Il Conte Dooku è tra i più potenti Signori dei Sith che conosciamo, ma ha una caratteristica che lo contraddistingue da tutti gli altri Sith: l’assenza dei sinistri occhi gialli.

Tutti i Sith comparsi finora, almeno una volta, sono stati raffigurati con i caratteristici occhi gialli, sinonimo della profonda connessione con il lato oscuro della Forza. Questo discorso vale per Darth Sidious, Anakin e Maul, ma non per Dooku. Perchè?

Perché Dooku non ha gli occhi gialli?

Sebbene la trilogia prequel dipinga Dooku come un potente fruitore del lato oscuro, l’assenza di una caratteristica dominante come gli occhi gialli ha da sempre incuriosito i fan della Saga. Si tratta di un particolare che non è stato ancora pienamente spiegato, un po’ come i fantasmi di Forza, ma al quale possiamo provare a dare una spiegazione logica.

Dooku è un sith in tutto e per tutto: ha una spada laser dalla lama rossa, è in grado di sfruttare le potenti abilità Sith come i fulmini di Forza e – più di ogni altra cosa – è disposto ad abbattere fino all’ultimo jedi per raggiungere i suoi scopi. Dobbiamo anche riconoscere il fatto, però, che i tanti anni trascorsi proprio come maestro Jedi gli hanno permesso di imparare a controllare adeguatamente le sue emozioni, esattamente come insegna l’Ordine.

Inoltre, nonostante i modi crudeli e cinici, l’obiettivo di Dooku non è mai stato il dominio della Forza o il controllo della Galassia. Il Conte è un politico e un idealista, e crede fermamente nel movimento separatista in contrapposizione alla corruzione della Repubblica e al decadimento dell’Ordine Jedi.

Per Dooku il lato oscuro della Forza e l’Ordine dei Sith non sono altro che un mezzo per raggiungere i suoi scopi. Ovviamente questo non significa che Dooku sia in grado di controllare il lato oscuro della Forza senza che questo lo divori, come successo ad ogni altro Sith. Questo processo, però, in Dooku potrebbe essere rallentato o addirittura completamente diverso. Il Conte non cede alla rabbia come Maul, non si crogiola nell’odio e nella sofferenza come Anakin e non è ossessionato dal potere assoluto come Sidious: è invece lucido e manipolatore.

È vero anche che quando conosciamo Dooku in Episodio II: l’Attacco dei Cloni, è un sith da relativamente poco tempo. Basti pensare che il Conte lascia l’ordine nel 42 BBY, e solo venti anni più tardi è il leader dei separatisti. Se fosse sopravvissuto allo scontro con Anakin Skywalker è probabile che con il tempo il suo legame con il lato oscuro della Forza sarebbe diventato così forte da annebbiarne la leggendaria lucidità, e forse lo avremmo visto ostentare gli inquietanti occhi gialli.

Che ne pensate di questa spiegazione?
Fatecelo sapere nei commenti e che la Forza sia voi!

Editor-in-Chief

Fondatore di Star Wars Addicted e admin di Star Wars Fans Italia, il gruppo Facebook a tema Star Wars più grande d’Italia. Amante della Galassia Lontana Lontana, nonché collezionista compulsivo di giocattoli di Guerre Stellari. Nel 2021 ha pubblicato il suo romanzo di esordio, La Luna del Colosso, edito da PAV Edizioni.


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso