Qui-Gon Jinn è uno dei personaggi più memorabili della trilogia prequel, nonostante compaia solo ne La Minaccia Fantasma, al fianco del suo giovane allievo Obi-Wan Kenobi.
Interpretato dall’attore irlandese Liam Neeson, Qui-Gon è stato per molti anni oggetto di discussione tra il fandom. Se fosse sopravvissuto, avrebbe tradito l’ordine Jedi per la causa separatista? Aveva iniziato a dubitare del Consiglio? I suoi ideali lo avrebbero condotto al Lato Oscuro, come successo con il suo maestro, il Conte Dooku? Qui-Gon, era un Jedi Grigio?

Ne L’Attacco dei Cloni, Dooku confida ad Obi-Wan di sentire la mancanza di Qui-Gon Jinn. Secondo l’ex jedi, infatti, Qui-Gon avrebbe compreso il fallimento dell’Ordine e si sarebbe schierato al suo fianco.

Qui-Gon Jinn

QUI-GON JINN AVREBBE TRADITO I JEDI?

La risposta a questa domanda arriva con il romanzo Master and Apprentice, di Claudia Gray. Nel libro, ambientato prima de La Minaccia Fantasma, Qui-Gon chiarisce una volta per tutte la sua posizione.
In un passaggio del romanzo infatti ammette che tutti, prima o poi, devono schierarsi, e che lui sarebbe sempre stato dalla parte della luce.

Non mi volto verso la luce perchè penso di poter vincere un giorno un qualche tipo di gioco cosmico. Lo faccio semplicemente perchè essa è la luce.

Proprio con queste parole convince l’amico Rael Aveross, ex apprendista jedi di Dooku, a rifiutare le lusinghe di Dooku stesso.
Nonostante Qui-Gon stesse intuendo la trasformazione del suo ex maestro (tenendo tutto insolitamente per sé) rende chiara la sua posizione: la luce è il suo unico ideale.

Fateci sapere cosa ne pensate, e che la Forza sia con voi!


Fonte: Epicstream


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.