Una delle domande che più sono state fatte durante l’era della trilogia sequel riguarda – senza alcun dubbio – l’identità di Rey. Prima di Episodio IX: l’Ascesa di Skywalker, infatti, l’origine della protagonista della nuova trilogia è stata al centro di teorie e discussioni tra i fan, pari – forse – solo al mistero intorno alla figura di Snoke.

Nell’ultimo capitolo della Saga abbiamo scoperto che Rey ha un’origine oscura, essendo la discendente di Darth Sidious, il redivivo Imperatore. Parlando con il suo amico Josh Gad al Jimmy Kimmel Live, Daisy Ridley – l’attrice britannica che ha interpretato Rey – ha ammesso che si era parlato anche di una versione alternativa.

All’inizio si parlava di un legame con Obi-Wan Kenobi. C’erano versioni diverse. Poi si è detto che non era nessuno. E poi è arrivato episodio IX, e J.J. mi ha proposto il film dicendomi ‘Oh sì, Palpatine è suo nonno’. E io ho detto ‘Fantastico!’. E due settimane dopo ha detto ancora ‘non ne siamo ancora sicuri’, quindi ha continuato a cambiare.

Questa, dunque, è la riprova di come la trilogia sequel sia stata scritta strada facendo, senza un vero canovaccio dietro. Forse l’unico vero difetto di questa nuova era.


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.