News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiL'Operazione Cenere e la Contingenza - Guida al Canon

Leggi anche

L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon

Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Citata nel Capitolo 15 di The Mandalorian, l’Operazione Cenere è un passaggio molto importante del Canone di Star Wars, inizialmente introdotta dalla serie a fumetti L’Impero a pezzi, canonica. In questo capitolo, infatti, Migs Mayfeld riferisce di ciò che è successo su Burnin Konn, dove era presente insieme all’ufficiale Valin Hess, responsabile della devastazione che sul pianeta ha portato alla morte di migliaia di persone tra civili e soldati imperiali.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

L’assalto su Burnin Konn fa parte dell’Operazione Cenere, la quale ritorna in molte opere canoniche oltre ai fumetti già citati, dai romanzi ai videogiochi, come un punto fondamentale degli avvenimenti canonici dopo i fatti accaduti sulla Luna Boscosa di Endor. Ambientato dopo due settimane dagli eventi raccontati ne Il Ritorno dello Jedi, infatti, L’Impero a pezzi mostra come le forze imperiali si stiano ricompattando per portare a termine un piano che l’Imperatore aveva in realtà già congegnato prima della sua celeberrima caduta nel pozzo del reattore della Morte Nera.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

Stiamo parlando della cosiddetta Contingenza, uno spietato piano che prevedeva che né gli alleati dell’Imperatore né i suoi rivali sarebbero dovuti sopravvivere alla morte dell’Imperatore. La prima fase del piano corrisponde all’Operazione Cenere, un’operazione distribuita su vari pianeti della galassia ed eseguita da alcuni droidi conosciuti come Sentinelle.

Con le fattezze estetiche dello stesso Imperatore Palpatine, le Sentinelle custodiscono un messaggio segreto con cui l’Imperatore trasmette alle forze rimaste i dettagli del nuovo diabolico piano. Il messaggio è molto chiaro e riguarda una serie di satelliti piazzati nell’orbita di diversi pianeti, non solo quelli rivali dell’Impero ma anche i pianeti alleati, che avrebbero attuato l’Operazione Cenere. Fra i pianeti presi di mira e citati nel fumetto troviamo Burnin Konn, Vardos, Abednedo, Candovant, Commenor, Nacronis, ma anche Naboo, il pianeta natale dello stesso Palpatine. Questi satelliti sono in grado di scatenare delle perturbazioni climatiche e delle tempeste elettriche allo scopo di provocare la devastazione sui pianeti colpiti.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

L’Operazione Cenere è presente anche nel videogioco Battlefront II, che ha una campagna single player con storia canonica. La protagonista, il Comandante imperiale Iden Versio, è originaria di Vardos, un pianeta sotto il controllo dell’Impero. Quando si rende conto dei piani imperiali e della progressiva compromissione del clima decide di disertare dall’Impero e cominciare ad aiutare i civili del suo pianeta ad evacuare. Questo suo disperato tentativo consente ai giocatori di Battlefront II di vivere in prima persona l’Operazione Cenere, seguendo la progressiva devastazione del pianeta di Vardos. Iden finirà per unirsi alle forze della Ribellione e prenderà parte alla Battaglia di Jakku.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

E qui andiamo a parlare dell’altra importantissima trilogia di romanzi canonica: Aftermath, dove scopriamo che ad orchestrare questo articolato piano è Gallius Rax. Originario di Jakku, Gallius è ridotto in schiavitù fin da giovane età ed è un orfanello. La sua vita cambia a 12 anni quando, nel tentativo di fuggire dallo stato di semi-schiavitù su Jakku, si rifugia a bordo dell’Imperialis, la nave dello stesso Imperatore. Quando Palpatine percepisce la presenza di Gallius sulla sua nave, si rende conto che quel giovane orfano potrà ricoprire un ruolo molto importante nei suoi piani.

Gallius Rax fa carriera nei ranghi dell’Impero in maniera silenziosa e solo venti anni prima della Battaglia di Jakku si palesa definitivamente, quando gli viene assegnato il grado di Comandante dell’Agenzia di Intelligence Navale. Prima dell’arrivo della navetta Lambda con a bordo Luke Skywalker sulla seconda Morte Nera, Gallius Rax è proprio in compagnia di Palpatine che, avvertendo che la sua fine è molto vicina, ordina a Rax di dare inizio alla Contingenza.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

Rax è così una sorta di successore dell’Imperatore. O, meglio, vista la confusione generata dalla caduta del vero Imperatore, lo è in maniera occulta, prendendo il nome in codice di “Operatore”. Entra in contatto con l’ammiraglio Rae Sloane e i due insieme fanno in modo di scatenare un conflitto su Jakku, citato indirettamente anche ne Il Risveglio della Forza. Questa battaglia vedrà la vittoria della Nuova Repubblica, ma porterà a compimento il folle piano dell’Imperatore.

Anni prima su Jakku l’Imperatore aveva fatto costruire un Osservatorio. Si tratta di una struttura sotterranea attraverso la quale il processo della Contingenza sarà avviato: così come su Jakku, su molti altri pianeti si trovano delle strutture simili. Il pozzo di trivellazione nascosto all’interno dell’Osservatorio avrebbe fatto esplodere l’intero pianeta di Jakku e Rax aveva il compito di attivarlo non appena fosse iniziata la battaglia finale tra le forze rimanenti dell’Impero e quelle della Nuova Repubblica.

Servo fedele di Palpatine, la persona che gli ha dato una speranza liberandolo dalla schiavitù e donandogli un destino migliore rispetto a quello che avrebbe avuto su Jakku, Rax è pronto a eliminare tutte le forze che erano state protagoniste del conflitto che aveva portato alla morte del suo mentore.

, L’Operazione Cenere e la Contingenza – Guida al Canon, Star Wars Addicted

Ma Palpatine ha un altro oscuro piano: vuole in realtà distruggere il vecchio Impero in modo che sopravvivano solo poche fidate persone, con uno scopo ben preciso: recarsi nelle Regioni Ignote per dar vita al Primo Ordine. Dopo l’attivazione dell’Osservatorio, ad attendere Rax e un gruppo selezionato di imperiali ci sarebbe stato l’Imperialis, con le coordinate per raggiungere le Regioni Ignote e il Super Star Destroyer Eclipse, dal quale sarebbe nato ufficialmente il Primo Ordine.

Nell’Osservatorio Gallius e il consigliere dell’Imperatore Yupe Tashu eseguono un rituale Sith per innescare la Contingenza, che porterà alla caduta dei due. L’ultimo capitolo di Aftermath, La Fine dell’Impero, vede infatti concretizzarsi la cosiddetta Contingenza, ma non con la guida di Gallius Rax, bensì di Rae Sloane, diventata nel frattempo Grand’Ammiraglio, lo stesso grado che Palpatine riservò a Thrawn. Rae Sloane sarà l’unica a raggiungere le Regioni Ignote, con la sola compagnia del Generale Brendol Hux e dei bambini soldato con cui quest’ultimo creerà l’esercito del Primo Ordine. Contingenza e Operazione Cenere sono dunque la prima parte del lungo piano dell’Imperatore che porterà all’Ordine Finale.

Quindi la citazione dell’Operazione Cenere in The Mandalorian è molto importante sul piano dei fatti canonici e, trasversalmente, significativa sul piano artistico nella misura in cui riesce a legare ben quattro media diversi, ovvero serie televisiva, romanzi, fumetti e videogiochi.

Supervisor Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Seguici in live!

Ultimi articoli