portati al palazzo. Salacious si divertiva anche ad imitare i visitatori, i cortigiani di palazzo e perfino Jabba stesso, sempre accucciato sotto la pedana mobile del suo padrone, pronto a rubare qualsiasi avanzo di cibo lasciato cadere dall’Hutt.

Il Palazzo di Jabba su Tatooine, per anni dimora di Salacious B. Crumb.

Nel lungo periodo al servizio su Tatooine fu testimone di eventi destinati a plasmare la storia della galassia: osservò il Signore Oscuro dei Sith Darth Vader contrattare con il potente Jabba un accordo vantaggioso per entrambi le fazioni, anni dopo rise rozzamente quando i membri dell’Alleanza Ribelle vennero a chiedere la liberazione di Han Solo, prigioniero a palazzo, e dopo aver assistito alla morte del suo padrone per mano della principessa Leia Organa attaccò senza pieta il droide C-3PO riuscendo quasi a strappargli gli occhi, prima di essere colpito da una scarica di energia da parte di R2-D2.

La risata di Salacious come beffa a Darth Vader, una mossa sicuramente azzardata.

La distruzione del vascello di Jabba sopra il Grande pozzo di Carkoon non lasciò scampo a nessuno dei presenti, e dalle informazioni al momento in nostro possesso possiamo solo dedurre che Salacious B.Crumb sia scomparso nell’esplosione anche se speriamo fortemente in un suo ritorno in qualche media ambientato dopo gli eventi di Il Ritorno dello Jedi.

La fine del vascello di Jabba, la Khetanna.

Dietro le quinte

Salacious B. Crumb è doppiato da Mark Dodson e controllato dal burattinaio Tim Rose, mentre il pupazzo è opera di Tony McVey.

Il nome di Salacious è stato trovato in modo del tutto casuale: dopo qualche birra di troppo assieme ai colleghi l’addetto ai burattini Phil Tippet, chinandosi per legarsi le scarpe, disse “aspettate un attimo ragazzi, devo legarmi i soolacious (storpiando la parola shoelaces). Riconoscendone subito il potenziale Tippet propose il nome a George Lucas, che dopo un iniziale rifiuto decise di cambiarla in Salacious ed aggiungerci la parola Crumb come cognome per il personaggio e come omaggio all’artista di fumetti Robert Crumb.

Secondo le parole di Michael Carter, l’attore che ha interpretato Bib Fortuna, durante le riprese di Il ritorno dello Jedi sono state girate svariate scene con Salacious B.Crumb che sono state tagliate dal montaggio finale del film; alcune di queste scene sono tuttavia apparse in “Lapti Nek: The music video from Jabba’s Palace” e nel documentario di Warwick Davis “Return of the Ewok”. Durante la scena in cui Salacious attacca C-3PO le battute del droide sono state aggiunge in post-produzione perchè l’attore Anthony Daniels ebbe un attacco di panico, ignorando il copione ed iniziando ad urlare “tiratemi fuori di qui!”. Questo piccolo inconveniente ha fatto si che Salacious B.Crumb diventasse il personaggio preferito di Daniels, come da lui spesso riferito.

Vi piace il personaggio? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso