Editoriale
Questo articolo è un editoriale. Significa che contiene un'opinione, un parere o un'interpretazione personale dell'autore che può - eventualmente - essere diversa o discordante dalle opinioni del resto della redazione di Star Wars Addicted.

Questa settimana il CEO della Disney, Bob Chapek, ha confermato che Kathleen Kennedy continuerà il suo lavoro a capo di Lucasfilm ancora per molto tempo. Kennedy, che ha assunto il ruolo di presidente dopo l’acquisto da parte di Disney, è stata personalmente selezionata da George Lucas, e ha avuto il compito di supervisionare la rinascita del franchise, rilanciato con Il Risveglio della Forza.

Kathleen Kennedy si è rivelata però una figura controversa per certi versi, inimicandosi una fetta del fandom internazionale convinta che la direzione attuale del brand non sia adeguata alle sue aspettative.

Perché Kathleen Kennedy è ancora la scelta migliore per guidare Lucasfilm

Dopo numerosi voci sull’imminente sostituzione di Kathleen Kennedy, spesso e volentieri sensazionalistiche e palesemente false, Bob Chapek ha messo fine a qualsiasi tipo di speculazioni confermandola a capo di Lucasfilm. Inutile dire come la notizia abbia portato malcontento ai detrattori del nuovo corso, che avrebbero preferito un cambio ai vertici dell’azienda.

Molti rumors, infatti, davano per certo l’imminente sostituzione di Kathleen Kennedy con Jon Favreau o addirittura Dave Filoni, entrambi reduci dall’immenso successo di The Mandalorian. Sia Favreau che Filoni hanno indubbiamente portato un importante contributo al franchise. Contributo però insufficiente per succedere con tanta semplicità al presidente in carica. Non basta, infatti, produrre una serie di successo (non senza difetti, tra l’altro) per raggiungere i vertici di un’azienda dove inevitabilmente le questioni corporative e gestionali sono di gran lunga più impellenti e di difficile gestione rispetto al più semplice processo creativo.

Kathleen Kennedy è ad oggi uno dei produttori più importanti di Hollywood. Il suo impressionante curriculum include le produzioni di capolavori e cult come ET, Jurassic Park, Ritorno al Futuro, il Sesto Senso, Schindler’s List e Indiana Jones. Se a Kennedy dobbiamo imputare gli innegabili errori, è sempre lei che va lodata per gli altrettanto lampanti successi legati a Star Wars.

Lucasfilm ha senza ombra di dubbio commesso dei grossolani passi falsi nei suoi più recenti prodotti, ma nel complesso l’era Disney ha portato solo benefici al brand di Star Wars. La Trilogia Sequel, per quanto al centro di continue polemiche, non è riuscita ad eguagliare il malcontento diffusosi tra i fan dopo l’uscita di Episodio I: La Minaccia Fantasma, nell’ormai lontano 1999. Senza contare il successo dei prodotti esterni alla Saga degli Skywalker, come Rogue One, Star Wars Rebels e lo stesso The Mandalorian.

Va specificato che gran parte delle critiche poste all’operato di Kathleen Kennedy è il risultato di una soggettiva avversione per la trilogia sequel, senza dimenticare però che per ogni fan deluso ce n’è un altro che vive con serenità i nuovi prodotti di Star Wars.

Il recente operato di Kathleen Kennedy e della stessa Lucasfilm, tra l’altro, ha dimostrato come i vertici dell’azienda abbiano imparato dai propri errori, lasciandosi alle spalle la fastidiosa abitudine di lanciarsi in annunci precoci di prodotti ancora in pre-pre-produzione, ma concentrandosi sul presente e sul futuro più prossimo. La travagliata produzione della trilogia Sequel potrebbe rivelarsi il combustibile per futuri prodotti di qualità, tenendo sempre a mente che quella che stiamo vivendo oggi è la primissima fase della rinascita di Star Wars, e che un atteggiamento miope e limitato potrebbe indurci a fossilizzare la nostra attenzione su quelli che – un giorno – potrebbero rivelarsi solo un incidente di percorso a fronte di decine e decine di prodotti di qualità.

Indubbiamente prima o poi verrà il momento per Kathleen Kennedy di farsi da parte, senza dimenticare che un cambio di prospettive e un diverso punto di vista può solo far bene ad un brand come Star Wars. Non è però ancora giunto il momento: Kennedy continuerà a guidare il brand ancora a lungo, accompagnandoci in una nuova era, di cui abbiamo avuto solo un primissimo assaggio.

Giorgio Fabrizi

Fondatore di Star Wars Addicted e admin di Star Wars Fans Italia, il gruppo Facebook a tema Star Wars più grande d’Italia. Amante della Galassia Lontana Lontana, nonché collezionista compulsivo di giocattoli di Guerre Stellari. Nel 2021 ha pubblicato il suo romanzo di esordio, La Luna del Colosso, edito da PAV Edizioni.


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso