Il 17 Novembre 1978, più di 40 anni fa, sulla rete statunitense CBS veniva trasmesso il primo, vero, spin off di Star Wars: l’Holiday Special. Diretto da Steve Binder e sceneggiato da Rod Warren e Pat Proft, fu trasmesso per la prima e ultima volta quel lontano venerdì di tanti anni fa, che lo consegnò alla storia come lo speciale del ringraziamento più disastroso del cinema.

LA TRAMA
ESTRATTO DA WIKIPEDIA

È il Life Day e Chewbacca è sulla via di casa, per rivedere la sua famiglia e celebrare le feste, accompagnato dal suo amico, Han Solo. Dopo aver lasciato Tatooine a bordo del Millennium Falcon, il duo si ritrova inseguito da due Star Destroyer. Nel frattempo, su Kashyyyk, la famiglia di Chewbacca sta ansiosamente aspettando il suo ritorno, in quanto lo Wookiee non è ancora arrivato.

Lumpawaroo

Malla e Itchy, rispettivamente moglie e padre di Chewbecca, iniziano a preoccuparsi. Malla, allora, contatta Luke Skywalker, che, assieme al fedele droide R2-D2, sta lavorando sul suo X-wing. Luke afferma di non sapere che sta succedendo, ma che, conoscendo Han e Chewbacca, presume che si siano probabilmente fermati da qualche parte. Luke inizia ad avere dei problemi con la sua navetta e, vedendolo occupato, Malla interrompe la comunicazione. Ritornando al terminale dati, Malla contatta il negoziante umano Saun Dann, impegnato con una Guardia Imperiale. Il commerciante fa capire alla Wookiee che Han e Chewbacca dovrebbero arrivare a momenti. Nel frattempo, Darth Vader viene informato della fuga del Falcon. Ossessionato dai ribelli che hanno distrutto la Morte Nera, impone un blocco sul pianeta Kashyyyk.

Luke Skywalker nell'Holiday Special

Chewbacca e Han sono vicini alla loro meta, ma vengono sorpresi da quattro caccia TIE. Su Kashyyyk, invece, l’annuncio del blocco viene trasmesso su tutto il pianeta. Malla, intanto, sente bussare sulla porta: è Saun Dann ed ha portato i regali per la famiglia. Malla contatta la Principessa Leia per avvertirla del blocco. La senatrice, accompagnata da C-3PO, afferma di non poterla aiutare, ma è rincuorata dal fatto che Saun Dann è lì a proteggerli.

Han e Chewbacca, nel frattempo, raggiungono una zona esente dal blocco di Kashyyyk. Il luogo dove atterrano, però, è molto distante dalla casa dello Wookiee. Lumpy, il figlio di Chewbecca, nel momento in cui i due atterrano, riconosce il rumore del Falcon e avverte la famiglia. Eccitati, aprono la porta, ma si trovano davanti due guardie imperiali, in cerca di Chewbacca. Non trovandolo, scandagliano la casa. Malla, per tenere occupato Lumpy, gli mostra un proiettore d’ologrammi e iniziano a guardare una delle avventure vissute dal padre del piccolo Wookiee. Il cartone narra il primo incontro tra Luke, Han e Leia con Boba Fett. Il trio, alla ricerca di un talismano sul pianeta marino Panna, incontrò il cacciatore di taglie, disponibile ad aiutarli. In realtà, Fett stava facendo il doppio gioco ed era al servizio di Darth Vader. Chewbacca riuscì, infine, a sventare il piano del cacciatore di taglie e a rivelare la sua vera natura.

Lumpy, arrabbiato per il caos che gli Imperiali avevano creato nella sua stanza, progetta un comunicatore che imita la voce degli ufficiali superiori, usando il regalo di Saun Dann.

Mentre gli imperiali stanno cercando, la TV si accende e trasmette un messaggio per tutti gli ufficiali: devono ritornare tutti alla base. Lumpy, viene però scoperto e catturato da un soldato. All’improvviso Chewbacca prende il soldato e lo scaraventa per la stanza. Dietro di lui, compare anche Han. I due sono finalmente tornati e la famiglia può festeggiare il Life Day, sotto l’albero della vita, vestiti negli abiti cerimoniali. Sotto la pianta, arrivano anche C-3PO, R2-D2, Luke e Leia. Alla conclusione della cerimonia, Chewbacca ricorda tutti i momenti da lui vissuti in Una nuova speranza.

Star Wars: The Holiday Special

Quella notte, Chewbacca, Mallatobuck, Lumpawarrump e Attichitcuk sono tutti seduti ad un tavolo, per festeggiare: la famiglia è finalmente riunita.

LA REAZIONE DI GEORGE LUCAS

Il Creatore di Star Wars, George Lucas, non ebbe alcun ruolo nella produzione dell’Holiday Special. Dopo averlo visto, infatti, non tardò a rivelare il suo malcontento per l’utilizzo inappropriato della sua opera.

L’Holiday Special non rappresenta la mia visione di Guerre stellari. Se avessi tempo e un martello, rintraccerei ogni copia dello show e la distruggerei – George Lucas

L’EREDITA’ DELL’HOLIDAY SPECIAL

Prima dell’introduzione del Lucasfilm Story Group e della suddivisione dell’universo di Star Wars in canon e legends, l’Holiday Special era considerato S-canon (secondary canon).
Non tutto il male vien per nuocere, però, visto che diversi elementi concepiti per lo speciale furono successivamente reintrodotti nella continuity della saga, di cui fanno ancora parte.
Ma andiamo con ordine:

Kashyyyk, il pianeta natale dei Wookiee, compare ne La Vendetta dei Sith. Stessa cosa per Attichitcuk, Lumpawaroo e Mallatobuck, rispettivamente padre (citato in Solo: A Star Wars Story), figlio e moglie (comparsi in Tales from Vandor).
E come non citare Boba Fett che con l’Impero Colpisce Ancora, uscito due anni dopo lo speciale, è diventato uno dei personaggi più amati della saga.

Boba Fett nell'Holiday Special

CONCLUSIONI

Quello che all’epoca fu definito da David Hofstede, autore di un libro sulle trasmissioni più stupide nella storia delle televisione, le peggiori due ore della televisione, è ad oggi un piccolo cult. Non esistono dischi o supporti fisici ufficiali dell’Holiday Special, ma solo registrazioni in diretta di quell’unica trasmissione di 40 anni fa.
Siamo comunque dell’idea che ogni fan della saga dovrebbe prendersi un paio d’ore e guardare – dall’inizio alla fine – questa perla agrodolce della Galassia Lontana Lontana. Quindi, buona visione!


Commenta questo articolo sulla nostra pagina Facebook.