Recensione Star Wars Resistance 2×03: ‘Live Fire’

  Pubblicato il 25 Ottobre 2019
  da

Recensione Star Wars Resistance 2x03: 'Live Fire' 1
star wars

Tempo di lettura Tempo di lettura: 2 minuti


Eccoci al nostro appuntamento settimanale dedicato a Star Wars Resistance, la cui seconda ed ultima stagione è ora in corso. Abbiamo visto il terzo episodio della serie animata, intitolato ‘Live Fire’.

Dopo l’ottima puntata precedente, l’equipaggio della Colossus pensa a potenziare le sue difese, con l’idea di usare gli Assi come squadriglia di caccia stellari. Si uniscono così al team Yeager e lo stesso Kaz. Il gruppo usa un pianeta acquatico come terreno di prova per l’addestramento, mentre parallelamente Tam comincia la sua vita da pilota del Primo Ordine…

Recensione Star Wars Resistance 2x03: 'Live Fire' 2

Come sempre, cerchiamo di dare un giudizio sui 22 minuti di scene senza anticiparvi nulla delle vicende.

Le scorse volte avevo evidenziato come l’arco narrativo di Tam si fosse molto velocemente trasformato nella parte più interessante di questa stagione. Live Fire è la conferma di quanto detto. Il Primo Ordine è quella macchina che punta a convertire i propri soldati in automi senza alcuna forma di empatia; questo elemento sta stretto a Tam, che però ancora non sembra nutrire alcun dubbio sulla sua scelta. Finalmente, comunque, potremo assistere alle sue doti di pilota, decisamente superiori alla media degli altri cadetti.

L’intero episodio, dunque, segue i due processi di addestramento con relative disavventure, ma non risultando mai pesante e, anzi, regalandoci quel tanto di azione che basta a far trascorrere una piacevole mezz’ora.

Viene inoltre dato spazio anche ad Hype, l’Asso rodiano che in questa puntata si ritaglia un ruolo tutto suo ed è messo al centro dei problemi del team. Mi aspetto in futuro di vedere questo genere di operazioni anche per gli altri Assi, così da togliergli quei panni da macchiette che ancora hanno addosso.

Recensione Star Wars Resistance 2x03: 'Live Fire' 3

 

Accresce quindi la voglia di vedere il confronto tra Kaz e Tam, la cui rivalità rappresenta di certo il fulcro dell’ultima stagione di Resistance. Non c’è molto altro da dire per un episodio che, pur non portando avanti la storia, rappresenta un passo importante e indispensabile per entrare meglio nei processi di crescita di alcuni personaggi, Tam da una parte e Hype dall’altra, ma anche le rispettive squadre che, siamo sicuri, troveranno modo di darsi battaglia più avanti nella serie.

Fiduciosi attendiamo quindi il prossimo episodio di Star Wars Resistance.