Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

  Pubblicato il 11 Novembre 2019
  da

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 1
star wars

Tempo di lettura Tempo di lettura: 5 minuti


Ormai manca molto poco al debutto nelle sale cinematografiche di Star Wars: Episodio IX – L’Ascesa di Skywalker, che come tutti sappiamo in Italia è previsto per il prossimo 18 dicembre. Tutti si chiedono quale sarà la trama dell’attesissimo film di Star Wars ma, per poterla gustare a pieno, bisogna possedere alcune conoscenze derivanti dal cosiddetto universo “espanso”, ovvero i fumetti, i romanzi, le serie televisive e i videogiochi che fanno parte del Canone.

1) Due modi di vedere la Forza

Perché i Jedi, che tramite la Forza dovrebbero percepire tutto quanto li circonda, non si accorgono della minaccia incombente che sta per portare Darth Sidious, ovvero l’Imperatore Palpatine? Il Consiglio dei Jedi si concentra soprattutto sulla Forza Unificante, ovvero la Forza intesa come unione di passato, presente e futuro. Ogni gesto non ha conseguenze solo sul presente, ma anche e soprattutto sul futuro, e un Jedi valuta ogni singolo suo passo in termini di come esso potrà modificare il futuro. La Forza Vivente è invece la forza intesa al presente, quella che permea costantemente la materia. “Non concentrarti sulle tue ansie, Obi-Wan, mantieni la concentrazione solo sul momento presente” dice Qui-Gon Jinn al suo apprendista. “Ma il maestro Yoda ha detto di porre attenzione al futuro” replica quell’altro. “Ma non a scapito del presente. Poni attenzione alla Forza vivente, mio giovane Padawan”.

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 2

Qui-Gon, che è un personaggio cruciale nell’immaginario di Star Wars e da alcuni ritenuto il vero cardine di tutta la storia, è il principale sostenitore della Forza Vivente nelle storie che conosciamo. Prendendo con sé il giovane Anakin infrange la regola del Consiglio dei Jedi di perseguire la Forza Unificante, perché è incurante delle conseguenze future del suo gesto. Anakin ha tanti midichlorian in sé e portarlo dalla parte dei Jedi nel presente consente di raggiungere l’Equilibrio predetto dalla Profezia, pur con rischi molto seri per il futuro. “Nebuloso è il futuro di questo ragazzo…” dice il Maestro Yoda. Quello della Forza Vivente è il modo più puro e arcaico di vedere la Forza, tipico dei saggi Jedi antichi, e rende possibili i fenomeni di Fantasmi della Forza.

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 3

2) I poteri del Lato Oscuro

“Il lato oscuro della Forza è la via per acquistare molte capacità da alcuni ritenute ingiustamente non naturali” dice il Cancelliere Palpatine al giovane Anakin nell’Episodio III. Sconfinare nel Lato Oscuro senza farsi corrompere, una capacità riservata a pochissimi eletti, permette di padroneggiare dei poteri molto forti, spesso indispensabili per sconfiggere il Lato Oscuro stesso. Questo viene spiegato molto bene nel romanzo L’Apprendista del Lato Oscuro ed è alla base dello studio di Qui-Gon Jinn che gli consente di far rivivere i Jedi caduti come Fantasmi della Forza.

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 4

L’oscuro piano che Palpatine sta architettando per rovesciare il Senato della Repubblica genera Anakin, colui che porterà Equilibrio nella Forza. Cosa di cui lo stesso Darth Sidious è consapevole: ed è per questo che gli rimane un’unica possibilità per portare a compimento il suo piano. Soggiogare Anakin e convertirlo al Lato Oscuro, in modo da lasciar squilibrata la Forza e poter instaurare l’Impero. Se è vera questa teoria, allora è molto probabile che sia il passaggio del giovane Ben Solo al Lato Oscuro a originare dal nulla Rey. Lasciare squilibrata la Forza porta ad atroci conseguenze, e la Forza tende costantemente a riequilibrarsi. È probabile dunque che nell’Episodio IX troveremo le risposte definitive sulla Profezia che ha riguardato Anakin e sulle stesse origini di Rey. “L’oscurità cresce e la luce con essa. Avevo avvisato il mio giovane apprendista che più diventata forte, più lo diventata il suo equivalente nella luce” sono parole del Leader Supremo Snoke. Ne Gli Ultimi Jedi sappiamo che Kylo Ren ha rivelato a Rey: “Non sei nessuno, i tuoi genitori non erano nessuno, solo mercanti che ti hanno abbandonata”. “Qualcosa, dentro di me, è sempre stato lì. E si è risvegliato” sono le parole di Rey.

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 5

3) L’universo “espanso” è importante

Secondo alcuni, nella scena del trailer finale dell’Episodio IX in cui apparentemente Rey e Kylo Ren distruggono un santuario di Darth Vader, si assisterebbe a un tentativo di Rey che infruttuosamente Kylo Ren cerca di bloccare. In quella stessa sequenza Rey ha nella mano sinistra un pugnale che ricorda la Daga di Mortis. Inoltre, il Figlio di Mortis, che fisicamente ricorda Lord Snoke, infonde in Anakin una visione del proprio atroce futuro, con l’obiettivo di farlo desistere e unirsi a lui, che è passato al Lato Oscuro, con l’obiettivo di non far nascere l’Impero. Che l’arco narrativo di Mortis venga ripreso nell’episodio conclusivo? Che la vicenda di Mortis sia in qualche modo legata al Primo Ordine?

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 6

Inoltre, nella trilogia di Aftermath si parla degli “Accoliti dell’Aldilà”, che secondo alcuni poterebbero essere i Cavalieri di Ren. Loro entrano in possesso di una spada laser rossa, e sono convinti che possa trattarsi proprio di quella di Darth Vader. Kylo Ren ha lottato contro gli Accoliti e probabilmente ne è diventato leader dopo aver sconfitto la loro guida armata della spada di suo nonno. Il che risulta ancora più plausibile se si considera che gli Accoliti veneravano Darth Vader, quindi suo nipote è chiaramente un potenziale leader per un gruppo con un livello talmente importante di fanatismo. Ne abbiamo parlato diffusamente in questo articolo su Darth Vader.

Tre cose da sapere prima di vedere Star Wars: L'Ascesa di Skywalker 7

In altri termini, le serie televisive come Clone Wars, Rebels, Resistance e The Mandalorian, così come i romanzi, rivelano dettagli preziosissimi per poter capire tutte le sfaccettature del film e il suo vero significato già alla prima visione.

Tra le altre cose, i romanzi rivelano come la galassia apprende che Leia è la figlia di Darth Vader e come questo porta alla fondazione della Resistenza, quali sono le vere origini del Capitano Phasma e perché è passato al lato oscuro, il destino di personaggi molto apprezzati come Ahsoka Tano e Asajj Ventress, e tantissimi aspetti del passato e delle motivazioni di tutti i protagonisti che vediamo al cinema. Altri dettagli sui romanzi di Star Wars si trovano in questo approfondimento.