I film di Star Wars sono pieni di nozioni da apprendere, di connessioni da fare e di “easter egg”, ovvero dettagli e citazioni che passano fugacemente davanti agli occhi, magari sovrapposti rispetto all’azione principale, ma che possono trasmettere importanti informazioni sulla “galassia lontana lontana”. È dunque facile perdersi qualche dettaglio.

I Visual Dictionary dei film servono proprio a questo: a spingerci a concentrare l’attenzione sui dettagli che rendono così affascinante l’immaginario di Star Wars. Scritto da Paulo Hidalgo, principale referente del Lucasfilm Story Group, con lo sceneggiatore de L’Ascesa di Skywalker Chris Terrio, il Visual Dictionary di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, per il momento disponibile solo in inglese, fa luce su tanti di questi misteri.

Come sappiamo, L’Ascesa di Skywalker ha portato a termine la cosiddetta Saga degli Skywalker. Lo ha fatto ricorrendo a personaggi, creature, navi e luoghi mai visti prima in Star Wars, che si affiancano ad aspetti già conosciuti. Sappiamo di più dei Cavalieri di Ren, abbiamo incontrato nuovi volti della Resistenza, e ci siamo imbattuti negli abitanti di Pasaana, Kef Bir, Kijimi ed Exegol. E proprio come succedeva con gli avventori nella taverna di Una Nuova Speranza o con i Cacciatori di Taglie passati in rassegna da Darth Vader ne L’Impero Colpisce Ancora, l’appassionato vuole saperne di più.

Il Visual Dictionary de L’Ascesa di Skywalker intreccia storie e nozioni senza rovinare la trama del film o le sorprese per coloro che non lo avessero già visto. Insieme al racconto di Hidalgo ci sono sezioni trasversali con bellissime illustrazioni di veicoli chiave e astronavi create da Kemp Remillard. Il sito ufficiale di Star Wars sottolinea i cinque dettagli più suggestivi che si possono apprendere grazie al Visual Dictionary.

1. Apprendiamo come il Primo Ordine ha dato il via all’Ordine Finale

Il Primo Ordine si è apertamente rivelato alla galassia quando la base Starkiller ha distrutto la sede della Nuova Repubblica, Hosnian Prime. L’inizio della costruzione della base è di poco successivo alla Battaglia di Endor e alla morte dell’Imperatore. Nel primo capitolo del Visual Dictionary, sono elencati con puntualità gli eventi chiave che hanno portato alla formazione del Primo Ordine. Uno dei dettagli più suggestivi riguarda il pianeta di Ilum, sede dei cristalli kyber che i Jedi usano per creare le loro spade laser, il quale è stato lentamente trasformato nella base di Starkiller per attingere all’energia di quintessenza di una stella vicina al nucleo kyber del pianeta. Questa storia, peraltro, in un intreccio cross-mediale molto affascinante, era stata anticipata nel videogioco Star Wars Jedi: Fallen Order. Il Primo Ordine si alleerà con i Sith Eternal su Exegol, ma sarà solamente l’ultimo passo per l’Ordine Finale, preparato nel corso di decenni.

2. Un retroscena dettagliato sul contadino Aki-Aki proprietario dello skimmer che Rey ruba

Jo-Dapshi Gorubunn è il nome del contadino arrivato da lontano per partecipare al Festival degli Antenati, il grande evento che si tiene ogni 42 anni su Pasaana. Ha portato a bordo del suo skimmer granaglie secche e merci essiccate nella speranza di fare delle vendite. Il mestiere dell’agricoltore su Pasaana non è certo facile e le sue mani hanno visto anni di duro lavoro. Lui ha persino perso una delle sue proboscidi prensili in seguito a un infortunio alla fattoria. Tutte le sue proprietà, insieme al suo skimmer completo di stemma di famiglia inciso su un gagliardetto, svaniscono improvvisamente quando una giovane donna, accompagnata da alcuni amici, manomette il sistema di avviamento del trasporto, salta su e vola via. Non solo il suo velivolo viene rubato, ma si allontana a una velocità che Jo-Dapshi Gorubunn non sapeva nemmeno fosse possibile. Si scopre che suo nipote stava segretamente armeggiando con lo skimmer, che è essenzialmente il trasporto di famiglia, e disconnettendo il sistema di controllo imposto dal governatore, era riuscito ad aumentare la velocità massima. Non rimarrà niente dello skinner dopo che sarà stato risucchiato dalle sabbie mobili vicino al Lurch Canyon.

3. C’è un motivo per cui non vediamo il Finalizer in questo film

Come FN-2187, Finn era assegnato all’ammiraglia di Kylo Ren, il Finalizer. Dopo aver salvato Poe Dameron ed essere fuggito insieme a lui con l’aiuto di un Caccia TIE, Finn ha pensato di non dover più fare ritorno su quello Star Destroyer. Ma qualche tempo dopo la battaglia di Crait e prima degli eventi de L’Ascesa di Skywalker, Finn torna sul Finalizer, questa volta come spia sotto copertura indossando un’armatura da assaltatore. Grazie a questa missione Finn, insieme ad altri membri della Resistenza, mette definitivamente fuori combattimento il Finalizer. Arenato su Batuu, il Finalizer è così gravemente danneggiato che Kylo Ren decide di spostare il suo comando su un altro Star Destroyer, lo Steadfast, una notizia non certo graditissima dal Generale Hux. Il Generale Alleante Enric Pryde comanda lo Steadfast, assegnatogli da Snoke sei anni prima dopo che Pryde ha perso il suo Star Destroyer durante la battaglia di Jakku. Ciò significa che Hux è un generale senza una nave, e il più giovane membro del Consiglio Supremo, con la sua carriera in bilico dopo la perdita della base Starkiller e del Finalizer.

4. Viene spiegato il sistema di Endor

Con l’introduzione di una seconda luna al sistema di Endor, Kef Bir, ovvero il luogo dove si trovano arenati i resti della seconda Morte Nera, è stato necessario rifinire per bene tutto il sistema di Endor. Il Visual Dictionary mostra tutte le nove lune principali, ma sottolinea come solo due presentino forme di vita, la Luna Boscosa (IX3244-A) e la Luna Oceanica (IX3244-C o Kef Bir in Ewokese). Altri misteri, però, meritano ulteriori spiegazioni. Gli Orbak non sono nativi di Kef Bir, eppure erano lì per essere domati quando Jannah e la Compagnia 77 sono arrivati, cercando di nascondersi dal Primo Ordine. Da quanto tempo sono lì allo stato brado? E come sono sopravvissuti al disastro ecologico che si è innescato dopo la caduta di alcune sezioni della Morte Nera?

5. Un vecchio professionista può avere un nuovo nome

Fra le tante persone che possiamo velocemente scorgere nel Quartiere dei Ladri su Kijimi City c’è un cacciatore di taglie con molte parti cibernetiche. Stiamo parlando di un anziano cacciatore corelliano con una certa affinità con le armature degli assaltatori di era imperiale, conosciuto con l’alias Rothgar Deng. Non è la prima volta che nei film di Star Wars alcuni personaggi, per quanto importanti, siano solamente accennati, per poi rimandare ad approfondimenti come questo. Era successo anche con il Dr. Evazan e con Ponda Baba in Rogue One: The Ultimate Visual Guide. Il vecchio protagonista altri non è se non Dengar, già apparso in Clone Wars e ne L’Impero Colpisce Ancora, fra i cacciatori di taglie sulle tracce del Millennium Falcon dopo Hoth. Però, il suo aspetto è decisamente cambiato, come abbiamo già visto qui.


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.