Guida all'Episodio
Questo articolo è una Guida all'episodio. Clicca qui per leggere tutte le Guide all'Episodio della Seconda Stagione di The Mandalorian.

Dopo la puntata di settimana scorsa (qui la guida) su cui si può concordare di essersi trovati di fronte ad un capitolo riempitivo, costruito come breve preludio, è arrivato oggi il capitolo undicesimo della seconda stagione di The Mandalorian: L’Erede. Se vi aspettavate un episodio interessante, che sviluppasse il protagonista e l’intreccio narrativo, che facesse la gioia dei fan e riportasse entusiasmo dopo il precedente inciampo, sarete accontentati.

 

Un’altra Via

Dopo essersi schiantati su Maldo Kreis, Din Djarin e la donna Frog arrivano su Trask, pianeta acquatico popolato principalmente da quarren e mon calamari. Per chi non li conoscesse, i primi sono gli esseri antropomorfi con lunghi tentacoli facciali, mentre i secondi sono celebri per essere la specie dell’ammiraglio Ackbar; le due specie nella loro storia hanno alternato fasi di pace e guerra sul pianeta condiviso Mon Cala. Comunque, la donna Frog ritrova il marito, che subito indirizza il Mandaloriano alla taverna portuale, dove un Mon calamari (dopo aver servito una strana poltiglia al Bambino) mette in contatto l’uomo in beskar con un quarren. Questo afferma di sapere dove si trovano i mandaloriani avvistati sul pianeta, e porta con sé Din e il Bambino sulla propria nave. L’essere si rivela in realtà un astuto pirata in cerca del prezioso beskar, che prima getta la culla del piccolo in pasto ad un mostro dall’aspetto tentacolare, per poi rinchiudere il mandaloriano sotto una grata, cercando di affogarlo. La morte certa della coppia di viaggiatori viene sventata dall’arrivo di tre guerrieri mandaloriani, il cui leader è facilmente riconoscibile dai fan di The Clone Wars e Rebels; si tratta di Bo-Katan -interpretata in live action sempre da Kate Sackhoff-, sorella di Satine Kryze (uccisa da Maul proprio in TCW) e precedente possessore della darksaber, l’arma in grado di riunire i mandaloriani sotto un’unica bandiera. Dopo aver salvato i due il trio si toglie il casco, scatenando la relazione di Din. Veniamo a sapere, confermando molte delle teorie a riguardo, che il mandaloriano altri non è che un membro dei Figli della Ronda, un gruppo estremista ispirato alla filosofia della Ronda della Morte, la stessa che in The Clone Wars prende possesso di Mandalore sotto il comando di Maul. A riguardo avevamo già indizi nella prima stagione quando, nel flashback delle guerre dei cloni, il piccolo orfano veniva tratto in salvo da alcuni mandaloriani con addosso proprio il celebre emblema della Ronda.

Il mandaloriano, The Mandalorian: Capitolo 11, l’Erede – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

 

Din Djarin è all’oscuro di altre Vie, avendo da sempre considerato la Via degli antichi mandaloriani come l’unica esistente. Bo-Katan svela al nostro che ha intenzione di riconquistare Mandalore, presa dall’Impero durante la Grande Purga. Per farlo ha bisogno di armi ottenibili proprio su Trusk, importante raccordo galattico del mercato nero. Dopo un primo rifiuto alla richiesta d’aiuto, il Mandaloriano viene nuovamente attaccato, ma tratto ancora in salvo dal Clan Kryze; in un locanda Din spiega la sua missione, e Bo-Katan afferma di conoscere un Jedi, la cui posizione rivelerà al protagonista solo in cambio del suo aiuto per abbordare e recuperare una nave imperiale classe Gozanti. Questo tipo di nave fa una prima apparizione ne La Minaccia Fantasma, su Tatooine, ma viene successivamente usata dall’Impero come trasporto per i caccia TIE, in assenza di un sistema di iperguida locale. A far parte del trio c’è anche il personaggio di Sasha Banks, fino ad ora avvolto nel mistero, chiamato Koska Reeves.

Durante l’assalto alla nave i quattro mandaloriani si trovano alle prese con un manipolo di stormtrooper, alcuni dei quali armati con fucili E-22, già visti in mano agli shoretrooper su Scarif in Rogue One. Nella versione italiana uno degli assaltatori è doppiato da Fabio Rovazzi, che già aveva dato la voce ad uno stormtrooper del Primo Ordine ne L’Ascesa di Skywalker; comunque, arrivata all’hangar di carico, Bo-Katan comunica all’ufficiale in carico del Gozanti che avrebbe preso possesso della nave. In un confronto con Din Djarin, il quale afferma che i piani iniziali erano diversi, Bo-Katan dichiara che sulla nave potrebbe esserci qualcosa che le serve. Intanto l’ufficiale, contattato dal Moff Gideon, prevedendo un’imminente sconfitta, uccide i piloti del trasporto, e si prepara a far precipitare la nave nell’oceano di Trask. Dopo l’arrivo dei guerrieri nella cabina di pilotaggio, scopriamo che Bo-Katan è alla ricerca della darksaber, strappatele di mano dallo stesso Gideon (che la usa nel finale di stagione del capitolo 8); prima di dare qualsiasi informazione l’imperiale si suicida. Conquistata la nave, il Mandaloriano è pronto a tornare dal Bambino (lasciato alla coppia di Frog al porto), ed è a questo punto che Bo-Katan svela il nome del Jedi: Ahsoka Tano. La vecchia apprendista di Anakin Skywalker si trova sul pianeta Corvus, ed è lì che Din Djarin è diretto, pronto a completare la sua missione.

Il mandaloriano, The Mandalorian: Capitolo 11, l’Erede – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

L’Erede, come dicevamo, è un episodio completo sotto tutti i punti di vista. C’è azione, sviluppo dei personaggi, citazionismo e anche un leggero fan service, mai invadente. A questo punto è facile immaginare che rivedremo Bo-Katan nel finale di stagione, pronta a chiudere i conti con Gideon, ma è altresì vero che alcuni rumor piuttosto insistenti volevano il personaggio interpretato da Kate Sackhoff come protagonista di una serie live action. Considerando la comparsa di Boba Fett e l’imminente arrivo di Ahsoka Tano, è difficile prevedere come Jon Favreau e Dave Filoni vorranno gestire i vari personaggi, usando le loro fugaci comparse come porte d’ingresso ad altrettante serie, oppure rendendole figure attive in The Mandalorian.

In attesa del prossimo episodio, vi invitiamo a rimanere su Star Wars Addicted per tutti gli aggiornamenti.

 

Vuoi restare aggiornato sulla Galassia Lontana Lontana? Ecco come restare in contatto con Star Wars Addicted!

Seguici sui nostri social: Facebook, Youtube, Twitch e TikTok.
Vieni a parlare di Star Wars con noi sul nostro gruppo Telegram.
Scarica la nostra App per Android dal Google Store.
Visita il nostro Shop: in cambio di un gadget supporterai la nostra community!