La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren

  Pubblicato il 19 Settembre 2019
  da

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 1
star wars

Tempo di lettura Tempo di lettura: 6 minuti


Ti piace Star Wars? Scrivi per Star Wars Addicted! Clicca qui e scopri come fare.

Quasi tutti i fan di Star Wars prima o dopo si sono posti la domanda: amerei lo stesso la “galassia lontana lontana” se avesse un’altra musica?” Mancherebbe quell’elemento di suggestione e di emozione che fa la differenza tra un qualcosa di veramente memorabile e un qualcosa di semplicemente ammirevole. Le musiche di Star Wars hanno fatto la storia del cinema, e John Williams ha dato un contributo eccezionale a Star Wars.

Come sanno gli appassionati, la sua gloriosa carriera termina proprio con Episodio IX: L’Ascesa di Skywalker, a 87 anni. Williams ha vinto 5 Premi Oscar, dei quali uno proprio per Una Nuova Speranza, e ottenuto innumerevoli candidature, ultime delle quali proprio per Il Risveglio della Forza e Gli Ultimi Jedi.

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 2

La musica è fondamentale per qualsiasi film, accompagna l’emozione, contribuisce in prima istanza alla formazione del messaggio e alimenta il lavoro di interpretazione dello spettatore. Mi sono reso conto fino in fondo di quanto fosse importante in Star Wars leggendo un post di un lettore di Star Wars Addicted su Facebook, Luca, un musicista, dalle cui idee prendo spunto per scrivere questo contenuto. Mi ha fatto capire quanta profondità c’è nell’opera di Williams e quanta matematica ci sia dietro una componente solo apparentemente solo artistica/creativa. Si cerca di usare delle prove musicali per elaborare teorie su ciò che accadrà in futuro nell’immaginario di Star Wars: la speculazione su ciò che accadrà, come ben sappiamo, è una parte fondamentale per il fandom di Star Wars.

Luca, attraverso una serie di considerazioni tecniche su vari temi provenienti da tutte le trilogie di Star Wars, arriva a stabilire una correlazione tra i temi principali di Rey, Anakin e della Forza, ma anche la famosissima Marcia Imperiale e il tema di Kylo Ren. Da una parte i temi di Rey e di Kylo Ren sarebbero legati e per certi versi speculari tra di loro: dall’altra, all’interno del tema di Rey, costruito su scala modale dorica, ci sarebbero i segni del conflitto tra luce e oscurità. Vediamo perché.

Quello della musica è un lavoro di cesello, che deve fare da collante tra messaggio e interpretazione dello spettatore e avere un senso molto preciso. La musica dei recenti Star Wars rivela molto sulla psicologia dei personaggi protagonisti e chi sono in fondo, a partire da Kylo Ren e da Rey. Ne Gli Ultimi Jedi, ad esempio, il personaggio di Kylo Ren è sempre stato combattuto tra il Lato Oscuro e il Lato Chiaro, se rimanere fermo sulle proprie convinzioni o lasciarsi convertire al Lato Chiaro.

“John Williams con le sue musiche attribuisce a Kylo Ren almeno due temi principali” ha detto il musicologo Frank Lehman in un’intervista a Elite Daily. Il tema principale è una fanfara ascendente e molto aggressiva, che combacia con la sua natura malvagia. Il secondo tema, invece, rappresenta il suo essere titubante, come si evince dalle conversazioni con Rey. I tecnici definiscono questo tipo di scala musicale scala cromatica, ovvero un insieme di note e alterazioni che rimane invariato sia scendendo che salendo o variando tonalità.

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 3

Ovviamente qui si cerca di imitare l’iconica Marcia Imperiale di Darth Vader: come sappiamo, il personaggio di Kylo Ren deve da una parte ricordare Vader, dall’altra non deve avvicinarsi troppo. Nella parte finale de Gli Ultimi Jedi il tema di Kylo Ren, che fino a quel punto si era sentito solo in versione accennata, viene ampliato e diventa pomposo, congiuntamente alla marcia di Kylo all’interno della base ribelle di Crait evacuata. Kylo ottiene una versione più estesa del suo tema, pur non raggiungendo ancora l’altisonanza della Marcia Imperiale. Lehman ritiene che quest’ulteriore evoluzione al tema di Kylo Ren coinciderà con le vicende de L’Ascesa di Skywalker, quando lo vedremo come Leader Supremo.

Il tema di Rey, invece, è strettamente connesso con il famoso tema della Forza sentito per la prima volta nella Trilogia Originale, ovvero quando Luke guarda il tramonto dei due soli in Episodio IV. Come dice Luca nel suo post, tutta la prima parte del tema di Rey non è altro che l’inizio del tema della Forza ripetuto velocemente e adornato di note aggiuntive. Ovviamente, anche se non abbiamo una percezione rigorosa di tutto questo, il nostro cervello percepisce le analogie, che lo portano a fare dei rimandi e a iniziare a congetturare su ciò che avverrà.

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 4

Anche il tema di Anakin nella Trilogia Prequel presentava un intervallo di quarta che rimandava al tema della Forza, come ci spiega ancora Luca, ma quello era l’unico punto di contatto fra i due temi. Invece, il tema di Rey non solo ne condivide l’intervallo di quarta, ma anche la tonalità e la scala: infatti la seconda parte del tema di Rey segue, per la prima volta dopo il tema della Forza, proprio una scala dorica. I Temi di Rey e della Forza sono quindi musicalmente e concettualmente profondamente connessi, tanto che possono essere addirittura sovrapposti senza creare dissonanze: e infatti questo “esperimento” lo possiamo sentire ad un certo punto dei titoli di coda di Episodio VII, in cui i due temi si fondono perfettamente creandone uno nuovo.

La Trilogia Prequel a cui si fa riferimento quando si parla del tema di Anakin rappresenta un’opera d’arte da questo punto di vista. Personalmente ho apprezzato molto l’uso del tema dell’amore proibito tra Anakin e la regina Amidala, peraltro poi ripreso nella parte conclusiva di Rogue One facendo riferimento a un altro amore proibito, quello tra Cassian Andor e Jyn Erso. Nella Trilogia Prequel, Williams ha intrecciato i temi di Anakin e Vader in vari modi variandone a seconda dei suoi scopi scala e tonalità in modo da spingere lo spettatore a evocare inconsciamente dei significati, per poi confermarli o contraddirli con la sceneggiatura.

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 5

Il Tema della Forza inizia con due note separate da un intervallo di quarta (quattro note separano virtualmente la prima e la seconda nota) e continua poi seguendo una scala modale dorica. L’intervallo di quarta ha un importante significato simbolico, in considerazione della rilevanza del numero 4 all’interno dell’immaginario di Star Wars. Il celeberrimo motto “Che la forza sia con te” in inglese si pronuncia “May the Force be with you”, che agli anglofoni rimanda alla data “May the Fourth”, 4 maggio, ovvero lo Star Wars Day. Un altro tema che sfrutta l’intervallo di quarta e che inizia con due note separate da un intervallo di quarta è poi quello di Qui-Gon Jinn, sempre nella Trilogia Prequel.

Per il Tema della Forza, Williams ha scelto volutamente la scala modale dorica perché tale scala è situata a metà tra l’ “allegro” e il “triste”. Trasponendo questo significato all’interno dell’immaginario di Star Wars, il dualismo tra allegro e triste è facilmente riconducibile a luce e oscurità, Jedi e Sith, e quindi al concetto dell’Equilibrio. Sapete qual è l’unico altro tema tra quelli composti da Williams per Star Wars a seguire la scala modale dorica? Ebbene, è quello di Rey. Quindi, quest’ultimo tema è simile al Tema di Anakin perché entrambi presentano un intervallo di quarta che rimandava al tema della Forza, ma al contempo si differenzia per la scala modale.

D’altronde non stiamo scoprendo qui che Rey è strettamente interconnessa con la Forza: come abbiamo supposto in un altro articolo, anzi, è probabile che dopo la decisione di Luke di chiudersi alla Forza e di scappare su Ahch To in seguito alla volontà di Kylo Ren di rivoltarglisi contro, la Forza stessa si sia concentrata massicciamente in un essere casuale, Rey appunto.

La colonna sonora di Star Wars rivela tanto su Rey e Kylo Ren 6

Veniamo quindi al dunque, ovvero alla considerazione che Luca fa tra le differenze tra i temi di Rey e di Kylo Ren. Questi due temi sono complementari perché il primo è una scala ascendente dal Re al Mi, mentre il secondo una scala discendente dal Mi al Re. Williams vorrebbe far intendere che anche i due personaggi sono complementari, rispecchiando la prospettiva vista al paragrafo precedente. Come abbiamo visto nel corso dell’articolo, nelle colonne sonore degli Star Wars nulla è lasciato al caso: tutto ha sempre avuto un significato nelle due trilogie precedenti e quindi è altamente probabile che sarà così anche per il capitolo conclusivo.

I temi di Rey e di Kylo Ren sono talmente simili che durante il loro combattimento in Episodio VII possiamo sentire il tema di Rey fondersi a quello di Kylo Ren grazie al Re che hanno in comune. Dunque, da una parte il tema di Rey, essendo contrapposto a quello di Kylo Ren per la specularità delle scale impiegate e per i riferimenti al tema della Forza da una parte e alla Marcia Imperiale dall’altra, rimanda al Lato Chiaro della Forza. Dall’altra, all’interno del tema di Rey, per via dell’uso della scala modale dorica, si accende un conflitto che potrebbe riguardare la seduzione al Lato Oscuro esercitata intorno al personaggio principale della nuova trilogia. In Rey quindi ci sarebbe una contrapposizione tra “luce” e “oscurità” proprio come la Forza realizza una continua ricerca dell’Equilibrio. Guardando all’ultima sequenza del teaser trailer del Disney D23, è chiaro come Rey abbia ancora molto da dire e forse qualcosa di inquietante da nascondere.