Guida all'Episodio
Questo articolo è una Guida all'episodio. Clicca qui per leggere tutte le Guide all'Episodio della Seconda Stagione di The Mandalorian.

Con questo episodio entriamo ufficialmente nella seconda metà della seconda stagione di The Mandalorian, avvicinandoci pericolosamente alla fine di questa tornata di episodi, uno più entusiasmanti dell’altro.

Il capitolo 13 è diretto da Dave Filoni, produttore esecutivo dello show oltre ad essere uno dei creativi di Lucasfilm più apprezzati dal fandom. Una puntata che trascina prepotentemente lo spettatore nella Galassia Lontana Lontana e che – lo anticipiamo – necessita di una certa cultura relativa alle serie animate di Star Wars per essere pienamente goduta.

CAPITOLO 13: LA JEDI

L’episodio si apre con la panoramica di un villaggio, Calodan, dai toni scuri e orientaleggianti. I rintocchi di una campana scandiscono il via vai degli abitanti che frettolosamente si nascondono nelle loro abitazioni, mentre un plotone di soldati armati si precipita sulle mura della città, per dare supporto ai compagni che stanno già combattendo nella foresta.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

I lampi dei blaster si percepiscono appena oltre la nebbia e i tronchi di alberi morti che riempiono l’orizzonte di Corvus, un pianeta grigio e devastato. All’improvviso compaiono le lame bianche di una coppia di spade laser che – ammettiamolo – conosciamo tutti benissimo: è Ahsoka Tano, interpretata da Rosario Dawson, che stende i militari a colpi di sciabola.

La Jedi, o forse dovremmo dire ex Jedi, si fa strada tra i soldati fino a raggiungere le mura della cittadella, fronteggiando la despota che minaccia Ahsoka di uccidere gli abitanti del villaggio, se non rinuncerà alle sue pretese. La Jedi desidera solo una cosa: informazioni.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Torniamo sulla Razor Crest: dopo aver lasciato Nevarro il Mandaloriano – insieme al bambino – sono di nuovo in viaggio. Grazie alle istruzioni avute da Bo-Katan raggiungono Corvus. L’obiettivo è quello di rintracciare Ahsoka Tano e affidarle le cure del piccolo e inseparabile alieno verde. Sulla nave il bambino dimostra nuovamente attenzioni per il pomello del simil-cambio della Razor Crest. Attenzioni che Din Djarin s’affretta a distogliere, in vista dell’atterraggio sul pianeta.

Nonostante l’intera superficie di Corvus paia devastata, oltre l’orizzonte si intravedono le sagome della megafauna che bruca tra gli scheletri degli alberi. Din e il bambino raggiungono così Calodan, dove affrontano il capo della milizia, a cui il mandaloriano si presenta come un cacciatore di taglie della Gilda, sulle tracce della sua preda.

L’interno della mura rivela un villaggio rustico e impoverito, che richiama fortemente uno stile orientale, nelle forme e nei colori. Gli abitanti del villaggio appaiono subito diffidenti nei confronti del mandaloriano, sfuggendo alle sue domande ed evitandolo.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Piccola curiosità: tra le strade del villaggio intravediamo brevemente un droide fonditore della serie 8D, simile a 8D8, comparso nel palazzo di Jabba in Episodio VI: il Ritorno dello Jedi.

Un uomo spiega a Din che non deve rivolgersi agli abitanti del villaggio. Proprio in quell’istante sopraggiungono le guardie della città, che intimano al mandaloriano di seguirlo: il Magistrato vuole vederlo.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Din Djarin viene scortato presso un’area riservata al Magistrato, il cui ingresso è ornato da sinistre gabbie ad energia sospese che intrappolano alcuni cittadini del villaggio rei – probabilmente – di aver disubbidito alla despota.
Un Jedi mi tormenta, sono queste le parole della donna, che così assume i servizi di Din in cambio di una rarissima lancia di puro Beskar, l’acciaio mandaloriano di cui è composta l’armatura di Din Djarin, capace di resistere alla lama di una spada laser.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Il mandaloriano viene dunque scortato fuori dalle mura della città, avventurandosi – insieme al bambino – nella desolata foresta che sembra ricoprire l’intero pianeta. In una brevissima sequenza, appollaiato su un ramo (nella foto, in alto a sinistra) possiamo vedere Morai, il convor spiritualmente legato ad Ahsoka Tano, già comparso in Star Wars Rebels e nell’ultima stagione di The Clone Wars.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Proprio nella foresta avviene il primo – rocambolesco – incontro tra Ahsoka e Din Djarin. La Jedi, convinta che sia l’ennesimo mercenario inviato sulle sue tracce, attacca il mandaloriano scontrando le lame delle due spade laser sull’indistruttibile beskar dell’armatura mandaloriana.
Il combattimento è breve ma intenso: Din riesce a fermare Ahsoka, chiamandola per nome e dicendo che a mandarlo è stata Bo-Katan. L’apparizione del bambino, poi, basta a convincere la Jedi a riporre le spade laser.

Scende il sole, e ritroviamo Ahsoka e il bambino meditare, uno difronte all’altro. Tra i due si innesca un legame mentale capace di rivelare alla Jedi il passato del bambino. Ed è qui che assistiamo – senza ombra di dubbio – ad uno dei colpi di scena più inattesi dell’intera serie. Ahsoka rivela che il nome del bambino è Grogu. Non solo: il bambino è cresciuto nel tempio Jedi di Coruscant, addestrato da molti maestri succedutisi negli anni. Finita la Guerra dei Cloni e iniziata l’ascesa dell’Impero Grogu fu nascosto da qualcuno. In qualche modo, poi, i resti dell’Impero ne entrarono in possesso, iniziando su di lui le atroci sperimentazioni al centro della lore dello show.

Conoscevo solo un altro come lui, un saggio maestro Jedi di nome Yoda, sono queste le parole che Ahsoka pronuncia quasi con commozione. La mattina successiva la Jedi tenta di testare i poteri di Grogu, realizzando però che il cuore del bambino è colmo di paura. Dove Ahsoka fallisce, Din Djarin invece ha successo: spronandolo con il pomello della Razor Crest convince Grogu ad usare la Forza.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Tuttavia Ahsoka non ha intenzione di addestrare Grogu. Non è passato inosservato alla Jedi il legame tra il bambino e Din. Un legame di affetto che potrebbe rivelarsi molto pericoloso, una volta intrapresa la via della Forza. I legami rendono vulnerabili alla paura, alla rabbia. Ho visto gli effetti di queste emozioni su un Jedi addestrato. Il Migliore di noi. Evidente è il riferimento ad Anakin Skywalker, maestro di Ahsoka che passò al lato oscuro, diventando Darth Vader.

Ahsoka e Din però giungono ad un accordo: il mandaloriano aiuterà la Jedi a sconfiggere il Magistrato e ad ottenere ciò che vuole. In cambio Ahsoka darà un addestramento adeguato a Grogu.

L’ASSALTO A CALODAN

Mando spiega che la città è difesa da guardie armate di fucili blaster A350 e da due droidi HK-87. Specifichiamo che gli HK sono un noto modello di droide assassino, molto comune nella serie di videogame Star Wars: Knights of the Old Republic.

Inizialmente la Jedi affronta da sola il manipolo di soldati, costringendoli ad inseguirla e lasciando così sguarnito il quartier generale del Magistrato. Prima che le guardie possano giustiziare i prigionieri nelle gabbie elettriche, però, sopraggiunge Din Djarin. Come il migliore dei pistoleri intergalattici, mette fine ai soprusi dei soldati liberando – insieme all’uomo incontrato all’inizio in città – i malcapitati.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Mentre Ahsoka abbatte uno ad uno i soldati della milizia della despota, possiamo veder comparire brevemente un loth-cat tra i vicoli del villaggio. L’animale, già comparso nello show ma creato per la serie Star Wars Rebels, è uno spaventato testimone delle prodezze di Ahsoka che abbatte, alla fine, anche uno dei due droidi killer.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Din affronta il capo delle milizie che, fingendosi di arrendersi, tenta un colpo basso che gli costerà però la vita. Stessa sorte tocca all’ultimo droide killer, appollaiato sul tetto di un’abitazione. Ahsoka, nel frattempo, raggiunge il Magistrato. La donna si rivela essere Morgan Elsbeth, donna d’affari che vide il suo pianeta perire durante la Guerra dei Cloni. Successivamente fu determinante nella costruzione della marina imperiale, ed è probabilmente a causa della sua spietata ricerca di risorse che Corvus è ridotto ad una roccia sabbiosa e grigia.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Elsbeth affronta Ahsoka con la sua lancia di Beskar, finendo però per essere messa all’angolo dalla Jedi. Dov’è il tuo padrone, le chiede ancora. Dov’è Thrawn? A questo punto possiamo dire con certezza quasi assoluta che ogni fan, soprattutto della serie Rebels, avrà sentito il cuore battergli in gola. Scopriamo dunque che Ahsoka Tano è sulle tracce del Grand’Ammiraglio, anche se Filoni – furbamente – non ci mostra la sequenza successiva.
Elsbeth avrà rivelato ad Ahsoka l’ubicazione di Mitth’raw’nuruodo?

Scopriamo che il vecchio abitante che ha aiutato Mando è in realtà il capo villaggio, a cui viene riconosciuto il suo ruolo, ora che la despota è stata sconfitta. Ahsoka dona la lancia di beskar a Din, che torna quindi alla Razor Crest per recuperare Grogu e lasciarlo alla Jedi, come da accordi.

, The Mandalorian: Capitolo 13, la Jedi – Guida all’Episodio, Star Wars Addicted

Din Djarin è visibilmente turbato, ciononostante decide comunque di lasciare Grogu ad Ahsoka, per il suo bene. La Jedi, però, rifiuta. Non posso addestrarlo. C’è una sola possibilità: vai su Tython.
Tython è un pianeta già noto agli amanti del Legends, ma che ha comunque la sua controparte canonica. Si tratta di uno dei mondi ritenuti la culla dell’Ordine Jedi, insieme ad Ahch-To, Coruscant, Jedha e Ossus. E’ stato già citato in The High Republic 1 e Doctor Aphra 40.
Su Tython, dice Ahsoka, Din troverà le rovine di un antico tempio Jedi, con una forte connessione nella Forza. Dovrà portare Grogu sulla pietra veggente in cima al monte (non molto differente da quella presente su Ahch-To, dove Luke Skywalker addestra Rey), e attendere che Grogu scelga il suo cammino.

Se il bambino deciderà di abbracciare la Forza, è possibile che un Jedi lo percepisca e vada a cercarlo.

CONCLUSIONI

Il Capitolo 13 è un episodio particolarmente interessante, dal momento che riesce a coniugare perfettamente la lore principale dello show, ovvero il viaggio del Mandaloriano, e la ricerca di approfondire maggiormente l’universo di Star Wars, mostrando un profondo desiderio di unire i diversi prodotti legati a questa Galassia.

La realizzazione di Ahsoka è sorprendente ma non perfetta, per via probabilmente di un’aspettativa fin troppo alta. La recitazione di Rosario Dawson è invece all’altezza, tenendo in considerazione che il Capitolo 13 è in parte l’episodio pilota di una probabile (direi probabilissima) serie su Ahsoka, che potrebbe fungere a questo punto da sequel a Star Wars Rebels.

Lasciamo il mandaloriano di nuovo in viaggio sulla Razor Crest con un nuovo obiettivo: raggiungere Tython. Grogu deciderà di connettersi alla Forza? E chi potrebbe percepirne le intenzioni? Sappiamo con certezza che in questo momento esiste almeno un Jedi addestrato: Luke Skywalker. La strada del Mandaloriano potrebbe incrociarsi con quella dell’eroe della Ribellione?

Non ci resta che attendere: mancano ormai solo tre episodi alla fine di questa stagione!

Vuoi restare aggiornato sulla Galassia Lontana Lontana? Ecco come restare in contatto con Star Wars Addicted!

Seguici sui nostri social: Facebook, Youtube, Twitch e TikTok.
Vieni a parlare di Star Wars con noi sul nostro gruppo Telegram.
Scarica la nostra App per Android dal Google Store.
Visita il nostro Shop: in cambio di un gadget supporterai la nostra community!