Star Wars: The High Republic è stata descritta come un’epopea editoriale ambientata secoli prima di Episodio I: La Minaccia Fantasma. In un nuovo approfondimento StarWars.com ha mostrato per la prima volta alcuni padawan, protagonisti di diversi prodotti della serie.

I Padawan dell’Alta Repubblica coprono una vasta gamma di abilità, ha ammesso Jennifer Heddle, direttore esecutivo di Lucasfilm Publishing. Alcuni sono riluttanti nei riguardi dell’avventura, mentre altri non vedono l’ora di fiondarsi in mezzo all’azione.

BELL ZETTIFAR

Bel Zettifar è l’apprendista del leggendario Loden Greatstorm, e spera di sopravvivere a questa esperienza. Lui e il suo maestro sono di stanza in un avamposto jedi sul mondo minerario di Elphrona, nell’Orlo Esterno. Nonostante il duro lavoro, Bell si diverte a vagare per le colline di ferro del pianeta, con il suo segugio di nome Ember.

BURRYAGA

Burryaga è uno dei pochi wookiee ad aver lasciato le lussureggianti foreste di Kashyyyk per studiare nel tempio jedi di Coruscant. Sebbene sia abile con la sua spada laser a due mani, è la naturale capacità di Burryaga di percepire le emozioni degli altri che lo distingue dagli altri membri dell’Ordine. Il wookiee è un allievo del maestro jedi Nib Assek, che ha imparato lo Shyriiwook per istruirlo più facilmente nelle vie della forza.

LULA TALISOLA

Lula Talisola non vede l’ora di essere nominata Cavaliere, e vuole essere la più grande jedi della storia dell’Ordine. Oltre ad essere la migliore della sua classe nel combattimento con la spada laser, è leale e compassionevole e si prende cura dei suoi due migliori amici, Farzala e Qort.

REATH SILAS

Reath Silas ha avuto un apprendistato in qualche modo privilegiato poiché il suo maestro, Jora Malli, è un membro del Consiglio Jedi. Ciò significa che ha trascorso molto più tempo su Coruscant, in riunioni diplomatiche di alto livello. La frontiera, per lui, sarà un grande cambiamento.


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.