Guida all'Episodio
Questo articolo è una Guida all'episodio. Clicca qui per leggere tutte le Guide all'Episodio della Seconda Stagione di The Mandalorian.

Con il Capitolo 14 The Mandalorian si avvicina sempre di più alla conclusione di questa esaltante stagione che – ora possiamo dirlo – sta sviscerando accuratamente la Galassia Lontana Lontana, spingendosi più in là di quanto le pellicole abbiano mai fatto.

Il sesto episodio della seconda stagione dello show, intitolato La Tragedia e diretto da Robert Rodriguez, è una puntata piena di azione, colpi di scena e sequenze che faranno venire i lucciconi anche al più stitico dei fan. Ma andiamo con ordine, e analizziamo questo episodio

CAPITOLO 14: LA TRAGEDIA

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

La puntata si apre con la Razor Crest in fase di atterraggio su Tython. L’obiettivo Din Djarin è quello di portare il bambino, Grogu, nell’antico tempio jedi del pianeta, come suggeritogli da Ahsoka Tano. Tython è una vecchia conoscenza: esattamente come nella sua controparte legends, infatti, è uno dei pianeti considerati la culla dell’Ordine Jedi, insieme a Jedha, Coruscant e Ahch-To.

Sulla Razor Crest troviamo il mandaloriano ancora incredulo davanti agli spiccati poteri di Grogu. Din lo sprona ad utilizzare la Forza giocando con il pomello della Razor, fin quando non arriva il momento di atterrare.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

TYTHON

Non c’è un posto adatto all’atterraggio, così Din lascia la Razor Crest in uno spiazzo poco distante dal tempio, e raggiunge l’antico luogo sacro in volo con il suo jetpack, stringendo Grogu tra le braccia. Il tempio Jedi è poco più di un rudere, anche se incredibilmente somigliante alla sua versione legends.

Al centro del tempio svetta la pietra veggente, una sporgenza levigata su cui il mandaloriano adagia il bambino. Inizialmente sembra non succedere niente, tanto che Din Djarin tenta – goffamente – di trovare l’interruttore per avviarne il meccanismo.
Qualcosa però lo distrae: solleva lo sguardo al cielo e vede una nave tentare l’atterraggio. E’ la Slave I, la leggendaria Firespray-31 di Boba Fett.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Improvvisamente la pietra veggente si attiva, illuminando le antiche rune – già viste anche nel gioco Star Wars Jedi: Fallen Order – e proiettando uno scudo di forza attorno alla figura di Grogu. Inutile ogni tentativo di Din di portare via il bambino: lo schermo di energia è impossibile da penetrare. Qualcuno però è appena atterrato poco distante, così il mandaloriano è costretto a lasciare il tempio per affrontare la nuova minaccia.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Il mandaloriano si ritrova faccia a faccia con un uomo misterioso, dal viso sfregiato dall’acido e solcato da profonde cicatrici: sono qui per l’armatura. Din fraintende, ovviamente: non ha idea che davanti a lui c’è Boba Fett, uno dei più letali cacciatori di taglie che la Galassia abbia mai visto. E non è solo: appollaiata su una sporgenza troviamo anche Fennec Shand, la letale assassina già comparsa nella prima stagione dello Show, nel Capitolo 5. Confermata dunque l’identità della figura che, alla fine dell’episodio, vediamo avvicinarsi al corpo apparentemente morto di Shand. Boba Fett ha infatti salvato la donna, ferita gravemente da un colpo di blaster di Calican.

Sei un Mandaloriano? Chiede Din. Cerco modestamente di farmi strada nell’universo, risponde Boba, citando suo padre. Boba conferma tra l’altro che la sua storica armatura è la stessa indossata proprio da Jango Fett, cacciatore di taglie nonché unica matrice dell’esercito dei cloni repubblicano.

Boba Fett rivela che Jango ricevette la sua armatura dai mandaloriani, il che potrebbe cambiare le carte in tavola: Jango Fett potrebbe finalmente essere considerato un mandaloriano a tutti gli effetti ed uscire dal limbo in cui è stato tenuto finora.

L’alterco tra Din, Boba e Fennec va avanti fin quando non raggiungono un accordo: l’incolumità di Grogu in cambia dell’armatura. Improvvisamente però sopraggiunge una nave da trasporto imperiale: il mandaloriano – incautamente privo del suo jetpack – corre dal bambino, mentre i due cacciatori di taglie si preparano ad affrontare gli assaltatori.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Din Djarin tenta nuovamente di strappare Grogu alla pietra veggente, ma la forza sprigionata è tale da lanciare via il mandaloriano, facendogli perdere i sensi. Ai piedi della collina, intanto, Fennec Shand da prova della sua infallibile mira, mentre Boba Fett – armato di bastone Gaderffii (l’arma bianca dei predoni Tusken) – stende un assaltatore dopo l’altro senza apparente difficoltà.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Tra gli assaltatori fa la sua prima comparsa anche il Mortar Trooper, specializzato  – appunto – nell’utilizzo dell’artiglieria.
Il combattimento va avanti, con gli imperiali che tentato di risalire la collina e i cacciatori di taglie che indietreggiano, in una lunga sequenza di azione che ricorda molto le guerre nostrane del secolo scorso.

Le cose però si mettono male: sopraggiunge un secondo trasporto imperiale, e presto gli assaltatori riescono ad accerchiare Din e Fennec. Improvvisamente dal cielo cade un detonatore termico: dal fumo dell’esplosione compare la figura – fin troppo nota – di Boba Fett, finalmente tornato in possesso della sua armatura, sottratta abilmente dalla Razor Crest.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

IL RITORNO DI BOBA FETT

Contemporaneamente il campo di forza che protegge Grogu svanisce, lasciando il bambino sulla pietra privo di sensi.
I tre, intanto, riescono a mettere in fuga quanto resta degli assaltatori imperiali, che tornano alle loro navi. Boba Fett non sembra però intenzionato a lasciare testimoni, colpendo – e abbattendo – i due trasporti con un preciso colpo del suo razzo.

Tutto sembra finito, ma un colpo dall’atmosfera del pianeta – sorprendentemente – distrugge la Razor Crest. La disperazione traspare dal castigato elmo di Din, mentre nei cieli di Tython compare il profilo dell’incrociatore classe Arquitens di Moff Gideon.

Quattro Dark Trooper lasciano l’incrociatore, diretti al tempio. Inutile la corsa di Din e Fennec per recuperare il bambino: i letali droidi imperiali accerchiano Grogu e lo portano via.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

LA TRAGEDIA

A bordo della Slave I Boba Fett rintraccia i Dark Trooper, ma su consiglio di Fennec non li ingaggia per evitare di ferire il bambino. Il cacciatore di taglie si limita a seguirli a distanza, fino a raggiunge l’incrociatore. Epica la citazione che segue: sono tornati? (They’re back?) L’Impero? (The Empire), che richiama in maniera non troppo velata il titolo dell’episodio della Saga in cui Boba Fett ha compiuto il suo esordio, The Empire Strikes Back, l’Impero Colpisce Ancora.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

L’incrociatore salta nell’iperspazio, portando via con sé Grogu. Sulla superficie di Tython troviamo Din tra le macerie della Razor Crest. Frugando malinconicamente tra le ceneri, il mandaloriano rinviene il pomello tanto caro al bambino, che decide di tenere con sé. Più in là, incolume, trova anche la lancia di beskar sottratta al Magistrato di Corvus da Ahsoka Tano.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Boba Fett rivela che il suo codice a catena è codificato nell’armatura da venticinque anni. Armatura appartenuta prima di lui a suo padre Jango Fett, un trovatello che ha combattuto anche nelle Guerre Civili Mandaloriane. Din ammette allora che l’armatura appartiene di diritto a Boba Fett, il che potrebbe essere interpretata come l’ufficializzazione dell’appartenenza al popolo dei mandaloriani di Jango e Boba Fett.

Boba rivela anche che il patto con il mandaloriano non è ancora concluso: finché Din non ritroverà Grogu, infatti, Boba Fett e Fennec Shand saranno in debito con lui.
Il trio raggiunge Nevarro: Din incontra Cara Dune, diventata nel frattempo Sceriffo della Nuova Repubblica.
Il Mando chiede a Cara di rintracciare Migs Mayfeld, il mercenario comparso già nel Capitolo 6 dello show. Attualmente l’ex tiratore scelto dell’impero sconta una condanna di 50 anni nei campi di Karthon, per aver fatto evadere un prigioniero (durante gli eventi del Capitolo 6). Il mandaloriano vuole che sia liberato per rintracciare l’incrociatore di Gideon e recuperare il bambino.

, The Mandalorian: Capitolo 14, la Tragedia – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Sull’incrociatore, intanto, Moff Gideon visita il suo nuovo prigioniero. Il bambino, tutt’altro che entusiasta della prigionia, sta scuotendo animatamente i due assaltatori di guardia. Il Moff, soddisfatto, ordina agli stormtrooper di stenderlo e ammanettarlo, dopo avergli mostrato la sua minacciosa Dark Saber.

Le ultime parole di Gideon sono rivolte ad un ufficiale: è il momento di contattare il Dottor Pershing. Gli esperimenti possono ricominciare.

CONCLUSIONI

La Tragedia è un episodio pieno, movimentato e di pura azione. Il Capitolo 14 è in grado di riscattare Boba Fett, ma non fa un lavoro altrettanto onesto con gli assaltatori, che risultano goffi e poco minacciosi, al pari dei droidi da battaglia in The Clone Wars.
Questa puntata cambia nuovamente le carte in tavola, lasciandoci però con una grande – gigantesca – domanda: chi, nella Galassia, è riuscito a percepire Grogu?

Vuoi restare aggiornato sulla Galassia Lontana Lontana? Ecco come restare in contatto con Star Wars Addicted!

Seguici sui nostri social: Facebook, Youtube, Twitch e TikTok.
Vieni a parlare di Star Wars con noi sul nostro gruppo Telegram.
Scarica la nostra App per Android dal Google Store.
Visita il nostro Shop: in cambio di un gadget supporterai la nostra community!