Il Primo Ordine è figlio dell’Impero, così come quest’ultimo è figlio della Repubblica!

Quasi come un filo conduttore fra le epoche, la linea di veicoli AT, prodotta dalla Kuat Drive Yards, testimonia questa discendenza. La Compagnia manifatturiera strinse accordi commerciali con la Repubblica Galattica per la produzione di veicoli da battaglia per il Grande Esercito della Repubblica. Terminate le Guerre dei Cloni, l’instaurazione del Nuovo Regime non ha fatto altro che beneficiare la Kuat, che ha continuato a produrre veicoli per l’esercito imperiale, ispirati ai modelli precedenti. Questa tendenza al recupero e potenziamento di mezzi già prodotti si riscontra anche nel periodo della Guerra Fredda tra Primo Ordine e Nuova Repubblica. Nonostante la cessazione, solo formale, di rapporti con gli ultimi rimasugli dell’Impero, la Kuat – Entralla Drive Yards, nata dalla originaria Kuat, continuava a costruire veicoli di chiara ispirazione imperiale e riforniva il Primo Ordine. Tra gli organi esecutivi della Corporazione, infatti, si erano infiltrati membri del “Sith Eternal“, che hanno manipolato il Primo Ordine, sin dalla sua creazione, in attesa della rivelazione alla Galassia dell’Ordine Finale. Fra i principali modelli costruiti, la Kuat elaborò diversi tipi di camminatore, dai bipedi AT-RT ai “quadropodi” e ben più noti AT-AT.

GRANDE ESERCITO DELLA REPUBBLICA

All Terrain – Transport Enforcer

L’AT-TE fu impiegato sin dalla Prima Battaglia di Geonosis. Richiede un pilota assistito da un osservatore; 4 artiglieri, due per i cannoni laser antiuomo frontali e due per quelli posteriori, che garantiscono al trasporto una protezione da attacchi dalle retrovie. Oltre ai cannoni anti fanteria, l’AT-TE dispone di un cannone, governato da un altro artigliere, che sfrutta l’elettromagnetismo per accelerare il proiettile di plasma. Le sei zampe consentono di affrontare ogni tipo di terreno, persino scalare rupi e scendere pendii, sfruttando i piedi magnetici. Veniva impiegato per far scendere sul campo fino a 20 unità clone o per impiegare due AT-RT, per le missioni che richiedevano l’immediato impiego di veicoli più agili e rapidi.

Unstable Terrain – Artillery Transport

Parzialmente ispirato all’AT-TE, l’UT-AT, soprannominato “Tridente” per i tre cannoni laser, questo modello differisce dagli altri per il fatto di impiegare un sistema di propulsione. Più manovrabile, ma anche più vulnerabile, questo carro veniva utilizzato come mezzo di sfondamento. Oltre ai cannoni principali, è munito di quattro torrette laser laterali e di un laser centrale per abbattere la fanteria. Fu utilizzato durante l’Assedio dell’Orlo Esterno, precisamente nella Battaglia di Mygeeto e faceva parte del contingente guidato dal Maestro Ki-Adi Mundi.

All Terrain – Open Transport

L’AT-OT può trasportare fino a 28 truppe ed era utilizzato essenzialmente con questa finalità. Il tetto scoperta non assicura, infatti, grande protezione. Ragion per cui, rimaneva nelle retro vie, protetto solo dalle torrette laser frontali e posteriori. Ai piedi di questo veicolo, la Maestra Aayla Secura fu tradita ed uccisa dai suoi cloni, prima di attaccare una base separatista sul pianeta Felucia.

All Terrain – Recon Transport

Maneggevoli e veloci, questi veicoli monoposto erano pilotati da cloni ARF in missioni di pattuglia o alla ricerca di nemici in fuga dopo un conflitto. Le lunghe zampe consentono di compiere ampi salti in lungo, così da superare rapidamente le linee nemiche. Sonk dotati si un laser leggero a ripetizione, intercambiabile con uno pesante o con un mortaio. Il General Mace Windu guidò l’assalto alla fortezza dell’Emiro della Tecno Unione Wat Tambor, su Ryloth, per liberare il pianeta dall’oppressione separatista.

All Terrain – Attack Pod

Questo modulo semovente si poggia sulla zampa anteriore centrale. Un pilota assicura una posizione stabile affinché i due artigliere possano colpire il bersaglio con i 2 cannoni laser da grandi distanze.

IMPERO GALATTICO

All Terrain – Defense Turret

Il successo dell’AT-RT spinse la Kuat a sviluppare nuovi modelli di bipede nel periodo immediatamente successivo alla proclamazione dell’Impero Galattico. I primi successori furono gli AT-DT, con la funzione di torrette difensive mobili, dotati di un rivestimento rinforzato rispetto ai loro predecessori. Il giovane cadetto imperiale Han Solo vide questi veicoli in azione per abbattere la esistenza del pianeta Nimban.

All Terrain – Defense Pod

L’AT-DP rappresenta il tentativo dell’Impero di aggiornare e migliorare il modello AT-RT delle Guerre dei Cloni. La cabina corazzata consente il supporto di un cannone laser pesante, ma è facilmente soggetta ad esplosioni. Le zampe sono stabilizzate dal medesimo sistema giroscopico che fu poi implementato nell’AT-ST. Ha provato, in ogni caso, di essere un ottimo deterrente contro le insurrezioni ed uno strumento di controllo militare. Era, inoltre, usato nelle Accademie Imperiali per far prendere ai cadetti dimistichezza con i mezzi imperiali.

All Terrain – Scout Transport

Uno dei più iconici veicoli imperiali, l’AT-ST sovrasta il campo di battaglia. Al centro del motore ambulatorio vi è un sistema giroscopico che assicura al veicolo la distribuzione del peso quando in moto e stabilità da fermo. La parte superiore ha un aspetto volutamente minaccioso, ricordando la faccia di qualche mostro, pronto a colpire dal suo cannone laser binario frontale. In aggiunta, il camminatore può lanciare granate a concussione e sparare colpi laser dal cannone blaster laterale. La cabina corazzata si è dimostrata un’ottima protezione contro i ribelli di Jedha, ma non è stata sufficiente a proteggere questi camminatori dalle trappole preparate dagli Ewok per abbattere i giganteschi predatori Gorax di Endor.

Prototipo di All Terrain – Armoured Transport

Primo tentativo di sviluppare l’AT-TE del Grande Esercito della Repubblica, i primi modelli di AT-AT furono impiegati prima dello scoppio aperto della Guerra Civile Galattica. Il Grand’Ammiraglio Thrawn attaccò la base ribelle Chopper su Atollon, guidando l’attacco direttamente da uno di questi camminatori.

All Terrain – Armoured Transport

Simbolo della potenza imperiale, gli AT-AT sono armi di puro terrore. Protetto da una corazza pesante, lo scafi dell’AT-AT è impenetrabile ad tutto, eccetto i turbolaser. Tuttavia, dato l’enorme peso, insostenibile per i propulsori all’epoca imperiale, necessita di zampe su cui poggiarsi. A causa dell’enorme peso, il trasporto richiede un potente reattore sia per muoversi, che per sostenere la sua potenza offensiva. Lento ma inesorabile avanza su qualsiasi terreno, dalle paludi di Kashyyyk alle distese, innevate di Hoth. Sovrasta con i suoi 22,5 metri di altezza il nemico, sbarazzandosi della fanteria con i cannoni medi laterali, muniti di sistemi di mira, e degli obiettivi più grandi con i cannoni laser pesanti. Può trasportare fino a 40 truppe e sbarcare mezzi leggeri come speeder bike.

All Terrain – Armoured Cargo Transport

Versione più grande dell’AT-AT, questo trasporto può contenere tonnellate di materiali grezzi per costruzioni o munizioni per le battaglie nei suoi 550 metri cubi di spazio. Al fine di assicurare stabilitá al mezzo, esso poggia su lunghe zampe, che lo espongono apertamente agli attacchi. Nonostante sia un mezzo di trasporto merci, l’AT-ACT non é affatto privo di capacitá offensiva, come dimostrato dai 2 cannoni laser pesanti nella Battaglia di Scarif.

Trasporto AT Y45

Unico mezzo aereo della Serie AT, il trasporto AT Y45 serviva per lo sbarco delle truppe imperiali o di mezzi più pesanti, quali AT-ST o AT-DP. In formazione di volo, le ali a propulsione sono spiegate orizzontalmente e possono sopportare le piú estreme condizioni atmosferiche, grazie ai propulsori e ad un motore a ioni. In fase di atterraggio, si dispongono in verticale e la cabine viene portata a terra da un impianto ascensore. Dall’aspetto molto simili ad altri modelli AT, la banda di Tobias Beckett ne rubò uno per assaltare un Conveyex in corsa su Vandor.

Conveyex ATD – C45

Il Conveyex o ATD -C45 era uno speciale trasporto impiegato dall’Impero nei mondi di frontiera, per il trasferimento di risorse preziose. Privo di finestre, il suo design riflette la sua funzione. L’impero aveva deciso di assicurare adeguata protezione al mezzo, a discapito di aperture che avrebbero potuto rappresentare punti di accesso per possibili, sconsiderati, ladri. Ad ulteriore difesa, l’ATD-C45 è difeso da due cannoni laser a ripetizione ed una torretta laser antiaerea. La sua estrema velocità è assicurata da un motore frontale che trainava i comparti posteriori.

OI-CT

Un quadropode gru usato nei cantieri di Mustafar per la costruzione di Fortezza Vader e su Corellia. Una variante venne impiegata sulla luna di Trask per recuperare la Razor Crest ammarata.

PRIMO ORDINE

All Terrain – Scout Transport del Primo Ordine

Non dissimile dal suo omonimo predecessore, questo modello è caratterizzato da sistemi giroscopici potenziati e da un rivestimento esterno molto più resistente.

Urban Assault – Triped Transport

L’UA-TT si rifà all’AT-AP repubblicano, con il suo terzo braccio frontale usato per rimuovere ostacoli sul cammino, irrompere nei tetti di abitazioni, catturare o distruggere nemici. Ciò lo rende perfetto per operazioni di pattuglia in centri urbani. Il braccio, infatti, assicura al mezzo stabilitá e agilitá nei movimenti fra passaggi stretti. Un solo pilota guida il veicolo e comanda il cannone laser frontale, nonché la torretta laterale ed il faro. Il Primo Ordine pattugliò le strade delle cittá di Kijimi con gli UA-TT, prima della distruzione del pianeta ad opera di uno Star Destroyer di classe Xyston.

All Terrain – Armoured Transport del Primo Ordine

Il Primo Ordine non ha avuto bisogno di apportare grandi modifiche all’AT-AT, data l’efficacia del suo predecessore. Benchè l’esterno non presenti grandi differenze, esso è costituito da stratificazioni di materiale ulralegggeri, ma altamente resistenti. Inoltre, gode di sensori di mira potenziati e puó ricaricare in tempi più brevi gli unici due cannoni frontali.

All Terrain – MegaCaliber 6

La Battaglia di Hoth dimostrò l’enorme punto debole dei camminatori AT-AT: le lunghe zampe anteriori! È sufficiente immobilizzarle per rendere inoffensivo qualsiasi AT-AT. Consapevoli di questo limite gli ingegneri della Kuat – Entralla progettarono un modello più stabile e dall’enorme potenza di fuoco. La cabina di pilotaggio ospita un cannone laser pesante binario sincronizzato e due cannoi laser laterali medi anti nave. Ma la vera arma è il Mega Caliber 6. L’AT-M6 è essenzialmente un supporto per il gigantesco turbolaser montato sul dorso del quadropode, in grado di sfondare qualsiasi barriera di duracciao. L’M6 occupa gran parte dello spazio interno. Nonostante i suoi quasi 40 metri di altezza, puó ospitare solo 12 passeggeri, oltre il pilota e i 4 artiglieri. Le gambe posteriori sono rinforzate, consentendo, da un lato, un supporto più stabile per resistere al rinculo dell’M6; dall’altro, grazie alla forza idraulica conferita dai pistoni interni, di rompere quelli stessi cavi di traino che avevano distrutto i suoi predecessori. La posizione degli appoggi anteriori ricorda, inoltre, enormi predatori scimmieschi, a voler accrescere quel timore che già il Mega Caliber 6 incute. Gli AT-M6 furono impiegati, nella formazione Veers, dal nome del generale imperiale che vinse la Battaglia di Hoth, nell’assedio di Crait, contro i restanti membri della Resistenza rifugiatisi in una base ribelle abbandonata.

All Terrain – Mobile Artillery

Gli AT-MA sono camminatori dotati di un grande cannone laser. Erano posti a presidio di fortificazioni del primo ordine. L’impiego più noto di queste artiglierie mobili fu per proteggere la Base Starkiller.

All Terrain – Heavy Scout

Ricognitore del Primo Ordine, sfrutta quattro paia di arti per spostarsi. Possiede un cannone anti fanteria.

All Terrain – Patrol Droid

Questi camminatori presentano una assoluta peculiarità, dal momento che sono degli enormi droidi di pattuglia muniti di un cannone laser pesante. Venivano per lo più impiegati dal Primo Ordine, insieme agli AT-MA ed agli AT-HS, per proteggere gli AT-HH.

All Terrain – Heavy Hauler

Il rimorchiatore AT-HH non ha altra funzione che trasportare il cannone d’assedio del Primo Ordine, alimentato da cristalli kyber, sfruttando la medesima tecnologia del superlaser della Morte Nera. É dotato di tre file di arti pieghevoli, la prima costituita da 11 e la seconda e la terza da 10. Ispirandosi al mondo degli insetti, questi mezzi superano ogni ostacolo rimpiazzando gli arti distrutti con quelli posteriori, che vanno a sostituirsi a quelli danneggiati. Se il rivestimento in duracciaio non sembra sufficiente a fornire adeguata protezione, le quattro torrette angolari possono eliminare ogni problema.

Che ne pensate della serie AT?
Fatecelo sapere e che la Forza sia con voi!


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.