Lor San Tekka: la Forza è come una marea

  Pubblicato il 12 Agosto 2019
  da

Lor San Tekka: la Forza è come una marea 1
star wars

Tempo di lettura Tempo di lettura: 3 minuti


Ti piace Star Wars? Scrivi per Star Wars Addicted! Clicca qui e scopri come fare.

Se la Trilogia Originale ci ha presentato un concetto della Forza particolarmente mistico, quasi magico, nel 1999 La Minaccia Fantasma ha introdotto nella Saga una definizione della Forza tendenzialmente scientifica, grazie ai midichlorian.

La Trilogia Sequel, concettualmente più simile alla TO, ha riportato in auge il concetto di Forza metafisica. Gli Ultimi Jedi ci ha mostrato la Forza in maniera straordinariamente autentica, parlandoci di questa potente presenza come di un’energia fra tutte le cose viventi, una tensione, un equilibrio che mantiene unito tutto l’universo.

in Star Wars 50, l’ultimo numero (in Italia) dello spillato a fumetti che fa coppia con la sua controparte oscura Darth Vader, possiamo leggere Lor San Tekka definire la Forza dal suo punto di vista, ovvero quello dello studioso incapace di agire attraverso di essa, ma comunque abile nel comprenderla.

Lor San Tekka: la Forza è come una marea 2

Ovviamente fermatevi qui se non avete letto ancora il numero 50 di Star Wars.

LA FORZA E’… UNA MAREA

Abbandonato alla deriva nello spazio e convinto di essere prossimo alla morte, Lor San Tekka (comparso all’inizio de Il Risveglio della Forza e interpretato da Max von Sydow) registra le sue ultime parole, dedicate ovviamente all’oggetto dei suoi studi, durati una vita intera: la Forza.

Mi chiamo Lor San Tekka.
Sono un esploratore, un ricercatore, un archeologo che studia il più grande mistero dell’universo… la Forza che ci mantiene tutti uniti.
Ho vissuto una lunga vita, e ho imparato molto.
Ho sempre pensato che avrei avuto modo di scrivere le mie conclusioni da qualche parte.
Il riassunto di una vita di studio.
Così che altri potessero imparare. E magari usare il mio lavoro per risolvere i propri misteri.
Ci sono sempre altri misteri.
Ma a meno che non mi sbagli, non potrò tramandare molto. Solo questo misero testamento, trasmesso a voce ad un registratore di una tuta spaziale mentre vado alla deriva da solo nell’immensità del cosmo.
A cui confronto non sono niente.
Eppure… sono qui.
Sono Lor San Tekka. E queste sono le mie ultime parole.
E devo cominciare ammettendo che non sono in grado di toccare la Forza. Posso solo studiarla.
E quindi, tutte le mie conclusioni potrebbero essere sbagliate.
Ma penso che, in un certo senso, quella distanza mi abbia aiutato nella comprensione.
Vedo la Forza in modo differente rispetto ad uno jedi.
Ma anche se non la posso toccare, posso certamente dire che la Forza tocca me… come fa con tutti gli esseri viventi.
Si muove come un mare. Ha le maree. A volte recede dalla Galassia, e la sua influenza si sente a malapena.
E poi ritorna, e le grandi certezze diventano incerte, e tutto è cambiamento.
E’ come se, quando la Forza è prominente, coloro che la sfruttano potessero riplasmare la Galassia a loro piacimento. Credo che stiamo per rientrare in un periodo del genere adesso.
Diversi luoghi legati alla Forza nella Galassia sono di nuovo attivi… in attesa.
Qualcosa sta arrivando.
La luce e il buio combatteranno di nuovo.
E ho vissuto abbastanza per sapere una cosa… ciascuna della due fazioni può vincere

La definizione di Forza di Lor San Tekka è quanto mai interessante. Secondo lo studioso, infatti, la Forza si muove come la marea degli oceani: avanza, a volte travolgente, e poi indietreggia quasi a sparire.
La Forza ha chiaramente un obiettivo, ovvero la costante ricerca del suo equilibrio. Non è chiaro se abbia una coscienza vera e propria, o se agisca come qualunque altra energia naturale. Una cosa è certa, però: dalle parole di Tekka si intuisce come sia consueto per la Forza comparire e scomparire ciclicamente, esattamente come le maree.

Lor San Tekka: la Forza è come una marea 3

In questo senso potremmo spiegare anche il motivo per cui, dopo l’equilibrio portato da Anakin Skywalker in seno alla Galassia grazie al suo sacrificio ultimo, la Forza abbia in un certo senso abbandonato i nostri eroi permettendo a Luke di fallire e al Primo Ordine di ascendere, appena trenta anni dopo la fine dell’Impero.

La Forza continua ad essere un concetto estremamente flessibile e al contempo misterioso. Effettivamente il fascino di questa impalpabile energia sta anche nel fatto che non può essere imbrigliata in regole ben precise.

Fateci sapere cosa ne pensate, e che la Forza sia con voi!