Come ha fatto Han Solo a vincere il Millennium Falcon?

Chi avrà letto la novelization di Star Wars: Gli Ultimi Jedi di Jason Fry, si sarà sicuramente imbattuto in questo piccolo ma significativo paragrafo:

Ben da bambino, sempre attaccato ad Han. In mano i dadi che aveva preso a bordo del Millennium Falcon, quelli con cui il padre aveva vinto al gioco il suo adorato cargo malconcio, e assicurava a chiunque che un giorno anche lui sarebbe stato un pilota come il suo papà.

Dunque, se Han Solo ha vinto il Falcon grazie ai suoi dadi perchè non lo vediamo utilizzarli al tavolo del sabacc in Solo: A Star Wars Story? Effettivamente esiste una variamente del gioco, chiamata Corellian Spike, che richiede l’utilizzo dei dadi, ma nello spin off su Han Solo non vediamo niente di tutto ciò.

Ammorbati dal dubbio abbiamo personalmente chiesto a Matt Martin, che è stato così gentile da risponderci subito e fugare le nostre perplessità.

Sabacc

LA RISPOSTA DI MATT MARTIN

Ecco la risposta di Matt Martin, del Lucasfilm Story Group.

Traduzione:

La considero più una cosa figurativa, che letterale. E’ la fortuna fornita dai suoi dadi che gli ha permesso di vincere il Falcon.

Dunque, secondo Matt Martin, il ruolo dei dadi di Han Solo nella vincita del Millennium Falcon è relativo all’influenza positiva che questi avrebbero avuto sugli eventi, e non ad un loro reale utilizzo nella partita contro Lando Calrissian, indipendentemente dalla variante di sabacc giocato.

Premesso che nonostante il ruolo di Martin i tweet non possono essere considerati materiale canonico a tutti gli effetti, è facile immaginarsi Han Solo che racconta al giovane Ben la storia di come abbia vinto il Millennium Falcon, vantandosi dei suoi dadi fortunati che da Corellia lo hanno portato a percorrere la rotta di Kessel in meno di dodici parsec!

Che la Forza sia con voi!



Commenta questo articolo sulla nostra pagina Facebook.