Guida al Canone
Questo articolo è una Guida al CanonClicca qui per leggere tutte le nostre guide al materiale canonico.

Il Generale Grievous, Comandante della droide armata separatista, nella prima fase delle Guerre dei Cloni ha seminato morte e distruzione grazie al suo incrociatore pesante di classe Subjugator. La Malevolence è una delle navi più grandi che siano apparse finora nella saga e, benché presente in soli tre episodi della prima stagione della serie The Clone Wars, ha lasciato il segno negli spettatori, tanto da essere stata oggetto di un set Lego nel 2012.

Prodotto dalla Free Doc Volunteers Engineering Corps, il vascello era lungo 4 800 metri, tre volte uno star destroyer di classe Venator. Dotato di iperguida di classe 2, raggiungeva la velocità di 1 050 km/h. Per il suo funzionamento richiedeva una ciurma di 23 350 tra ufficiali e droidi; in più trasportava circa 10 000 unità di droidi da battaglia, droidi caccia di classe Vulture, bombardieri Hyena, navi da sbarco C-9979 ed altri veicoli. La torre di comando era situata nella poppa della nave, mentre a prua disponeva di 5 cannoni laser, in caso di avvicinamento di navi nemiche. Ben 500 erano i turbolaser che fornivano una protezione più che adeguata ai giganteschi cannoni ionici circolari, posti ai lati della nave. Erano questi, infatti, le vere armi segrete dei separatisti, alimentate dal reattore della nave. La nave era capace di disabilitare i sistemi elettronici di intere flotte proiettando nel vuoto un’enorme onda di energia ionica. Neutralizzando qualsiasi circuito, comprese le comunicazioni, coloro che rimanevano colpiti dal cannone si trovavano nell’impossibilità di richiedere assistenza.

Una volta rese inerme le prede, i turbolaser provvedevano ad abbattere i nemici. Se anche qualcuno fosse riuscito a salvarsi in un guscio di salvataggio, prima di essere investito dall’onda ionica, una squadra di droidi cacciatori di gusci, anche detti droidi razzo o semplicemente droidi cacciatori, variante del più comune B1, andava alla ricerca dei sopravvissuti per finirli. Era così che la nave rimase segreta: intere flotte sparivano senza che la Repubblica fosse a conoscenza della causa reale.

Fu il Kel Dor, membro del Consiglio Jedi, Plo Koon a scoprire dell’esistenza dell’arma separatista nel sistema di Abregado. Tre incrociatori della Repubblica furono distrutti. Plo Koon, insieme al Comandante del “Branco”, Wolffe, e due cloni vennero soccorsi da una giovanissima Ahsoka Tano, che aveva percepito la presenza del maestro Jedi, esattamente come Leia aveva salvato Luke su Bespin, mentre cercava sopravvissuti con Anakin Skywalker. Una volta studiati i sistemi della nave, la Repubblica inviò una squadriglia di caccia Ala-Y a distruggere i cannoni ionici. Appena disabilitati, mentre Obi-Wan Kenobi intercettava Grievous, Skywalker inserì le coordinate per il salto nell’iperspazio, di fatto facendo schiantare la Malevolence sulla vicina luna morta di Antar. Il Generale riuscì ancora una volta a scappare con il suo caccia Soulless One, ancora una volta pronto a vendicarsi degli odiati Jedi.

 

 

Cosa ne pensate di questo colossale incrociatore? Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!

Avatar

Appassionato di Star Wars dal 1996, quando mio padre mi regalò il primo Millenium Falcon. Da allora, continuo a seguire tutto ciò che riguarda la Galassia Lontana Lontana, con particolare attenzione al canone.


Star Wars Addicted consiglia...

La Luna del Colosso