La Profezia del Prescelto è un concetto comparso per la prima volta in Star Wars con la trilogia Prequel. Proprio ne La Minaccia Fantasma, infatti, Qui-Gon Jinn accenna a questa antica leggenda nel momento in cui incontra il giovane Anakin Skywalker, uno schiavo umano con un incredibile percentuale di midichlorian nel sangue.

Fino ad ora non abbiamo mai saputo con certezza quali fossero le parole di questa antica profezia, ma con l’arrivo del romanzo Master and Apprentice, finalmente possiamo fare luce su questo misterioso aspetto della Saga.
Nel romanzo, che ha come protagonisti Qui-Gon Jinn e il giovane Obi-Wan Kenobi, viene infatti esplicitamente mostrata la profezia.

Quella che segue è una nostra traduzione, in quanto il romanzo non è ancora disponibile nella nostra lingua.

LA PROFEZIA DEL PRESCELTO

Colei che nascerà nelle tenebre, darà alla luce le tenebre.
Quando il kyber che non è un kyber risplenderà, il compimento della profezia sarà vicino.
Uno ascenderà più in alto degli altri jedi, nonostante il presagio di coloro che serviranno con lui.
Solo attraverso il sacrificio di molti jedi l’Ordine sanerà il peccato commesso all’innominato.
Il pericolo del passato non è passato, ma dorme in un uovo. Quando l’uovo si schiuderà, minaccerà la Galassia intera.
Quando la Forza stessa si ammalerà, il passato e il futuro dovranno dividersi e mischiarsi.
Verrà un prescelto, nato da nessun padre, e attraverso di lui sarà ripristinato l’equilibrio definitivo della Forza.

anakin skywalker

Interpretare la profezia del prescelto non è cosa facile: persino il maestro Yoda, ad un certo punto, teme che i jedi abbiano mal interpretato l’antica leggenda. Ma proviamoci comunque, dando per scontato che il prescelto sia a tutti gli effetti Anakin Skywalker.

Colei che nasce dalle tenebre con tutta probabilità è Shmi Skywalker. Non sapiamo nulla del suo passato, ma potrebbe non essere la semplice e umile schiava che ci viene mostrata ne La Minaccia Fantasma.
Il kyber non kyber che risplende potrebbe essere è la Morte Nera, la superarma alimentata dai cristalli Kyber. E’ probabile però che si riferisca alla seconda Morte Nera, visto che la profezia si compie solo ne Il Ritorno dello Jedi.
Ci sarà un jedi più potente degli altri (Anakin?) e molti jedi dovranno sacrificarsi per sanare il peccato (o torto) fatto all’innominato (o senza nome). Mentre la prima parte si riferisce chiaramente alla purga e all’ordine 66, l’innominato potrebbe essere Palpatine, oppure il primo jedi ad avvicinarsi al lato oscuro, per esempio, che ha visto come un peccato il rifiuto del lato oscuro.
Passato e futuro dovranno dividersi e mischiarsi: ormai sappiamo che il tempo è relativo anche in Star Wars, sopratutto dopo gli eventi di Rebels, con l’entrata in gioco del Mondo tra i Mondi.
La parte più familiare della profezia è sicuramente la fine, però. Arriverà un prescelto senza padre che porterà di nuovo equilibrio nella Forza.

ordine 66

Non sappiamo con certezza se questa sia l’esatta chiave di lettura della profezia, anche perchè – per definizione – è vaga e imprecisa. Gli stessi jedi hanno dubitato della veridicità della leggenda, ma ormai non dovrebbero esserci più dubbi sull’identità del prescelto. Anakin Skywalker, distruggendo Palpatine e lasciandosi morire, ha estirpato i sith dalla Galassia e portato di nuovo equilibrio nella Forza.

E SE IL PRESCELTO NON FOSSE ANAKIN SKYWALER?

Ora che abbiamo la profezia scritta nero su bianco, possiamo giocare ad interpretarla. Quanto segue quindi non è altro che una speculazione.
Cosa succederebbe se Anakin non fosse il prescelto? E cosa, invece, se la profezia fosse destinata a ripetersi con ciclicità?

Accostiamo la profezia agli eventi della trilogia sequel, e vediamo cosa succede.

Colei che nascerà nelle tenebre, darà alla luce le tenebre.
– Leia, nata delle tenebre (Vader) da alla luce le tenebre (Kylo Ren).
Quando il kyber che non è un kyber risplenderà, il compimento della profezia sarà vicino.
– Il Kyber che non è un Kyber non è la Morte Nera, ma la Base Starkiller.
Uno ascenderà più in alto degli altri jedi, nonostante il presagio di coloro che serviranno con lui.
– Ben Solo si è rivelato più potente di qualsiasi altro suo compagno.
Solo attraverso il sacrificio di molti jedi l’Ordine sanerà il peccato commesso all’innominato.
– Il nuovo ordine Jedi è stato distrutto da Kylo Ren. L’innominato, quindi, potrebbe essere Snoke.
Il pericolo del passato non è passato, ma dorme in un uovo. Quando l’uovo si schiuderà, minaccerà la Galassia intera.
– L’uovo che si schiude non può che essere un riferimento all’uovo sacro dei Crèche. Questo popolo nativo di Ovanis, credeva che dall’uovo sarebbe nato il salvatore.
Quando la Forza stessa si ammalerà, il passato e il futuro dovranno dividersi e mischiarsi.
Verrà un prescelto, nato da nessun padre, e attraverso di lui sarà ripristinato l’equilibrio definitivo della Forza.
– Il prescelto senza padre potrebbe essere quindi Rey, che porterà di nuovo equilibrio.

Ovviamente questa è poco più di una speculazione. Non ci resta che attendere The Rise of Skywalker per saperne di più.

Fateci sapere cosa ne pensate, e che la Forza sia con voi!


Questo articolo è distribuito sotto licenza Creative Commons: vietata la riproduzione priva di menzione di paternità adeguata, a scopi commerciali o per opere derivate.