News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiThe Mandalorian, capitolo 9: NON guardatelo per NESSUNA RAGIONE senza aver prima...

Leggi anche

The Mandalorian, capitolo 9: NON guardatelo per NESSUNA RAGIONE senza aver prima letto Aftermath

“Lo Sceriffo”

Star Wars si conferma ancora una volta incredibilmente emozionante e un’espansione del concetto di cross-medialità che non ha precedenti nel mondo della narrazione. Dopo il rapido epilogo, ecco apparire il titolo del capitolo, “Lo Sceriffo”. Che rimanda a tante idee ed emozioni: il fan incallito di Star Wars trasale, perché la mente gli schizza subito ad Aftermath.

, The Mandalorian, capitolo 9: NON guardatelo per NESSUNA RAGIONE senza aver prima letto Aftermath, Star Wars Addicted

Non voglio fare spoiler qui, mentre se volete avere subito una visione più esaustiva sul capitolo 9 vi rimandiamo alla nostra guida. Solo sottolineare il tipo di cross-medialità che Disney e Lucasfilm stanno strutturando (siamo solo all’inizio, se le cose andranno bene sul piano economico…), dove un romanzo contribuisce alla narrazione di film e telefilm e dove l’universo è coeso in maniera incredibile. L’emozione che si ha alla visione dell’inizio della seconda stagione di The Mandalorian dopo la lettura di Atfermath non è assolutamente paragonabile all’emozione della visione priva di lettura. Ci troviamo infatti di fronte a un tipo di incastro narrativo completamente nuovo, seppure prenda le forme da alcuni concetti originariamente introdotti dallo stesso George Lucas. E quel “Lo Sceriffo” è solo il primo pugno allo stomaco dell’appassionato di Star Wars…

, The Mandalorian, capitolo 9: NON guardatelo per NESSUNA RAGIONE senza aver prima letto Aftermath, Star Wars Addicted

In questa seconda stagione, peraltro, The Mandalorian si migliora in maniera sensibile, frutto anche di un investimento decisamente più consistente da parte di Disney rispetto a quello messo a disposizione per la prima stagione. Inoltre, presenta una solidità narrativa nettamente superiore. Lo si intuisce immediatamente, già al riassunto della prima stagione che anticipa l’inizio dei fatti del capitolo 9. Il montaggio di queste sequenze presenta stile e ritmi differenti, trasmettendo il loro significato in una maniera più efficace.

La seconda stagione di The Mandalorian è ancora più western, con riferimenti espliciti agli spaghetti western di Sergio Leone e a Quentin Tarantino, ma anche ai western di stile americano. Il nono capitolo è al tempo stesso completamente al servizio dell’immaginario di Star Wars, anche a rischio di prendersi qualche pausa e qualche tempo morto nella narrazione.

, The Mandalorian, capitolo 9: NON guardatelo per NESSUNA RAGIONE senza aver prima letto Aftermath, Star Wars Addicted

Migliorano gli effetti visivi e migliora la fotografia, colmando il gap qualitativo tra serie televisiva e film di Star Wars che si era venuto a creare con la prima stagione. Che permane, anche per le limitazioni date dal sistema di riprese basato su una serie di schermi a LED posizionati in un’unica stanza di 75 metri. Debuttano degli effetti di motion capture per la riproduzione di alcuni alieni, ma non sono completamente convincenti con animazioni che danno la sensazione di essere state realizzate a un frame rate basso.

Ma nel complesso The Mandalorian è adesso più maturo, ciò che chiedevano a Jon Favreau. Questo capitolo 9 assomiglia a un piccolo film: dura di più rispetto ai capitoli della prima stagione e si prende i suoi tempi nella narrazione, il che giova tantissimo all’immaginario, riprendendo stilemi e idee di Clone Wars e Rebels, oltre che dei film, sia della trilogia originale che gli altri.

C’è anche la mano di Dave Filoni, ovviamente: come già capitato con le sue opere precedenti, la prima stagione della serie introduce i nuovi personaggi, mentre la seconda vede il ritorno delle figure eccellenti. Senza rinunciare al “tipico” pugno nello stomaco sul finale…

Supervisor Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Seguici in live!

Ultimi articoli