Fin dall’annuncio di The Mandalorian, i fan di Star Wars hanno fantasticato sulle modalità in cui questa primissima serie live action avrebbe potuto citare l’universo creato da George Lucas. Così, quando lo scorso Dicembre John Favreau pubblicò sul suo profilo instagram la prima foto di un droide dall’aspetto familiare, tutti si convinsero che doveva trattarsi del cacciatore di taglie IG-88.

Sappiamo tutti che il droide killer che comparirà in The Mandalorian in realtà è IG-11, un personaggio del tutto nuovo che però ha molto in comune con il più noto 88, comparso per la prima volta ne l’Impero Colpisce Ancora, al fianco di Boba Fett e degli altri temibili bounty hunter.

Proprio a questo proposito IGN ha avuto la possibilità di chiedere a Dave Filoni (produttore esecutivo della serie insieme a Favreau) il motivo di questa scelta.

Lavorando a Star Wars da così tanto tempo, tendo a propendere sempre per la creazione di nuovi personaggi. Adoro e rispetto i personaggi classici […] ma mi piace esplorare i vuoti non ancora definiti. Un po’ come successo con la creazione di Ahsoka, inserita in uno spazio abbastanza limitato come due film. Siamo stati comunque in grado di aggiungere un tassello prezioso a quella che è la storia dei prequel. […] Un droide come IG-88, se conosci l’universo espanso, è protagonista di molte storie […] E’ meglio semplicemente dire “Beh, ci sono altri droidi” […] Ci da più spazio di manovra.

Pare che IG-11 lavorerà a stretto contatto con il Mandaloriano. Curiosi di vederlo in azione?
Non resta che attendere il prossimo 12 Novembre.

Fateci sapere cosa ne pensate e che la Forza sia con voi!



Commenta questo articolo sulla nostra pagina Facebook.