Arriva una dura accusa nei confronti della Disney da parte di uno degli autori storici dei romanzi di Star Wars. Precisamente viene imputato alla casa di Topolino di non aver pagato le royalties per alcuni libri di cui ha acquistato i diritti, che però continuano ad esser ristampati e venduti.

L’autore è Alan Dean Foster, rinomato scrittore di romanzi di fantascienza, conosciuto dai fan di Star Wars per aver realizzato nel 1976 la novelization dello script del primo storico film di George Lucas e due anni dopo “Splinter of the Mind’s Eye”, romanzo che avrebbe dovuto fare da sequel a basso costo (noto in Italia come “La gemma di Kaiburr”, poi divenuto primo romanzo del vecchio Universo Espanso ora Legends).

Autore anche della novelization di Episodio VII Il Risveglio della Forza e di diversi romanzi ambientati nell’universo di Alien, Foster ha dichiarato che la Disney, da quando ha acquistato nel 2012 la Lucasfilm, non ha pagato le percentuali sugli incassi di alcuni dei romanzi da lui scritti. Si tratta proprio di Star Wars: From the Adventures of Luke Skywalker e Splinter of the Mind’s Eye, a cui si aggiungono anche le novelization di Alien (dopo l’acquisto della 20th Century Fox).

Lo scrittore ha aggiunto che la moglie si trova in serie condizioni di salute dopo che nel 2016 le è stata diagnosticata una forma di cancro in stato avanzato. Quei soldi che gli spettano, come da lui dichiarato, sarebbero dunque serviti come aiuto per pagare le cure mediche.

Cosa ne pensate? Continuate a seguire Star Wars Addicted!


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.