News

Guide

Serie

Live

HomeApprofondimentiStar Wars L'Ascesa di Skywalker: l'Imperatore è un clone come in Dark...

Leggi anche

Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire

La novelization di Star Wars L’Ascesa di Skywalker sta rivelando dei dettagli molto utili sul capitolo conclusivo della Saga degli Skywalker. Molto criticato per le sue apparenti incongruenze, invece, si sta rivelando essere costruito su una base teorica molto forte. Sia per quanto riguarda l’Imperatore che per il rapporto di Rey con la Forza, che ha portato generazioni di Jedi a vivere in lei.

Il film, è noto, è montato in maniera incalzante, e questo fa infuriare i fan, perché è semplicemente impossibile cogliere certi particolari alla prima visione. Anzi, tutto questo è organizzato in maniera deliberata in modo da spingere ad ulteriori visioni e alla consultazione delle opere collaterali, Legends oltre che Canon. Sembra che la sceneggiatura del film sia stata fatta in modo tale da essere chiara solo a mesi di distanza dall’uscita.

Come abbiamo visto, la novelization di Rae Carson ha rivelato che il corpo dell’Imperatore Palpatine visto ne L’Ascesa di Skywalker è un clone. Ovvero, non è la carne di Palpatine per come l’abbiamo vista nei passati Star Wars ma, in qualche modo non ancora meglio definito, l’essenza dell’Imperatore è stata infusa in questo corpo clonato.

, Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire, Star Wars Addicted

Gli autori della sceneggiatura de L’Ascesa di Skywalker, evidentemente strettamente coadiuvati dal Lucasfilm Story Group, sembrano essersi rifatti al fumetto Legends anni ’90 Dark Empire. E su questo avevamo fatto una previsione che ora sembra azzeccata.

Nei primi anni ’90, la serie di fumetti non canonici Il lato oscuro della Forza (Dark Empire) prevedeva il ritorno dell’Imperatore grazie a una serie di cloni che era riuscito a creare durante il periodo del suo dominio sulla galassia. A ogni morte dell’Imperatore, lui usa un potere Sith per tornare su un altro dei suoi corpi. Questo fumetto introduce un concetto molto importante, che ora sembra essere diventato canonico, ovvero, che esiste un potere Sith che permette di “sovrascrivere” l’anima con un’anima di un Sith più potente nella Forza.

, Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire, Star Wars Addicted

In Episodio IX il corpo di Palpatine appare cadaverico perché non è in grado di contenere l’immenso potere dell’Imperatore. È sostenuto da macchine e sembra in progressivo deterioramento, almeno fin quando non riesce ad attingere alla Diade della Forza che, con una serie di manipolazioni, è riuscita ad attrarre a sé.

, Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire, Star Wars Addicted

Palpatine ha quindi creato un clone di sé stesso con l’aiuto dei lealisti Sith di Exegol, che versa in uno stato di imperfezione e fragilità. Lo ha confermato anche Roger Guyett, supervisore degli effetti visivi del film, in un’intervista a EpicStream.“Quando Kylo Ren lo incontra, Palpatine non è completamente formato e si affida a tubi meccanici, e può muoversi solo nell’ambito di un laboratorio” ha detto. “Ha lo spirito del Sith ma in un corpo incompleto”. Inoltre ha aggiunto che J. J. Abrams aveva già pensato alla clonazione per “giustificare” il ritorno di Palpatine mentre preparava Il Risveglio della Forza.

Alcuni si chiedono: come avrei dovuto capire solamente dal film che le cose stanno così? La risposta non è univoca, e una parte risiede nel secondo paragrafo di questo articolo. Il personaggio di Beaumont Kin, interpretato da Dominic Monaghan, è l’unico ad aiutarci nell’interpretazione, quando parla di rituali Sith e clonazione a proposito del ritorno di Palpatine.

, Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire, Star Wars Addicted

Come apprendiamo dal Visual Dictionary de L’Ascesa di Skywalker, Beaumont Kin è uno storico e, prima dell’avvento del Primo Ordine, si augurava di diventare un educatore. Dopo la distruzione del sistema di Hosnian raccontata in Episodio VII, Beaumont Kin ha abbandonato la sua carriera accademica per diventare capitano nella divisione di intelligence della Resistenza. Durante i suoi studi ha maturato un’articolata conoscenza delle antiche pratiche sia Jedi che Sith.

Sappiamo che è poco e sappiamo anche che Lucasfilm snocciolerà altri dettagli sul ritorno dell’Imperatore, lasciandosi l’opportunità di ampliare questo cruciale aspetto con gli altri contenuti che arriveranno su Disney+ e attraverso le varie pubblicazioni di romanzi e fumetti.

Molto interessante anche la base teorica della richiesta di aiuto che Rey invia ai Jedi del passato quando sta per soccombere su Exegol per mano dell’Imperatore. Nella novelization di Rae Carson sembra invocare il Mondo tra i Mondi, definito dallo scrittore come luogo tra i luoghi. Anche qui si tratterebbe di un aggancio molto interessante, perché spiega un altro passaggio molto complesso facendo riferimento, in questo caso, a qualcosa che abbiamo appreso in Rebels.

, Star Wars L’Ascesa di Skywalker: l’Imperatore è un clone come in Dark Empire, Star Wars Addicted

In Star Wars Rebels apprendiamo che Palpatine sta studiando il “Mondo tra i Mondi”. Quest’ultimo riguarda la capacità dell’Imperatore di prevedere il futuro e modellarlo. Come dice il lupo Dume, nel Mondo tra i Mondi si trovano conoscenza e distruzione. Si può acquisire consapevolezza del futuro o dei futuri che potrebbero avvenire e vedere cose avvenute in passato. Si può alterare il futuro, ma può essere molto pericoloso perché non si conoscono tutta una serie di cose che sarebbero potute accadere. Questo può portare alla distruzione di chi vuole manipolare il futuro.

Insomma, si può parlare di narrazione farraginosa e poco chiara (volutamente?) ma non di incoerenza. Qualsiasi appassionato che rifletta e si sforzi di trovare dei collegamenti in un’altra opera di Star Wars, infatti, troverà una spiegazione rispetto a quelle che in un primo momento ha considerato incongruenze.

Senior Editor

Approfondimenti e editoriali su Star Wars.

Seguici in live, tutti i venerdì alle 21:00!

Ultimi articoli